Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Computex 2017
4 minuti

PowerMe il cavo di ricarica italiano che ruba energia da smartphone e tablet

PowerMe è un cavo che permette di ricaricare smartphone e tablet prendendo energia da altri dispositivi.

PowerMe il cavo di ricarica italiano che ruba energia da smartphone e tablet

Non vi è mai capitato di ritrovarvi con lo smartphone scarico e di chiedere in prestito il telefono di un vostro amico per continuare una telefonata importante? Con PowerMe, il dispositivo protagonista della nostra rubrica settimanale dedicata ai progetti crowdfunded, prenderete in prestito soltanto la carica della batteria!

PowerMe si presenta come un cavo di ricarica universale e può caricare qualsiasi dispositivo dotato di connettore Lightning o microUSB, prendendo l'energia da altri dispositivi.

power me

PowerMe può anche spostare file da un dispositivo all'altro, e grazie all'adattatore USB potete usarlo anche come un normale cavo di ricarica. Ludovico Cianchetta, uno dei responsabili del progetto, ci ha svelato qualche dettaglio aggiuntivo sul progetto.

Chi ha avuto questa idea, e perché? A Maggio io e il mio socio Francesco Crema stavamo tornando da un appuntamento lontani da casa, la sua Panda aveva l'accendisigari rotto e non avevamo nessuna batteria esterna con noi. Francesco, che è ingegnere e ha un'idea al secondo, mi ha esposto questa sua idea geniale. Dopo poche settimane Francesco aveva già trovato il modo di far funzionare il tutto, ed è li che è nato PowerMe. 

Quali sono i punti vincenti del tuo progetto? Credo siano molteplici, prima di tutto il prezzo (a partire da 11$), il design a portachiavi che permette di avere PowerMe sempre con sè, ed infine la semplicità di utilizzo disarmante; basta collegare le due estremità ai due dispositivi che devono scambiarsi l'energia e i dati e tutto parte automaticamente. Questo lo rende un prodotto adatto a tutti.

Nel dettaglio, che tipo di tecnologia è presente in PowerMe? Non è un segreto, utilizziamo i protocolli OTG e USB, anche se Francesco ha studiato assieme alla fabbrica alcune modifiche che dovrebbero perfezionare questo protocollo.

power me color

Funziona con tutti gli smartphone e tablet? Quali specifiche di compatibilità sono necessarie? La funzione di "prelievo" di energia di PowerMe funziona con tutti gli smartphone Android di fascia media e alta compatibili con OTG, con i device Blackberry e i Windows Phone aggiornati a Windows 10. Per la donazione di energia e il trasferimento dei file sono invece compatibili tutti i device, Apple e GoPro inclusi.

E i dispositivi Apple? Come detto in precedenza i dispositivi Apple sono compatibili in modalità "ricezione" per quanto riguarda il trasferimento di carica, mentre per quanto riguarda il trasferimento di foto è compatibile al 100%. Col Jailbreak (i permessi di Root per iOS) è possibile trasferire ogni genere di file.

Funziona solo con smartphone e tablet? Posso usare altri dispositivi come fonte di energia? Funziona con tutti i dispositivi compatibili OTG, quindi se hai un videoproiettore o una fotocamera con Android puoi utilizzare questi oggetti come fonte di energia.

Avete previsto una linea di accessori per PowerMe? Si, con ogni PowerMe verrà spedito gratuitamente un adattatore USB che vi permetterà di trasformare PowerMe in un classico cavo per la ricarica da muro o PC. Quindi PowerMe è un vero e proprio cavo tutto-in-uno.  

Pensate a partnership con qualche azienda, magari per offrire il vostro prodotto incluso in qualche prodotto? Abbiamo già ricevuto in passato un interessamento da Stonex anche se purtroppo non abbiamo finalizzato la collaborazione. In questo momento abbiamo già un primo contatto con un produttore di smartphone piuttosto famoso e con un grosso imprenditore italiano.

Se il progetto vi ha incuriosito potete dirigervi sulla pagina indiegogo di PowerMe e dare il vostro contributo finanziando quest'idea tutta italiana. Per comprare un PowerMe vi bastano 11 dollari, poco più di 10 euro. Che ve ne pare?

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!