Recensione Alcatel 5, design audace e tanta concretezza

Costruzione, schermo, prestazioni e autonomia

Costruzione, schermo, prestazioni e autonomia

Alcatel 5

 

Alcatel 5 cerca di differenziarsi dalla concorrenza con un design particolare, che può rappresentare il punto di forza o il punto debole a seconda dei gusti. La presenza della dual-camera anteriore strizza l'occhio al pubblico più giovane.

Alcatel 5

Alcatel 5 è uno smartphone che mostra il meglio di sé con il passare del tempo. La scheda tecnica non fa certamente gridare al miracolo, e alcune mancanze fanno storcere il naso. L'esperienza utente è però soddisfacente, ed in generale è un dispositivo che risulta piacevole da utilizzare. Il vero punto è l'affollamento che caratterizza il segmento di mercato in cui si colloca questo dispositivo.

Si perchè Alcatel 5 ha un prezzo di listino di 229 euro. Una cifra un pò elevata considerando le specifiche hardware, ma che è già diminuita nei vari store, scendendo sotto i 200 euro. Certo, oggi bisogna fare i conti, tra gli altri, anche con Xiaomi, che ormai ha fatto irruzione in Europa con una politica prezzi aggressiva. Ecco dunque puntare soprattutto sul design, probabilmente il vero tratto distintivo di questo smartphone.

DSC00648 copia

Costruzione ed ergonomia

Non ci sono dubbi sul fatto che, da un punto di vista estetico, Alcatel 5 provi a differenziarsi rispetto ai concorrenti. Frontalmente, alla cornice superiore particolarmente pronunciata (che, tra gli altri sensori, ospita anche una dual-camera), fanno da contraltare i bordi molto risicati degli altri tre lati. Ne viene fuori un design originale, audace per certi versi, che amerete oppure odierete a seconda dei gusti.

DSC00604 copia

Alcatel ha riposto una certa cura per alcuni dettagli, come le finiture del tasto di accensione e della corona che circonda la fotocamera posteriore, mentre altre scelte costruttive convicono meno: la finitura della back cover in policarbonato, pensata per simulare l'effetto del metallo, finisce per restituire alla stessa un aspetto un pò cheap.

L'utilizzo del policarbonato per la scocca però non deve ingannare. Alcatel 5 risulta estremamente solido tra le mani, e la finitura satinata della back cover ha il vantaggio di non trattenere le impronte. Si tiene bene in mano, i pulsanti fisici sono perfettamente raggiungibili con le dita così come il sensore biometrico (posizionato sul retro), non è scivoloso.

DSC00597 copia
DSC00598 copia

La riduzione dei bordi su tre lati, in abbinata al rapporto di forma in 18:9, fanno sviluppare in lunghezza Alcatel 5, rendendolo maneggevole nonostante i 5,7 pollici. Il peso di 144 grammi è ben distribuito, ed in generale la sensazione al tatto è piacevole, anche se ovviamente lontana da uno smartphone di fascia alta.

Schermo e audio

Anche in questo caso, la scheda tecnica può trarre in inganno rispetto all'effetiva resa del pannello. Alcatel 5 è infatti equipaggiato con uno schermo da 5,7 pollici HD+ (1.440 x 720 pixel), realizzato con tecnologia IPS LCD. Si tratta di un display con una buona luminosità, gestita da un sensore che fa bene il proprio dovere.

DSC00653 copia

La resa cromatica è convincente, mentre stupisce in senso positivo la visibilità all'aperto, complice anche l'ottimo trattamento oleofobico del vetro anteriore. Buoni gli angoli di visuale, mentre la risoluzione, adeguata nell'utilizzo quotidiano, può mostrare il fianco nella fruizione di determinati contenuti multimediali. In generale, un pannello godibile.

Per quanto riguarda la parte audio, Alcatel 5 può fare affidamento su un unico speaker, posizionato sul lato inferiore. La qualità è nella media, nulla di più, mentre il volume è sufficientemente alto. Discorso analogo per l'esperienza in cuffia, che si avvantaggia della presenza di un jack audio da 3.5 mm.

DSC00599 copia

L'audio in chiamata, attraverso la capsula auricolare, è anch'esso nella media. Ho trovato la ricezione un pò ballerina, nulla di eclatante ma certamente inferiore rispetto ad alcuni smartphone che fanno di questo aspetto un punto di forza. La connettività può contare sul supporto Dual-SIM, sul Bluetooth 4.2, sulla radio FM, sul GPS GLONASS, sulla porta USB Type-C. Mancano però il Wi-Fi dual-band e l'NFC.

Prestazioni e autonomia

Il cuore pulsante di Alcatel 5 è il SoC MediaTek 6750, accoppiato a 3 GB di RAM. Una piattaforma hardware che abbiamo già imparato a conoscere a bordo di tanti altri smartphone, in grado di garantire prestazioni accettabili nelle operazioni quotidiane e una buona dissipazione termica, con la back cover che praticamente non scalda mai.

