Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
12 minuti

Recensione Acer Predator 8

Acer strizza l'occhio al mondo dei videogiochi con il tablet Acer Predator 8. Il prodotto in generale è molto valido e il design appariscente è senz'altro in linea con l'estetica di altri oggetti in questo settore. Il prezzo tuttavia è un po' troppo altro se rapportato a ciò che offrono i concorrenti, Nvidia in particolare.

Recensione Acer Predator 8

Introduzione

I tablet Android non sono tutti uguali. Ci sono modelli progettati specificamente per i bambini, e altri pensati per chi cerca uno strumento di lavoro. Nel caso dell'Acer Predator 8 (350 euro circa), abbiamo un prodotto pensato per i videogiochi. Il design ricorda quello di un notebook di tipo gaming, un mondo nel quale la parola "discrezione" è sconosciuta.

acer predator 8 nw g02

C'è un buon display, quattro altoparlanti rivolti in avanti e prestazioni di tutto rispetto. C'è anche una funzione specifica per avere un "rombo" durante i giochi, ma solo pochi titoli la supportano. L'autonomia invece lascia un po' a desiderare, e in generale il concorrente Nvidia offre di più.

Design

La cornice dell'Acer Predator 8 non potrebbe essere più visibile, per non dire sfacciata. Acer ha scelto una decorazione che mischia nero, grigio scuro e rosso; un mix che potrebbe risultare eccessivo persino a un giocatore incallito. E almeno in alcune parti lo è di sicuro come la cover posteriore fatta di tre diversi materiali e altrettanti colori.

acer predator 8 nw g07
acer predator 8 nw g08
acer predator 8 nw g09

In alto e in basso ci sono due "strisce" di alluminio anodizzato. Due linee rosse tagliano il pannello principale, che è di alluminio spazzolato, con al centro il logo Predator. Ci sono due aree in plastica morbida a fare da "maniglie", e in quella sinistra è integrata anche la fotocamera posteriore.

Frontalmente ritroviamo lo stesso schema cromatico. Ai quattro angoli ci sono altrettanti altoparlanti, evidenziati da una vistosa rifinitura rossa. La fotocamera frontale, da 2 MP, è posizionata nella parte superiore del dispositivo, mentre la cornice inferiore accoglie un brillante logo Acer. A destra c'è il pulsante di attivazione e il bilanciere del volume, mentre a sinistra troviamo lo slot MicroSD. La porta USB e la presa per le cuffie sono sopra.

L'Acer Predator 8 misura 12,7 x 21,8 x 0,9 cm e pesa 351 grammi. È più sottile e più leggero rispetto al concorrente Nvidia Shield Tablet. Ma in confronto all'iPad Mini 4, l'Asus ZenPad S8 o il Samsung Galaxy Tab S2, il modello Acer è un peso massimo. 

Rombi a portata di dita

Ci sono un paio di motori aptici nel sottile chassis del Predator 8. A secondo del gioco, questi motori vibrano quando si riceve un colpo o si accelera. Nel momento in cui scriviamo però funziona solo con due giochi: Asphalt 8, che è preinstallato, e Vainglory – un MOBA piuttosto popolare. Prima che questa funzione si possa definire davvero utile o anche solo interessante, dovremo attendere che gli sviluppatori di giochi inizino a supportarla – ammesso che lo facciano.

acer predator 8 nw g01

Il feedback aptico aggiunge un elemento all'esperienza di gioco: è piacevole sentirne l'effetto quando si preme il pulsante Nitro, o durante le acrobazie. Non proprio divertente, invece, la vibrazione a sinistra quando un'altra auto ci ha "speronato".

L'intensità della vibrazione non è molto forte, in confronto a quella che troviamo nei controller delle console. Sfortunatamente non è possibile regolarla, si può solo attivare o disattivare. In generale è una funzione molto piacevole da avere in un prodotto gaming, ma non cambia l'esperienza di gioco o il giudizio sul prodotto. 

