Oppo Find X Lamborghini anteprima, smartphone da 1.699 euro

Oppo Find X sta monopolizzando l'attenzione mediatica del settore smartphone nelle ultime ore. Ebbene, per il nuovo top di gamma dell'azienda cinese c'è un alter ego di lusso, cioè un'edizione limitata realizzata in collaborazione con Lamborghini. A margine dell'evento di presentazione di ieri, è stata mostrata solo racchiusa in una teca. Oggi invece abbiamo avuto modo di toccarla con mano.

Da un punto di vista tecnico, le differenze con Oppo Find X "standard" sono poche. La Lamborghini Edition possiede infatti 512 GB di storage (contro 256 GB) ma ha una batteria meno capiente (3.400 mAh rispetto a 3.730 mAh). Di contro però l'azienda cinese ha scelto di implementare solo in questa versione lo standard di ricarica rapida SuperVOOC, presentato anni fa ma mai integrato in un dispositivo commerciale.

DSC01043 copia

Rispetto alla ricarica rapida VOOC integrata nella versione standard di Oppo Find X, che porta la batteria da 0% al 100% in 90 minuti, il SuperVOOC è in grado di eseguire una carica completa in appena 35 minuti, stando almeno a quanto dichiarato dall'azienda. Come sempre in questi casi, è necessaria una valutazione nell'utilizzo quotidiano, soprattutto in relazione agli effetti sulla batteria di una simile sollecitazione.

Leggi anche: Oppo Find X anteprima, finalmente qualcosa di diverso

Per il resto la scheda tecnica è praticamente la medesima del dispositivo che vi abbiamo raccontato ieri nella nostra anteprima: schermo OLED da 6,4 pollici, Snapdragon 845, 8 GB di RAM, dual-camera posteriore (16 MP + 20 MP) e fotocamera anteriore da 25 MP. Ovviamente, non manca il tanto chiacchierato meccanismo motorizzato per la comparsa dei moduli fotografici.

DSC01062 copia

Da questo punto di vista, abbiamo ricevuto un'importante precisazione da parte di Oppo. È stato infatti integrato un sistema di sicurezza che, in caso di caduta accidentale da 1 metro dello smartphone, richiude automaticamente il meccanismo motorizzato così da preservarlo. Una soluzione che potrebbe rivelarsi determinante.

Il retro di Oppo Find X Lamborghini Edition ha una finitura in fibra di carbonio, molto simile a quella vista nell'edizione Avengers di OnePlus 6. Del resto, stiamo parlando di due brand che appartengono alla holding BBK Electronics, per cui non stupisce che possano esserci dettagli in comune. Sulla parte bassa della back cover è anche serigrafato il logo dell'azienda di Sant'Agata Bolognese, con finiture dorate.

DSC01045 copia

Discorso analogo per la confezione di vendita. La parte superiore richiamerà la finitura della back cover, il logo Lamborghini affiancherà quello Oppo anche sul caricabatterie, mentre il cavo dati avrà una colorazione arancione, esattamente la medesima della parte interna del packaging. La parte software è sempre affidata ad Android 8.1 Oreo, con un tema della ColorOS personalizzato ad-hoc. Insomma, un'importante cura per i dettagli.

Leggi anche: OnePlus 6, ecco l'edizione limitata dedicata agli Avengers

In generale, la partnership sembra molto simile a quella vista tra Huawei e Porsche Design. Peraltro, abbiamo avuto moto di scambiare due battute con Borsi Puddu, Head of Collezione & Licensing di Lamborghini, che ci ha confermato come si tratti di un'operazione destinata a durare nel tempo. Molto probabile dunque che, in futuro, possano essere realizzati altri smartphone Oppo attraverso questa collaborazione.

DSC01047 copia
DSC01046 copia
DSC01044 copia

In ogni caso, la sensazione al tatto di questo Oppo Find X Lamborghini Edition è senza dubbio quella di un dispositivo premium. Certo, per acquistarlo sono necessari ben 1.699 euro, una cifra davvero molto alta. Non si deve però dimenticare che si tratta di un prodotto di nicchia, creato non per fare grandi volumi di vendita bensì per una logica legata alla percezione dei rispettivi brand.


Tom's Consiglia

Xiaomi Mi A1 è uno smartphone caratterizzato da un ottimo rapporto qualità/prezzo. Integra 4 GB di RAM e una dual-camera posteriore, e può essere acquistato attraverso Amazon a meno di 200 euro.

Pubblicità

AREE TEMATICHE