Schermo 5,7 pollici HD+, 1.440 x 720, IPS LCD, 18:9
SoC MediaTek 6750
RAM 3 GB
GPU Mali-T860MP2
Storage 32 GB espandibili tramite micro-SD
Fotocamera anteriore Dual-camera, 13 MP f/2.0 + 5 MP grandangolare
Fotocamera posteriore 12 MP f/2.2, flash LED dual-tone, registrazione video Full-HD 30 fps
Connettività Dual-SIM, Bluetooth 4.2, Wi-Fi b/g/n, GPS A-GLONASS, radio FM
Reti LTE cat.4, Bande 1, 3, 7, 8, 20, 28
Sicurezza Sensore biometrico sul retro, riconoscimento del volto
Batteria 3.000 mAh
Ricarica USB Type-C, ricarica standard
Sistema operativo Android 7.0 Nougat
Dimensioni 152.3 x 71.1 x 8.4 mm 
Peso 144 grammi
Colori Black, Gold
Prezzo 229 euro

La navigazione web (browser Google Chrome) è abbastanza fluida, mentre in ambito gaming la combinazione hardware soffre un pò. Non ci sono dubbi sul fatto che alcuni smartphone concorrenti offrano maggiore potenza con il medesimo prezzo (in alcuni casi anche meno), ma in generale Alcatel 5 risulta godibile.

Leggi anche: Alcatel al MWC 2018, smartphone per tutte le tasche

Per quanto riguarda l'autonomia, lo smartphone è nettamente migliorato grazie a un update di sistema ricevuto la scorsa settimana. Con il mio utilizzo (misto tra LTE e Wi-Fi, 2 account mail in push, centinaia di notifiche dai social ed app di messaggistica istantanea, circa 1 ora di telefonate) sono riuscito a raggiungere le 3 ore e 45/4 ore di schermo acceso.

Screenshot 20180410 010219
Screenshot 20180410 010234
Screenshot 20180410 010225

Tutto questo con una batteria da 3.000 mAh, inevitabilmente agevolata dalla risoluzione dello schermo. Un buon risultato insomma che, salvo utilizzi particolarmente stressanti, vi consentirà di completare agevolmente la giornata.

Software, fotocamera e conclusioni

Alcatel 5 arriva sul mercato con a bordo Android 7.0 Nougat. Considerando la commercializzazione nel 2018, avrei gradito la presenza di Oreo nativo. Graficamente l'azienda interviene in maniera importante nella personalizzazione del sistema operativo, offrendo un aspetto che si discosta dall'esperienza stock del robottino verde.

Screenshot 20180410 122501
Screenshot 20180410 122517
Screenshot 20180410 122529

Personalmente non ho apprezzato particolarmente la rivisitazione delle icone, ma in questo caso si tratta di gusti soggettivi. Carina la possibilità di far scomparire, in qualsasi momento, i tasti di navigazione, così da poter utilizzare a pieno la superficie dello schermo. Molto utile la funzionalità che consente di adattare automaticamente i video al rapporto di forma in 18:9.

Leggi anche: Guida all'acquisto dello smartphone

Le app di sistema, come il Meteo e il File Manager, sono ben curate da un punto di vista grafico, risultando intuitive nell'utilizzo. Certo, non siamo difronte alla migliore personalizzazione Android presente sul mercato, ma in ogni caso il software non crea particolari grattacapi nell'utilizzo quotidiano.

Screenshot 20180410 122633
Screenshot 20180410 122626
Screenshot 20180410 122644

Menzione a parte per i sistemi di sblocco. Il sensore biometrico, posizionato sul retro, è abbastanza preciso ma poco veloce nel far accedere alla Home. Il riconoscimento del volto invece è sorprendentemente funzionale anche se, non avendo un hardware ad-hoc come iPhone X, soffre inevitabilmente nelle situazioni di scarsa luminosità.

Fotocamera

Sul retro è stata integrata una fotocamera da 12 MP con obiettivo f/2.2, accoppiata a un flash LED dual-tone e in grado di scattare fino a 16 MP grazie a un sistema di interpolazione. La resa è esattamente quella che ci si attende da uno smartphone in questa fascia di prezzo, nè più nè meno. Gli scatti in diurna sono più che sufficienti, mentre in notturna subentra del rumore, anche se la gestione delle luci artificiali è convincente.

DSC00594 copia

Alcatel 5 può inoltre contare su una dual-camera anteriore, con sensore principale da 13 MP accoppiato a uno secondario da 5 MP grandangolare. I selfie sono di buon livello, mentre mi sarei aspettato qualcosa di più dall'effetto bokeh, vista la presenza del doppio sensore. I video vengono girati fino alla risoluzione Full-HD a 30 FPS e, esattamente come il comparto fotografico, sono senza infamia e senza lode.

IMG 20180409 230820
IMG 20180407 165039
IMG 20180311 152900
IMG 20180311 152700
IMG 20180408 235509
IMG 20180408 185206
IMG 20180407 165827
IMG 20180311 152943
IMG 20180408 193450
IMG 20180409 225304

Conclusioni

Non è semplice poter valutare questo Alcatel 5, fondamentalmente in merito al segmento di mercato a cui fa riferimento. Come detto in apertura, la scheda tecnica non deve trarre in inganno, in quanto l'esperienza utente convince, contestualizzata ovviamente al prezzo di listino. Discorso analogo per il design, che tenta comunque di differenziarsi.

DSC00650 copia

Di contro però ci sono smartphone concorrenti che riescono a offrire di più al medesimo prezzo, in alcuni casi anche meno. I 229 euro di listino sono un pò troppo elevati, ma è già possibile acquistare Alcatel 5 a cifre più basse, circa 175 euro attraverso Amazon per la colorazione Gold, una cifra che restituisce un senso maggiormente compiuto al prodotto.

A patto di acquistarlo a un prezzo adeguato, può essere la scelta giusta per chi è alla ricerca di uno smartphone in grado di offrire un design diverso da tutti gli altri, che possa essere riconoscibile, senza comunque rinunciare a un'esperienza di utilizzo soddisfacente.


Tom's Consiglia

Il Huawei P20 Pro è disponibile all'acquisto attraverso Amazon con già 50 euro di sconto rispetto al prezzo di listino.

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE