Recensione aspirapolvere robot Neato Botvac D7 Connected

Neato Robotics Botvac D7 Connected

 

Neato D7, robot aspirapolvere connesso e intelligente.

71l93fjD5IL  SL1500

Neato D7 è la proposta di fascia alta dell'azienda statunitense per il mercato degli aspirapolvere robot. Dotato di connettività wi-fi, mappatura dell'area di lavoro e la particolare forma a D che, a detta dell'azienda, aiuta l'aspirapolvere a raggiungere in maniera migliore tutti gli angoli della casa dove i concorrenti dotati di forma circolare hanno maggiore difficoltà. Un robot quasi senza compromessi, con tanta potenza proposto con un prezzo di listino di 899,99 euro.

Design e materiali

Il Neato D7, rispetto al D5 che avevamo già provato, si differenzia esteticamente per uno schema di colori diverso. La parte superiore è infatti color argento e rende il D7 un po' più elegante. Costruito interamente in plastica, nella parte superiore troviamo un singolo pulsante, varie spie che ne segnalano il funzionamento, lo sportello d'accesso per il serbatoio e la classica torretta che nasconde uno scanner laser, necessario per la funzione di mappatura.

neato botvac d7 connected 16

Nella confezione vengono fornite la striscia che fa da muro virtuale, superflua però grazie alle funzioni avanzate del robot, e una piccola spazzolina che ci aiuta nelle operazioni di manutenzione.

Nella parte inferiore spicca la grande spazzola, lunga ben 27,5cm che alterna una setola in silicone con normali setole in materiale sintetico, per favorire una migliore raccolta dello sporco. Si notano le due ruote motrici e nella parte anteriore i sensori anti-caduta.

neato botvac d7 connected 08
Spazzola principale

La base di ricarica, rispetto ad altri concorrenti, è molto grande con dimensioni di 27,3 x 12 x 6 cm.

Rispetto al modello di accesso D3, anche il D7 come il D5 presenta una piccola spazzola laterale, che permette maggiore efficienza nella pulizia degli spigoli.

neato botvac d7 connected 09
Spazzolina laterale

La connettività prevede un modulo Wi-Fi compatibile con reti a 2,4 e 5GHz e la compatibilità con gli assistenti vocali tra cui Alexa e Google Home. Purtroppo quest'ultima caratteristica non è ancora disponibile in italiano, ma confidiamo che arrivi entro la fine dell'anno.

Applicazione e software

Nel corso dei mesi l'applicazione di Neato, disponibile sia per Android che per iOS, ha subito vari aggiornamenti che ne hanno migliorato in maniera netta sia l'usabilità che il design. L'interfaccia è moderna e in linea con le più recenti linee del Material Design.

Leggi anche: Inquinamento Indoor: rischi, soluzioni e il ruolo del purificatore.

La prima operazione da fare sarà quella di creare un account, dopodichè si procede alla configurazione del robot, che andrà connesso alla rete Wi-Fi. Durante queste operazioni abbiamo incontrato qualche difficoltà tecnica, in quanto o l'aspirapolvere non rilevava la rete, oppure la configurazione non andava a buon fine. Sono dunque stati necessari alcuni tentativi prima di poter usare il dispositivo con l'applicazione nel pieno delle sue funzionalità.

1 JPG
2 JPG
3 JPG
4 JPG

Tramite la Home dell'applicazione potremo far partire il robot, controllare la mappa e decidere la modalità di pulizia tra modalità normale e turbo, che aumenta la potenza di aspirazione e conseguentemente anche il rumore.

Tramite il menu laterale possiamo invece controllare il piano pavimento e soprattutto far partire la scansione. Tale funzione farà fare un ciclo di pulizia completo, dopo il quale avremo una mappa completa della nostra casa. Sempre dall'applicazione potremo poi gestirla, ovvero andare a definire quali zone far pulire e quali rendere inaccessibili. Ciò rende dunque superflua la presenza dei muri virtuali, una cosa positiva in quanto non saremo costretti a posizionare antiestetiche strisce sul nostro pavimento.

neato botvac d7 connected 11

Per ultimo, l'applicazione permette di controllare i componenti soggetti a usura, fornisce indicazioni sul riempimento del serbatoio e notifica quando il robot ha terminato la pulizia, oltre che a registrare una serie di statistiche relative al tempo medio e all'area pulita.

Non mancano poi le classiche funzioni di programmazione giornaliera e per orario, oltre alla possibilità di far partire il robot da remoto.

