Open Fiber porta a Ischia la fibra a 1 Gbps

Oltre 600mila euro per il cablaggio di 7mila unità immobiliari di Ischia con una rete estesa per 4.200 chilometri nei territori comunali di Casamicciola, Forio e Lacco Ameno: sono questi i numeri salienti che descrivono l'intervento di Open Fiber nell'isola verde per portare anche qui l'infrastruttura a banda ultralarga interamente in fibra ottica, una rete capillare che garantirà servizi digitali d'ultima generazione a cittadini, turisti, imprese e pubbliche amministrazioni, con velocità fino a 1 Gbps e latenza inferiore ai 5 millesecondi.

A posare materialmente la fibra ottica in modalità FTTH è ovviamente Open Fiber, mentre Infratel, società in house del Ministero dello Sviluppo economico, si occupa di coordinare l'intervento, con la supervisione della Regione Campania. La concessione affidata a Open Fiber ha durata ventennale, mentre l'infrastruttura è e resterà di proprietà pubblica. L'investimento complessivo relativo alla copertura di 546 comuni campani ammonta a oltre 170 milioni di euro.

Depositphotos 32121701 m 2015
Photo credit - Depositphotos.com

"Oggi colleghiamo Ischia al futuro. Con l'avvio dei lavori per la costruzione della rete in fibra ottica nei comuni di Forio, Lacco Ameno e Casamicciola vogliamo connettere Ischia, con le sue bellezze, le sue tradizioni, i suoi prodotti tipici, sempre di più al mondo", ha detto Valeria Fascione, assessore all'innovazione della Regione Campania.

"Grazie alla velocità e alle opportunità offerte dal digitale, le aziende, i cittadini, le amministrazioni potranno interagire più efficacemente a livello globale, per rafforzare la posizione dell'Isola Verde come meta turistica internazionale e rendere più semplice la vita quotidiana per i residenti. Commercio elettronico, telemedicina, videocomunicazioni, turismo 4.0: sono solo alcuni dei servizi che grazie a questa infrastruttura all'avanguardia saranno possibili. Ma con questa iniziativa vogliamo soprattutto dare un segnale forte di sostegno e attenzione alla ricostruzione, consentendo una più rapida rinascita delle aree colpite dal terremoto".

fibra
Photo credit - Depositphotos.com

"L'impatto dei lavori sarà minimo, dato che verranno riutilizzate infrastrutture già esistenti come la pubblica illuminazione e altro per una quota superiore al 75% dell'intera opera", ha spiegato Emanuele Briulotta, responsabile Network&Operations Area Sud di Open Fiber. "A Casamicciola, Forio e Lacco Ameno, dove collegheremo oltre 7mila unità immobiliari, il dato del riuso dell'esistente sale di ben dieci punti percentuali".


Tom's Consiglia

Con un servizio fibra adeguato lo streaming 4K diventà realtà, quindi è fondamentale un monitor adeguato come ad esempio il Samsung U28E590D.

Pubblicità

AREE TEMATICHE