Hot topics:
15 minuti

Recensione Assassin's Creed Origins, viaggio in Egitto

Assassin's Creed Origins è il decimo capitolo della saga iniziata da Ubisoft nel 2007. Pronti a scoprire come sono nati gli Assassini?

Recensione Assassin's Creed Origins, viaggio in Egitto

La nascita degli Assassini

Assassin's Creed Origins

 

Dopo un anno sabbatico la saga di Assassin's Creed ritorna con il capitolo Origins, che ci riporta indietro ai tempi dell'Antico Egitto quando furono poste le basi della Confraternita degli Assassini.

Assassin's Creed Origins

Assassin's Creed Origins è il decimo capitolo di una saga incominciata altrettanti anni fa, ma che col tempo ha però perso quell'innovazione iniziale che ne aveva decretato il successo. Per rimescolare le carte in tavola Ubisoft Montreal, lo studio che si è occupato dello sviluppo, si è preso il tempo necessario per rinnovare le meccaniche di gioco senza però stravolgerne l'inconfondibile stile.

Origins, come intuibile dal nome, narra le vicende che danno origine alla Confraternita degli Assassini durante l'ultimo periodo dell'Egitto tolemaico. Questo "ritorno alle origini" ci mette nei panni del medjay Bayek, guerriero d'elitè al servizio del faraone. È una figura ormai praticamente scomparsa a causa del declino delle tradizioni egizie sotto il dominio greco e romano.

La vita scorre tranquilla, finché, come da copione, non avviene un evento sanguinoso e drammatico che spinge il protagonista alla ricerca di vendetta. Gli autori hanno preferito optare per un incipit narrativo classico, che non brilla certamente per originalità ma offre una valida motivazione per uccidere cattivi a non finire.

Assassin's Creed® Origins 20171101103317

L'intera trama è senza lode e senza infamia. Avanza piacevolmente ma chi si aspetta di conoscere nel dettaglio le origini degli Assassini resterà in parte deluso. Il salto della fede, la lama celata e l'anulare mozzato sono alcuni degli elementi simbolo di Assassin's Creed, però non c'è un reale motivo per la loro introduzione che non sia legato all'addestramento da medjay di Bayek o il puro e semplice caso.

Forse si tratta solo di pignoleria, ma ci saremmo aspettati qualche soluzione più ingegnosa assieme a maggiori dettagli sulla Prima Civilizzazione. Tolti quindi gli intrighi politici e qualche colpo di scena, la storia avanza senza grosse sorprese, portandoci però a conoscere figure storiche del periodo e a visitare luoghi simbolo come le piramidi di Giza.

Un discorso molto simile si può fare anche per Bayek. È un protagonista unidimensionale, spinto solo dalla vendetta, così come la moglie Aya che impersoniamo durante alcune sessioni. Non si tratta di personaggi carismatici, ma nel complesso le loro motivazioni sono più che sufficienti per poterli comunque apprezzare e immedesimarsi nelle loro vicende.

Assassin's Creed® Origins 20171101104857

Assassin's Creed Origins propone anche alcuni momenti ambientati nel presente, durante i quali controlliamo la ricercatrice dell'Abstergo Layla Hassan. Queste sessioni fuori dall'Animus non offrono molto in termini di trama se non fosse per l'immancabile cliffhanger finale che lascia aperta la vicenda.

L'ambientazione egizia di Origins è fantastica, ma la struttura narrativa è debole e non particolarmente originale, con qualche guizzo inaspettato qua e là. Tuttavia è longeva e chi è più interessato al gameplay avrà pane per i propri denti con 35 ore di gioco necessarie per completare la storia - e anche un buon numero di attività collaterali, che ha portato la nostra percentuale di completamento al 75%.

Assassin's Creed Origins - PS4 Assassin's Creed Origins - PS4
   
Assassin's Creed Origins - Xbox One Assassin's Creed Origins - Xbox One
   

Un nuovo vecchio gameplay

Assassin's Creed Origins, come già accennato, porta con sé alcuni miglioramenti alle meccaniche di gioco pur mantenendo lo stile che caratterizza la saga. Per prima cosa, ora è possibile scegliere fra tre livelli di difficoltà e il più alto riesce anche a offrire un livello di sfida leggermente più impegnativo - il nostro consiglio è di impostare da subito la partita su difficile.

