Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su Guide ai regali di Natale
16 minuti

Recensione Asus ZenFone Zoom

L'Asus ZenFone Zoom è uno smartphone da 5,5 pollici che cerca di convincere il pubblico con una fotocamera dotata di zoom ottico e controlli manuali avanzati. Purtroppo non riesce a fare foto davvero spettacolari e costa più di quanto dovrebbe.

Recensione Asus ZenFone Zoom

Asus ZenFone Zoom

L'Asus ZenFone Zoom è uno smartphone da 5,5 pollici con un modulo fotografico molto grande, zoom ottico 3X e controlli manuali molto avanzati. 

asus zenfone zoom 1

Nota: quella che state per leggere è la recensione pubblicata dai nostri colleghi di Android Central. Non sono presenti i benchmark e le analisi tecniche, che aggiungeremo a questo articolo non appena avremo a disposizione il dispositivo nella sede italiana. 

Chiunque abbia avuto lo Zenfone 2 tra le mani sa che Asus sta facendo alcune cose incredibilmente buone con gli smartphone Android. L'azienda ha sorpreso ed eccitato con il primo modello, e ha continuato a farlo durante lo scorso anno, mostrando di non temere esperimenti con design e hardware insoliti, per creare esperienze nuove e interessanti. Se si considera lo ZenFone 2 un punto di partenza, l'aggiunta di autofocus laser e materiali migliori nei modelli successivi ha svelato rapidamente il progresso dell'hardware. Ora l'ultima versione prende tutta quell'inventiva e la concentra sulla fotocamera.

zenfone zoom white 0

L'Asus ZenFone Zoom è più di uno ZenFone 2 con una fotocamera insolita, anche se sarebbe naturale pensarlo. È un telefono progettato completamente per persone che vogliono divertirsi con la fotocamera, in particolare quelli che sanno muoversi nelle complesse impostazioni di una DSLR. Una buona parte di quell'esperienza si può riprodurre con il software – ed è ciò che accade – ma ci sono anche zoom ottico 3X, una cucitura dietro che aiuta a impugnare il dispositivo con una mano sola e pulsanti per il controllo dello zoom e lo scatto; tutti elementi che completano il quadro come mai nessun'altra azienda ha fatto prima, non in maniera tanto completa almeno.

Fare un telefono che somiglia a una macchina fotografica, comunque, non equivale a fare un telefono che farà certamente fotografie eccezionali. L'ultimo anno è stato incredibile per quanto riguarda l'evoluzione della fotografia con gli smartphone, ma dobbiamo ancora vedere qualcosa di davvero impressionante da parte di Asus. Sembra che lo ZenFone Zoom debba servire a colmare tale lacuna, ed è quello che verificheremo nelle prossime pagine.

Per questa recensione abbiamo usato uno ZenFone Zoom (ASUS_Z00XS) con 4 GB di RAM e 64 GB di archiviazione. È sempre stato collegato alla rete LTE dell'operatore statunitense T-Mobile, a Baltimora, Maryland. Copertura e forza del segnale erano sempre molto generosi. Era installato Android 5.0 (build number 2.25.40.36), con la patch di sicurezza pubblicata a gennaio 2016.

Hardware

Asus si è concentrata molto sui prodotti economici, qualche volta esagerando sul versante "economico". In qualche modo bisogna ridurre le spese, e questo di solito significa plastica flessibile e una qualità costruttiva meno che discreta, con scricchiolii e diverse piccole differenze tra un elemento e l'altro – segno che design e produzione non sono certo ad alta precisione.

zenfone zoom open 0
zenfone zoom volume 0
zenfone zoom shutter 0
zenfone zoom headphone 0
zenfone zoom microusb 0

Difetti che si possono tralasciare facilmente di fronte a uno smartphone da 200 euro o meno, ma qui stiamo parlando di 400 euro circa, nell'ipotesi che il prezzo europeo sarà simile a quello statunitense; è quindi doveroso aspettarsi, e pretendere, un assemblaggio a regola d'arte e materiali di prima scelta. Fortunatamente Asus risponde molto bene a tali aspettative.

Intorno allo ZenFone Zoom c'è una cornice di alluminio piacevole al tatto, resistente come ci si aspetterebbe, che offre un'ottima superficie per afferrare il telefono. Dietro abbiamo una cover di plastica ricoperta in pelle, che facilita molto la presa ed è molto gradevole al tatto. Frontalmente, invece, lo ZenFone Zoom è protetto quasi interamente da un pannello di vetro; tranne sotto lo schermo, dove c'è una striscia di plastica lucida appena sotto i tasti capacitivi. Sul lato destro ci sono i pulsanti per attivazione, volume e scatto (otturatore); tutti sono realizzati con un materiale che somiglia all'alluminio della cornice.

Ovviamente l'elemento più rilevante qui è la fotocamera. Il grosso disco metallico che spunta in mezzo alla cover posteriore è bilanciato da una piccola "collinetta" nella parte inferiore, che suggerisce dove impugnare il telefono quando si scatta in modalità ritratto. Questo dettaglio inoltre fa anche da piedino (l'altro è la fotocamera stessa), e permette al telefono di restare in posizione orizzontale quando è poggiato su un tavolo. Un accomodamento che non mette a rischio la lente, tra l'altro, perché è un po' più bassa rispetto al bordo del disco.

Asus è riuscita a inserire uno zoom ottico 3X ed è difficile non restare impressionati.

L'aspetto finale è un po' goffo, ma Asus è riuscita a inserirci uno zoom ottico 3X, la cui lente non si muove mai al di fuori dell'area protettiva. È una scelta di design, e quando si osserva ciò che ha fatto Asus è difficile non restare impressionati. Con la luce giusta e osservando bene è possibile vedere il movimento della lente, che da un punto di vista tecnico è affascinante. Da un punto di vista funzionale, invece, aggiunge un notevole ingombro e peso allo ZenFone Zoom.

Scheda tecnica
Processore Intel Atom Z3590
Memoria RAM 4 GB
Storage 64 / 128 GB (espandibile fino a 128 GB)
Batteria 3000 mAh
Display 5,5" - IPS 1920x1080p
Wi-Fi     Wi-Fi a/b/g/n/ac
Bluetooth 4.0
Fotocamera  13MPx / 5MPx frontale
Sistema operativo Android 5.0 (Asus ZenUI)

Il resto dell'hardware dello ZenFone Zoom non è molto diverso rispetto all'Asus ZenFone 2. Lo schermo da 5,5 pollici 1080p è praticamente identico, e la differenza tra l'Atom Z3580 a 2,3 GHz e l'Atom Z3590 a 2,5 GHz praticamente non si nota nell'uso quotidiano. Entrambi gli smartphone hanno una batteria da 3.000 mAh. La differenza più grande sta nelle dimensioni e nel peso: circa un millimetro in più in ogni dimensione e 15 grammi in più, per fare spazio a questa fotocamera.

Sarebbe fantastico se Asus applicasse questo livello di qualità a tutti i suoi prodotti futuri. Lo ZenFone Zoom è uno smartphone solido, ben realizzato e con una sua unicità di design. Vale la pena anche notare che Asus non ha avuto paura di fare uno smartphone un po' più spesso e pesante del normale, per poter così sperimentare qualcosa di nuovo; una bella scelta, soprattutto considerando che abbiamo anche una batteria di dimensioni generose e un dispositivo (relativamente) facile da impugnare. Se non altro, lo ZenFone Zoom merita un elogio per il fatto di andare contro la moda e i cliché, ottenendo un buon aspetto. 

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!