Opera NoCoin, una difesa dai miner di criptovalute nei siti

Il browser Opera non è tra i più diffusi, almeno su PC desktop, ma è apprezzato da molti e soprattutto è tra più innovativi. La release 50 sta diventando stabile, ma già nell'attuale versione Release Candidate presenta un'interessante novità che è (purtroppo) un segno dei tempi.

Stiamo parlando di "NoCoin", nome che indica una protezione dal mining di criptovalute che sfrutta, abusivamente, il vostro computer. Più volte sulle nostre pagine vi abbiamo avvisato dei siti che "minano criptomonete usando la vostra CPU". Ciò avviene grazie a codice Javascript che si avvia senza che voi ne sappiate nulla (Coinhive vi dice nulla?).

Beta50 CC Settings 700x438

Improvvisamente l'occupazione dei core della vostra CPU sale al 100%, il sistema diventa meno reattivo (per non dire ingestibile) e se avete un notebook l'autonomia crolla all'improvviso. Qualcuno sta usando il vostro computer per arricchirsi. Uscire immediatamente dal sito è buona regola (ma non sempre funziona), ma vivere con la costante paura che qualcuno faccia affari alle vostre spalle è fastidioso.

Mining a sbafo, 500 milioni di vittime nel mondo

Così in Opera hanno studiato una soluzione: aggiornare il meccanismo di ad blocking già integrato nel browser per "eliminare gli script legati al mining di criptovalute che sfruttano la capacità di calcolo del vostro dispositivo".

Beta50 CC Protection 700x306

Chi scaricherà la RC di Opera 50 troverà l'impostazione NoCoin spulciando nelle impostazioni del browser. Con NoCoin attivato le pagine che integrano script che minano criptovalute saranno bloccate in modo simile ai meccanismi che bloccano le pubblicità.


Tom's Consiglia

Pubblicità

AREE TEMATICHE