Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
23 minuti

Recensione Acer Z35, monitor curvo a 200 Hz con G-Sync

Il monitor Acer Predator Z35 è un 35 pollici con Nvidia G-Sync, ed è in grado di raggiungere un refresh rate fino a 200 Hz.

Recensione Acer Z35, monitor curvo a 200 Hz con G-Sync

Acer Predator Z35

 

 

a front w 600

Introduzione

A un certo punto, prima dell'arrivo di G-Sync e FreeSync, sembrava che i monitor da gioco avessero raggiunto un limite. Le tecnologie di refresh rate variabile rappresentano un grande passo avanti nel processing video, in quanto garantiscono un movimento fluido e un gaming privo di tearing per un maggior numero di utenti, non solo a quelli con le schede video più costose. Pensavamo che gli sforzi dei produttori nei confronti dell'aumento del refresh rate fossero terminati, ma ci sbagliavamo di grosso.

a angle w 600

Recentemente abbiamo provato l'ultimo ROG Swift di Asus, il PG279Q. Non solo offre un'immagine superba frutto del pannello IPS e di Nvidia G-Sync, ma raggiunge un refresh massimo di 165 Hz. Dotato di qualsiasi caratteristica che un gamer possa desiderare, si è meritato il nostro il riconoscimento Tom's Hardware Editor Recommended.

Di recente abbiamo anche provato il BenQ XR3501. Perché si tratta di un monitor degno di nota? Perché è basato su un pannello VA ad alto contrasto da 35 pollici e ha una curva 2000R. Con un refresh rate a 144 Hz è un prodotto adatto ai giocatori, ma è privo di G-Sync o FreeSync, l'unica falla di un monitor altrimenti stellare.

Oggi diamo uno sguardo all'Acer Predator Z35. Combina l'ottimo pannello dell'XR3501 e l'insieme completo di caratteristiche del PG279Q. Inoltre, alza l'asticella a un nuovo livello: 200 Hz.

Specifiche

Chi guarda subito alle specifiche avrà notato la risoluzione di 2560x1080 pixel. Non eravamo entusiasti di vederla sull'XR3501, ma dopo averci giocato per un po' la minore densità di pixel è diventata un problema secondario. Continuiamo a ritenere che il contrasto sia il fattore più importante nella qualità d'immagine, non la risoluzione. E questo Z35 non fa differenza.

Acer Predator Z35
Tipo di pannello e retroilluminazione Curved AMVA / W-LED, edge array
Dimensione & Aspect Ratio 35 pollici / 21:9
Risoluzione massima & refresh 2560x1080 @ 144 Hz (200 Hz con OC)
Profondità colore nativa & Gamut 8-bit / sRGB
Tempo di risposta (GTG) 4ms
Luminosità 300cd/m2
Speaker 2 x 9 watt con modalità DTS
Ingressi video 1 x DisplayPort 1.2a 1 x HDMI 1.4
Audio Uscita cuffie 3,5 mm
USB v3.0 - 1 x up, 4 x down
Consumo 47 watt tipici, 0,5 watt standby
Dimensioni pannello con base 844 x 555-685 x 300 mm
Spessore pannello 135 mm
Raggio curva 2000 mm
Ampiezza cornice 14-26 mm
Peso 12,7 kg
Garanzia 3 anni

Come vedrete nei test, questo monitor ha una gamma dinamica persino maggiore del BenQ. Complimenti agli ingegneri di Acer per aver estratto maggiori prestazioni dallo stesso pannello AU Optronics. L'uscita luminosa e l'accuratezza colore sono circa al livello dell'XR, ma lo Z35 aggiunge G-Sync e un refresh rate massimo a 200 Hz.

Il refresh rate nativo del pannello è 144 Hz, ma un'opzione di overclock nell'OSD permette agli utenti di arrivare a 200 Hz. Non c'è garanzia di stabilità con Acer. Il sito dell'azienda suggerisce di abbassare il refresh se si verifica qualche problema. Noi, durante la prova, non abbiamo ravvisato problemi. Il nostro sample ha lavorato a 200 Hz tutto il giorno senza intoppi.