Prestazioni e benchmark

All'interno dell'Acer Predator 8 c'è un processore Atom Z8700 a 1,6 GHz che, abbinato a 2 GB di RAM, rende molto piacevole usare i videogiochi. Qualsiasi titolo abbiamo avviato – Asphalt 8, Dungeon Hunter 5, Star Wars: Uprising – il tablet ha gestito molto bene la grafica, senza segni di scatti o rallentamento. Lo schermo risponde velocemente e con precisione anche ai movimenti più frenetici. Dopo 15 minuti di gioco piuttosto intensi il tablet è diventato un po' troppo caldo, 41 gradi circa.

acer predator 8 nw g03

Con 3DMark 11 Unlimited l'Acer Predator 8 ha ottenuto 20.785 punti, un risultato migliore rispetto alla media dei tablet, che è 18.061 punti. Più che sufficiente a battere lo ZenPad S 8.0, l'iPad mini 4 e il Galaxy Tab S8. L'Nvidia Shield, invece, ne esce vittorioso con 29.938 punti.

Il Predator 8 può eseguire al meglio tutti i giochi Android, ma non ha un portale dedicato come Nvidia Tegra Zone. Acer ha però inserito un Hub per i giochi Wild Tangent (non entusiasmanti) e Gameloft. Abbiamo provato a scaricare Tegra Zone, scoprendo che il Predator 8 non può eseguire alcuni giochi ottimizzati per l'hardware Nvidia, come Portal, Half Life 2 e Trine 2. Inoltre non si può giocare in streaming da PC a desktop, come invece permette di fare lo Shield.

Questo tablet basato su Intel Atom se la cava abbastanza bene in multitasking. È agile quando si passa da un'applicazione all'altra, e Asphalt girava senza problemi anche con diverse schede aperte in Google Chrome.

Le prestazioni di questo tablet si possono definire aggressive, guardando ai risultati dei test sintetici. Con Geekbench arriva a 3.112 punti, rispetto a una media di 2.714; è abbastanza da battere l'iPad mini 4 (Apple A8) e lo ZenPad S 8.0 (Intel Atom Z3580 a 2,3 GHz). Ma non basta per tenere testa allo Shield Tablet (Tegra K1 a 2,2 Ghz, 3.437 punti) o il Tab S2 8 (Exynos 5433 a 1,3 GHz, 4.133 punti).

Questo tablet basato su Intel Atom se la cava abbastanza bene in multitasking, ma inciampa nell'editing video.

Il Predator 8 inciampa nell'editing video: ci ha messo 6 minuti e 48 secondi per transcodificare un video da HD a 480p con l'applicazione Vidtrim. È un minuto più veloce rispetto alla media di 7:48. Ma lo ZenPad S 8.0 fa meglio per un paio di secondi (6:46), mentre l'Nvidia Shield arriva a 4:50. Il Tab S2 8 ha completato il lavoro in 4:26.

Il Predator 8 ha 32 GB di memoria integrati, che si possono espandere con una scheda microSD (fino a 128 GB). Dettagli offerti anche dai concorrenti.

Autonomia

Anche se si chiama Predator, questo tablet non dura molto. Nel nostro test si è spento dopo 5 ore e 36 minuti (navigazione in Wi-Fi costante, luminosità a 150 candele); ben al di sotto nella media, che è pari a nove ore e undici minuti. Tutti i concorrenti durano almeno un'ora in più. Lo Shield arriva a 8:34, mentre l'iPad mini perfino a 9:23.

Audio

Siamo stati piacevolmente sorpresi vedendo i quattro altoparlanti del Predator 8, e nel sentire il suono pieno e ricco che possono creare.

acer predator 8 nw g10

La qualità audio generale, comunque, non è stupefacente. Ci sono quattro diversi profili tra cui scegliere (Standard, Album, Movie e Game). La musica può suonare del tutto piatta o molto piena, ma anche un po' ovattata; a volte era semplicmente passabile. L'impostazione migliore è quella Game, che ci ha permesso di apprezzare tutti i dettagli delle canzoni senza perderne nessuno.

Il suono del motore in Asphalt 8 non aveva invece la potenza che ci aspettavamo: più che un bolide da corsa sembrava un'utilitaria smarmittata. Gli incidenti erano spettacolari da vedere, ma la parte audio non era all'altezza.

Continua a pagina 2
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Tablet Android?
Iscriviti alla newsletter!