Funzionamento

Avviata la pulizia il robot si staccherà dalla base, si allontanerà di circa 20 cm e farà un giro attorno al proprio asse. Questa operazione serve affinchè i raggi laser possano scannerizzare la stanza di partenza, permettendo così al robot di capire la sua posizione e soprattutto di individuare con precisione tutti gli ostacoli. Quando si muove infatti, a meno di oggetti molto piccoli, il Neato D7 non urta tavoli, muri e mobili, ma si avvicina delicatamente per poi cambiare autonomamente direzione.

neato botvac d7 connected 03
Torretta con laser di mappatura

Il sistema di navigazione segue una logica a spirale, che viene coperta due volte dal robot in modo da assicurare una pulizia profonda. Lo scanner nel frattempo continua a far funzionare i laser che così consentono al robot di calcolare il percorso più breve possibile per andare attorno agli ostacoli e muoversi tra una stanza all'altra.

Al contrario di quanto avviene su alcuni concorrenti, che su pavimenti scuri o al buio hanno non poche difficoltà, il sistema brevettato da Neato ne permette il funzionamento anche in completa oscurità, senza alcuna perdita di efficacia.

neato botvac d7 connected 17
Spie disponibili

In termini di pulizia la grande spazzola e la spazzolina fanno egregiamente il loro lavoro, rimuovendo anche film sottili di polvere, ma soprattutto stupisce la potenza di aspirazione, in grado di pulire molto in profondità.

Tale caratteristica, inevitabilmente, fa sì che il rumore prodotto dall'aspirazione sia molto elevato e a ciò si aggiunge il rumore del rotolamento delle spazzole contro il pavimento. Difficilmente dunque potremmo consigliarne l'uso in un ufficio durante l'orario di lavoro, ma se lo fate partire mentre siete fuori casa, nessun problema.

In circa tre mesi d'uso non ci è mai successo che il robot si perdesse o non tornasse alla base; solo un paio di volte si è incastrato ma per una nostra noncuranza. In tal caso è arrivata prontamente la notifica che ci ha avvisato di aiutare il robot a tornare alla base.

neato botvac d7 connected 14
Altezza complessiva

L'autonomia è più che sufficiente per pulire un appartamento da circa 100 o 130 metri quadrati a seconda della disposizione delle stanze e della modalità usata. La caratteristica che più sorprende è però la velocità di funzionamento: il D7, grazie al suo sistema di mappatura e ai sensori laser, impiega circa la metà del tempo per pulire la stessa area rispetto ad altri aspirapolvere di fascia alta.

Leggi anche: Test aspirapolvere senza fili Dyson V10 Absolute: Il migliore.

Purtroppo, come tutti i robot aspirapolvere, se avete tappeti a frange lunghe dovrete fare in modo che il D7 non le raggiunga, altrimenti si incastrerà. Nessun problema con i dislivelli: le ruote motorizzate aiutano a far superare anche ostacoli discretamente alti (2-3 centimetri).

Verdetto

Il Neato D7 rispetta tutti i dettami che un robot aspirapolvere nel 2018 deve avere. Mappatura e gestione completa dell'area di lavoro, controllo remoto tramite applicazione e possibilità di programmazione. Applicazione facile da usare e completa. Ma ci sono comunque alcune criticità. La prima, e probabilmente quella che meno andrà a incidere sulla decisione finale, è la mancanza di compatibilità con Google Home in italiano.

neato botvac d7 connected 15

Poi c'è la questione della particolare forma scelta da Neato, il "D-shape": se da un lato è vero che per quanto riguarda angoli e spigoli l'efficacia è maggiore, dall'altro tale design comporta un maggiore ingombro, che nel caso di spazi più difficili da raggiungere crea maggiore e difficoltà.

Difficile stabilire se una forma sia meglio dell'altra, dipende molto dalla tipologia di appartamento in cui verrà utilizzato e soprattutto dagli ingombri interni. L'aspirazione è sempre potente ed efficace, e in generale l'uso è più che soddisfacente.

Il prezzo di 899,99 euro è allineato alla concorrenza, non di certo economico, ma in linea con quanto offerto, considerando le funzioni di mappatura avanzata.


Tom's Consiglia

Funzione di mappatura con metà del budget? Se siete disposti a rinunciare anche a un pò di potenza, l'Ecovacs Robotics Deebot 900 ha tante funzionalità smart.

Pubblicità

AREE TEMATICHE