Prestiti internazionali? Tutto più facile con i Bitcoin

Trasferire prestiti da una parte all'altra del mondo può essere lento e relativamente costoso, ma una banca tedesca online, Bitbond, ha trovato il modo di ridurre entrambi i parametri. Come? Utilizzando i Bitcoin, anche se solo per le transazioni. Di fatto la somma da trasferire viene inizialmente convertita in bitcoin, trasferita nel Paese di destinazione e quindi subito riconvertita nella moneta locale.

"I trasferimenti di soldi tradizionali possono essere relativamente costosi a causa delle commissioni di cambio valuta e possono richiedere anche alcuni giorni", ha spiegato alla Reuters Radoslav Albrecht, fondatore della banca online Bitbond.

Cattura JPG

Attualmente molte banche utilizzano il sistema interbancario SWIFT per facilitare le transazioni internazionali attraverso una sintassi condivisa dei messaggi finanziari, ma nel trasferimento di prestiti restano comunque diverse altre controindicazioni, visto che le commissioni fluttuano anche diverse volte nello stesso giorno e che bisogna pagarle per ogni transazione che avviene nel passaggio da un istituto bancario a un altro. I trasferimenti in bitcoin invece sono istantanei o quasi, richiedendo da pochi minuti ad alcune ore e con commissioni più basse sulle conversioni da e in valuta tradizionale.

Albrecht ha lanciato Bitbond già nel 2013, raccogliendo in breve tempo un vasto consenso. Nel 2016 poi Bitbond ha ricevuto in Germania anche la licenza come istituto finanziario, espandendosi ancora di più e ottenendo anche importanti finanziamenti. Tra i suoi clienti ci sono soprattutto piccole imprese che solitamente non spostano cifre superiori ai 50.000 dollari.

Pubblicità

AREE TEMATICHE