Oltre al G-Sync avete anche ULMB con un'ampiezza d'impulso variabile a 100 passi. Abbiamo riscontrato che questa soluzione è davvero efficace nel migliorare il dettaglio e la risoluzione del movimento. L'unica avvertenza è che dovrete aumentare il controllo di luminosità perché l'uscita luminosa viene ridotta di quasi la metà con l'impostazione meno aggressiva.

Sulla carta lo Z35 è quasi perfetto. Alcuni avranno da ridire sulla risoluzione verticale di 1080 pixel, ma prima di giudicare…provate voi stessi! L'immagine è incredibile e fluida.

Confezione e accessori

Lo Z35 è un monitor enorme consegnato in una confezione abbastanza grande con una maniglia in alto. La scatola protegge adeguatamente il contenuto e il pannello curvo è totalmente avvolto da una schiuma rigida. L'assemblaggio consiste di una base a incastro in plastica-metallo, che si fissa al montante e si blocca con un dado.

Un grande alimentatore esterno si occupa di far funzionare il prodotto. Data la mole dello chassis pensavamo ci sarebbe stato spazio per un'unità interna, ma a quanto pare tutti gli schermi curvi si accompagnano a unità esterne. In questo caso abbiamo un connettore angolare che è abbastanza difficile da far combaciare con l'ingresso recesso nel pannello. Un collegamento dritto avrebbe avuto più senso.

Gli accessori in bundle includono cavi USB 3.0, DisplayPort e HDMI insieme a una guida rapida. Il manuale utente può essere scaricato dal sito di Acer.

Il prodotto

La prima volta che abbiamo visto la base ci ha ricordato un boomerang di quelli da film di fantascienza. Le parti rosse sono in alluminio anodizzato e le aree nere sono in plastica dura su un cuore in metallo. Una volta collegato al montante il tutto diventa un solido monolite. La qualità costruttiva è da monitor di fascia alta.

a front w 600

Avrete bisogno di uno spazio piuttosto ampio sulla scrivania per ospitare lo Z35. Lo strato anti riflesso non cancellerà del tutto i riflessi, anche se la curva mitiga l'effetto. Comunque, non abbiamo avuto problemi nel vedere un'immagine adeguatamente saturata anche nel nostro ufficio illuminato dal sole.

I controlli consistono di due tasti rivolti verso il basso che si possono usare facilmente senza guardarli. Il click è soddisfacente, anche se un joystick sarebbe stata un'aggiunta gradita. Un bagliore morbido giunge da una luce nella parte bassa del pannello, e può essere modificata per colore, luminosità ed effetti di pulsazione.

a side w 600

Lo Z35 è uno dei pochi monitor curvi a offrire la modifica dell'altezza. Nonostante il suo peso il pannello si muove facilmente, ed è stabile. È anche possibile inclinarlo indietro di 25 gradi e fare altrettanto in avanti, ma di 5 gradi. È agevolmente uno degli stand migliori che abbiamo visto sinora.

a back w 600

Lo stile da velivolo spaziale si estende nella parte posteriore dove troverete grandi aree di plastica rossa che agiscono come feritoie di ventilazione. Le aperture sono generose e ospitano principalmente speaker DTS da 9 watt. Offrono un volume e una presenza superiore ai monitor classici, ma il fatto che non suonano in avanti impatta sulla loro qualità. Il suono viene smorzato anche se è migliore rispetto alla norma.

a inputs w 600

Il pannello con ingressi rivolti verso il basso è recesso, e questo lo rende complicato da raggiungere, specialmente se si considera il connettore di alimentazione ad angolo, che non ha senso. Gli ingressi video includono una DisplayPort 1.2a e una HDMI 1.4. Dovrete usare la prima per far funzionare G-Sync e arrivare a 200 Hz, e sarà necessaria una GTX 650 Ti Boost o superiore. Potete usare G-Sync fino a 144 Hz se avete una GTX 650 Ti. La HDMI permette di far funzionare lo Z35 a 60 Hz. A destra degli ingressi video c'è un jack per le cuffie.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Monitor?
Iscriviti alla newsletter!