Più è alta la difficoltà maggiore è la resistenza e il danno inflitto dai nemici, che si traduce in combattimenti più lunghi dove basta una distrazione o un attacco al momento sbagliato per essere uccisi. Con R1 e R2 si eseguono rispettivamente attacchi leggeri e pesanti, con quadrato si schiva, con cerchio si rompe la guardia e si contrattacca, con L1 si para e infine con L2 si usa l'arco.

Abbiamo anche un attacco Ultra, che si può attivare premendo R1 e R2 quando la barra dell'adrenalina è carica e che corrisponde a un singolo colpo con annessa animazione o a una temporanea modalità berserker a seconda dell'arma in uso.

Assassin's Creed® Origins 20171102220706

Gli sviluppatori hanno curato bene i combattimenti che risultano quindi fluidi e se non si presta la dovuta attenzione i nemici più forti posso ucciderci con facilità. Alcune tipologie di avversari usano infatti lo scudo ed è necessario eseguire un colpo preciso per farli vacillare e ferirli, facendo però attenzione al loro contrattacco in grado di ridurre drasticamente la nostra barra della vita (o sincronizzazione, se preferite).

Stavolta bisogna inoltre fare molta attenzione agli arcieri nemici. La loro abilità nell'usare armi da tiro a piedi o a cavallo è letale, rendendoli i primi bersagli da eliminare per non diventare un puntaspilli.

Naturalmente non si tratta di nulla di insormontabile, anche se alcune battaglie con i boss ci hanno costretto a riavviare più volte la partita a causa dei loro attacchi molto forti. A conti fatti, Origins trae ispirazione dai titoli open world più recenti fra cui l'acclamato The Witcher 3, però continua ad avere un'intelligenza artificiale deficitaria e poco aggressiva.

Assassin's Creed® Origins 20171104174557
I medjay non uccidono gli innocenti, tranne quando usano per sbaglio il veleno su un cadavere in mezzo a una strada trafficata...

Come sempre i nemici tendono a colpire uno alla volta e quando eseguiamo un attacco Ultra tutti gli avversari non fanno altro che attendere il termine della mossa. Un letale fair play che riduce notevolmente la difficoltà, ma dopotutto questo è ormai uno dei marchi di fabbrica di Assassin's Creed che può piacere o meno.

Non possono ovviamente mancare le uccisioni furtive e in questo caso la "stupidità" dell'IA si fa sentire ancora di più. Anche escludendo l'incapacità degli avversari di riuscire a vederci dietro un tavolo più basso di noi o in mezzo a poca erba alta, che fa supporre una miopia generale, i nemici ignorano i propri compagni caduti e non corrono reattivamente a chiedere aiuto.

In realtà ciò offre una grande libertà d'azione, mischiando stealth e assalti a viso scoperto, permettendoci di sfruttare la grande quantità e varietà di armi a disposizione. Abbiamo infatti sette tipologie di armi corpo a corpo e quattro di archi.

Spade singole e doppie, khopesh, lance, mazze, asce e scettri hanno diverse animazioni, forza d'impatto, velocità e attacco finale, assieme a tante forme e qualità differenti che consentono una grande personalizzazione estetica di Bayek e lo stesso vale anche per gli scudi.

Assassin's Creed® Origins 20171105152950

Gli archi, molto semplici da usare dato che la freccia raggiunge esattamente il punto in cui si mira senza doverci preoccupare della traiettoria, si suddividono invece fra quelli da cacciatore, leggeri, da guerra e da predatore. Ognuno offre un diverso modo di lanciare le frecce: si può caricare il colpo, lanciarne a ripetizione o più di una assieme oppure mirare ingrandendo la visuale.

Ogni giocatore può approciare le continue battaglie nel modo che preferisce e siamo rimasti molto soddisfatti dalla grande quantità di armi disponibili. Le armature invece meritano un discorso a parte: sono elementi totalmente scenici, così come le cavalcature, e per migliorare le statistiche di Bayek bisogna raccogliere i materiali grezzi attraverso la caccia o riciclando l'equipaggiamento e utilizzarli per migliorare più volte alcuni pezzi irrimovibili del nostro vestiario, senza però influenzare l'estetica.

Un'altra possibilità che abbiamo particolarmente apprezzato è quella di potenziare le armi da un fabbro per portarle al nostro livello attuale. In questo modo, se uno strumento di morte ci piace possiamo anche utilizzarlo per tutta la partita.

Assassin's Creed Origins - PS4 Assassin's Creed Origins - PS4
   
Assassin's Creed Origins - Xbox One Assassin's Creed Origins - Xbox One
   
Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #PlayStation?
Iscriviti alla newsletter!