Open Fiber a Rho, FTTH a 1 Gbps entro 18 mesi

Open Fiber ha siglato una convenzione col Comune di Rho per la realizzazione di un'infrastruttura a banda ultra larga interamente in fibra ottica basata su architettura FTTH (Fiber To The Home).


Il piano, illustrato ieri sera a Rho alla presenza dell'Assessore alla Smart City, Gianluigi Forloni, e del Regional Manager Lombardia di Open Fiber, Antonio Chiesa, prevede un investimento diretto di circa 6 milioni di euro per raggiungere, tra famiglie e imprese, circa 22mila unità immobiliari.

Chiesa, Forloni, Smiriglia (City manager Rho Open Fiber)
Da sinistra a destra: l'assessore alla Smart City di Rho, Gianluigi Forloni, il Regional Manager Lombardia di Open Fiber, Antonio Chiesa e il city manager Rho Open Fiber Salvatore Smiriglia

La rete consentirà ai rhodensi di navigare ad una velocità di connessione fino a 1 Gigabit al secondo grazie alla posa di 251 km di cavi. I lavori dovrebbero partire già il prossimo mese di giugno e proseguiranno per un periodo massimo di 18 mesi.

"Il progetto presentato da Open Fiber ci è sembrato subito molto interessante e abbiamo quindi deciso di cogliere quest'opportunità, perché la banda ultra larga è fondamentale per sostenere la digitalizzazione dei servizi comunali", ha spiegato l'Assessore Forloni. "Inoltre la rete ultraveloce di Open Fiber è il punto di partenza per tante iniziative che vogliono fare di Rho una vera Smart City".

La convenzione siglata con il Comune di Rho stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. Dove possibile Open Fiber utilizzerà infatti cavidotti e infrastrutture di rete già esistenti, e in ogni caso l'azienda adotterà le modalità di scavo innovative e a basso impatto che sta già impiegando in altri cantieri italiani, così da ridurre al massimo i disagi per i cittadini.

Pubblicità

AREE TEMATICHE