Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
3 minuti

Ragazzo spende 8000 dollari in microtransazioni su FIFA 16

In Canada un ragazzo di 17 anni ha speso circa 8000 dollari su FIFA 16. Il padre ha giustificato il figlio e ha cercato numerosi modi per essere risarcito degli acquisti in-app effettuati su Xbox One.

Ragazzo spende 8000 dollari in microtransazioni su FIFA 16

Un uomo è nei guai a causa del figlio che ha speso circa 8000 dollari in microtransazioni su Xbox One a causa di FIFA 16. Non è la prima volta che accade qualcosa del genere, ma i videogiochi con acquisti in-app che facilitano l'esperienza di gioco hanno notevolmente peggiorato la situazione.

Tutto è avvenuto a Pembroke,  Canada, quando Lance Perkins (l'ignaro padre) ha lasciato le credenziali della propria carta di credito al figlio di 17 anni. Il ragazzo era autorizzato ad usare la carta di credito solo in casi di emergenza, ma ha deciso di effettuare una microtransazione su FIFA 16 (Electronic Arts) per Xbox One.

FIFA microtransazioni
Lance Perkins mentre sfoglia la lista dei movimenti bancari per circa 8000 dollari

Dopo il primo acquisto, il diciassettenne è caduto in una spirale che l'ha portato a spendere ben 8000 dollari. Rammaricato dall'accaduto, il giovane si è giustificato col padre dicendogli che non aveva idea che ci fosse un addebito per ogni transazione. "Pensava che si trattasse di un pagamento una tantum. Soffre quanto me perchè non credeva dovesse pagare per ogni transazione, o ogni volta che giocava", ha affermato il padre.

Lance Perkins ha creduto al figlio senza battere ciglio ed ha prontamente contattato la compagnia della sua carta di credito e persino Microsoft. La compagnia ha confermato di non poter riaccreditare il denaro in alcun modo, mentre Microsoft ha risposto mettendo ulteriormente il dito nella piaga. 

"Gli acquisti fatti con le credenziali dei genitori sono tollerati dall'accordo di servizio di Microsoft. Incoraggiamo i genitori a usare tutte le piattaforme e i servizi che mettiamo a disposizione per evitare situazioni del genere", ha dichiarato Microsoft incolpando implicitamente il genitore che effettivamente avrebbe potuto limitare gli acquisti in-app in tanti modi.

È abbastanza strano che un diciassettenne non si sia reso conto che il videogioco stesse usando soldi veri, specialmente perché Xbox One informa l'utente prima di ogni acquisto effettuato. Probabilmente, il padre ha giocato ogni carta possibile per ottenere un rimborso.

Lance Perkins non ha ottenuto alcun risarcimento ed il suo conto non rivedrà mai più gli 8000 dollari. "Non ci sarà più alcuna Xbox o qualsiasi altra piattaforma per i videogiochi a casa mia", ha dichiarato l'uomo.

FIFA 16 FIFA 16
Pro Evolution Soccer (PES) 2016 Pro Evolution Soccer (PES) 2016
PS4 1TB C Chassis + FIFA 16 + Steelbook PS4 1TB C Chassis + FIFA 16 + Steelbook
facebook
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Xbox?
Iscriviti alla newsletter!