Hot topics:
16 minuti

Abbiamo potuto dare un primo sguardo ad alcune delle nuove schede madre X58. In attesa dei primi benchmark, ecco le prime immagini, e una panoramica sulla dotazione.

Quattro schede madre X58 da Asus, Gigabyte e MSI

Asus P6T Deluxe, continua

Il retro della P6T è stato rinforzato con un braccetto metallico, giusto al di sotto del socket. Un particolare comune a tutte le schede madre giunte in redazione.

Se state pensando di installare un processore Core i7 standard, dovrete collegare il dissipatore di riferimento di Intel, come con un Core 2 Duo o Quad, spingendo ognuno dei quattro pin all'interno dei fori sul PCB. Il chip Extreme richiede una soluzione più robusta, che coinvolge un supporto secondario nel retro della scheda e viti a molla. Aziende con Thermalright offriranno da subito soluzioni adeguate.

Il regolatore di tensione include sedici fasi per il vCore e due fasi aggiuntive per il controller QPI/memoria. Asus è molto orgogliosa dell'uso dei condensatori Fujitsu da 5000 ore, testati per resistere più di cinque anni a 86 gradi.

Pagina precedente

Asus Rampage II Extreme

La Rampage II Extreme è la prima scheda Asus X58 della linea Republic of Gamers. Questa soluzione è orientata agli overclocker, come vedrete da alcune delle sue caratteristiche. Supporta CrossFIreX e SLI.

Guardando dall'alto in basso la Rampage, potete vedere che c'è molto da dire. Come nella P6T Deluxe, la circuiteria di raffreddamento, il Northbridge e il Southbridge, sono tutti connessi tramite una sequenza di heatpipe e dissipatori passivi ; anche se questa scheda impiega l'alluminio invece che il rame. Gli slot di memoria sono sei.

Asus Rampage II Extreme, continua

Non abbiamo idea del perché Asus abbia scelto di coprire il dissipatore della circuiteria di alimentazione con un piccolo pezzo di plastica rosso, ma potrebbe essere una mossa pensata per l'apparenza. Naturalmente le luci non mancano, a scheda accesa. Troviamo una placca a basso profilo sopra l'ICH10-R, pensata per dissipare meglio il calore.

I LED lungo tutta la scheda indicano gli stati di alcuni circuiti e cambiano colore secondo la tensione applicata. Il LED che segnala l'attività dell'hard disk è una novità che non avevamo visto prima. Si tratta di un ottimo modo per sapere quando lavora l'SSD (o se il vostro sistema è davvero bloccato), visto che si tratta di un'unità che non fa alcun rumore.

La parte posteriore della scheda madre è abbastanza semplice. Troverete una porta tastiera PS/2, sei porte USB 2.0, due porte Gigabit Ethernet, un connettore eSATA, FireWire e bottone di reset.

Gli slot PCI Express sono spaziati in modo corretto, quindi questa è una scheda davvero indirizzata ai videogiocatori. Ogni connettore x16 è separato da due spazi, quindi è possibile installare due schede grafiche Radeon HD 4870 X2 o un trio di GeForce GTX 280. Uno degli slot lavorerà a x16, mentre gli altri due a x8 ma, poiché l'X58 supporta la modalità 2.0, avrete ancora un enorme throughput a disposizione. Dobbiamo dire che l'ultimo slot PCIe è molto vicino al bordo della scheda madre, quindi se volete installare una GTX 280 dovrete prendere un case speciale come il LianLi PC-80, con 10 slot di espansione disponibili per inserire le schede.

Due slot PCIe x1 e un singolo slot PCI completano il quadro, anche se potrete avere accesso a un solo slot x1 se installerete schede video dual-slot nei primi due slot x16.

Continua a pagina 6
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Motherboard?
Iscriviti alla newsletter!