Panasonic Lumix G80, veloce e reattiva

In un settore sempre più affollato come quello delle mirrorless, Panasonic colpisce ancora una volta nel segno con una macchina che ha tutte le carte in regola per convincere

anche il più accanito sostenitore delle reflex a rivedere le sue idee, cominciando a chiedersi se davvero oggi non valga la pena investire in un'altra direzione. La G80 è una macchina che combina al meglio un corpo dalla silhouette "muscolosa" e decisa con una pletora di funzioni che rappresentano il culmine della tecnologia Panasonic.

La disposizione dei comandi segue una logica votata all'immediatezza e all'ergonomia: tutto si trova al posto giusto, a portata di pollice ed indice per una rapida impostazione dei parametri, le ghiere e i pulsanti cadono naturalmente, dove ci si aspetta di trovarli. La sagomatura a forma concava sotto il pulsante di scatto rende la presa più stabile, anche quando si montano obiettivi pesanti e di grande diametro: il grip è davvero efficace in tutte le condizioni, ancor più se si monta il battery pack opzionale.

panasonic g80 002

panasonic g80 001
panasonic g80 003

Il corpo non è piccolissimo, ma sufficientemente leggero essendo in lega di magnesio ricoperto di plastica.

Il corpo macchina è tropicalizzato, come alcuni obiettivi Panasonic
Il corpo macchina è tropicalizzato, come alcuni obiettivi Panasonic

Veniamo ora alle caratteristiche salienti:

  • Nuovo stabilizzatore a 5 assi Dual I.S. 2 integrato nel corpo macchina
  • Sensore Live MOS da 16 Mpixel senza filtro passa-basso per una più elevata risoluzione percepita
  • EVF OLED da 2.360 kpixel e monitor totalmente orientabile da 3", di tipo touch
  • AF a contrasto con tecnologia DFD, Focus Stacking e Post Focus
  • Video 4 K e Photo 4 K
  • Connettività Wi-Fi

Lo stabilizzatore d'immagini integrato nel corpo macchina, a 5 assi, è basato su un giroscopio che rileva la velocità angolare delle vibrazioni e su un nuovo algoritmo che permette di ottenere un'efficacia pari a 5 f/stop, un risultato simile a quello ottenuto, per esempio, dall'Olympus OM-D E-M5 Mark II, con il vantaggio che la stabilizzazione è mantenuta anche alle lunghezze focali più elevate in quanto i dati del giroscopio nella camera sono utilizzati per controllare il sistema di stabilizzazione ottica dell'obiettivo. Con entrambi i sistemi di stabilizzazione attivi, si riesce a scattare una foto ferma con un tele zoom da 280 mm equivalenti utilizzando 1/8 di secondo!!!

stabilizzatore
Clicca per ingrandire

Il sensore Micro 4/3, come anticipato, è da "soli" 16 Mpixel, un valore apparentemente non così elevato se si considerano ad esempio i 20,1 Mpixel di una FZ1000 che ne adotta uno più piccolo da 1". Tuttavia, il fatto di aver omesso il filtro passa-basso si traduce, nella pratica, in una risoluzione percepita più elevata, solo di poco inferiore a quella di una DMC-GX8. Le immagini di prova che abbiamo scattato lo dimostrano: per nulla si rimpiange una maggior risoluzione.

L'otturatore a comando elettromagnetico è quello di nuovo tipo già visto sulla recente DMC-GX80: riduce efficacemente gli shock generati dal movimento delle lamelle e minimizza il rumore durante lo scatto, che risulta di circa 78 dB contro, ad esempio, i quasi 90 dB di una Sony Alpha 6300!

lumix g80 001
lumix g80 002
lumix g80 003

Un plauso particolare al mirino elettronico OLED da ben 2,36 Mpixel, che consente una visuale chiara e ampia (ingrandimento 0,74 x) anche quando l'occhio si muove rispetto al centro, un fenomeno un po' fastidioso che si verificava su altri modelli del costruttore giapponese. L'eyepoint di 20 mm permette una miglior visibilità dello stesso anche a chi porta gli occhiali.

g80 monitor

Il monitor è invece un'unità da 3" e 1,040 Mpixel di risoluzione, completamente orientabile e dotato di comando touch.

L'autofocus è l'aspetto della macchina che più ci ha sorpreso, soprattutto per la velocità. Nella G80, infatti, è praticamente istantaneo! Non ricordo di averne visto uno più rapido anche confrontandolo con quello delle migliori reflex. Grazie alla tecnologia DFD, già introdotta dal costruttore su altri modelli, è in grado di mettere a fuoco in soli 0,07 sec. con il Lumix G Vario 14-140 mm/F3.5-5.6 ASPH. POWER O.I.S.

Una caratteristica innovativa introdotta con questo modello si chiama Focus Stacking: permette di controllare la profondità di campo dopo che è stata scattata la foto, rendendo meno critica la messa a fuoco. Si aggiunge alla funzione Post Focus già introdotta in altri modelli della Casa:

g80 post focus

Il buffer di memoria ampliato permette di registrare sequenze di 200 scatti continui in JPEG alla velocità massima di 9 fps. L'otturatore elettronico scatta con un tempo minimo di 1/16.000 sec.  

Sezione video totalmente all'altezza delle aspettative, con registrazione 4 K e Photo 4 K.

g80 panning
Le funzioni Panning e Zooming sfruttano la risoluzione 4K per effettuare un panning stabile de una zoomata graduale e progressiva senza cambiare la posizione della macchina

Da ultima, una nota sulla durata della batteria: grazie ad un sensore che rileva lo spostamento dell'occhio dal mirino, questa mirrorless entra dopo pochi secondi nel modo sleep  che consente di passare dai 320 scatti dichiarati agli 800-900 scatti. Appena premuto a metà corsa il pulsante dell'otturatore, la fotocamera si riaccende istantaneamente.

La Panasonic Lumix DMC-G80 è disponibile dal 19 settembre al prezzo di 999 Euro in kit con lo zoom 14-60.

Qui di seguito alcune foto scattate con la G80.

panasonic g80 foto di prova 007
panasonic g80 foto di prova 009
panasonic g80 foto di prova 013
panasonic g80 foto di prova 014
panasonic g80 foto di prova 015
panasonic g80 foto di prova 016
panasonic g80 foto di prova 017
panasonic g80 foto di prova 018
panasonic g80 foto di prova 019
panasonic g80 foto di prova 001
panasonic g80 foto di prova 002
panasonic g80 foto di prova 003
panasonic g80 foto di prova 004
panasonic g80 foto di prova 005
panasonic g80 foto di prova 008
panasonic g80 foto di prova 010
panasonic g80 foto di prova 011
panasonic g80 foto di prova 012

Potete scaricare le foto in dimensione originale cliccando qui

Olympus OM-D EM5 Mark II Body Olympus OM-D EM5 Mark II Body
yeppon
Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K Panasonic Lumix DMC-GX80EG-K
  

Pubblicità

AREE TEMATICHE