Recensione BQ Aquaris X Pro

BQ Aquaris X Pro

 

Uno smartphone di ottima qualità sotto ogni punto di vista, ma un po' caro.

712c91GmK2L  SL1500 [1]

Introduzione

DSC 3894

Che cosa vi aspettate da un telefono marchiato come "Pro"? Più prestazioni? Più autonomia? Foto migliori? Design? Impermeabilità? Ognuno di noi probabilmente darebbe una risposta diversa, e se lo domandate alla spagnola BQ la risposta si chiama Aquaris X Pro, uno smartphone da 5,2 pollici che abbiamo provato per qualche giorno. Rispetto alla versione standard, l'Aquaris X, questo modello vanta una fotocamera posteriore di migliore qualità.

Estetica

Il design è identico a quello dell'Aquaris X che abbiamo provato qualche settimana fa.  Abbiamo quindi vetro davanti e dietro, con una robusta cornice in metallo tutto intorno. Il risultato è uno smartphone compatto e relativamente maneggevole, ma non troppo.

DSC 3900

Le cornici e lo spessore infatti si notano rispetto ad altri prodotti, e si può affermare che è tutto sommato grosso per essere un 5.2". Resta tuttavia abbastanza facile da tenere in mano, e nonostante il vetro è solo leggermente scivoloso - non tanto quanto il Nokia 8 se non altro. Sotto allo schermo ci sono tre pulsanti capacitivi che non si illuminano, con mio grande disappunto.

Qualche differenza però c'è: a quanto pare la verniciatura di questo Aquaris X Pro non è delicata come quella del suo "fratello minore". Manca purtroppo la certificazione IP68, ma d'altra parte è ben difficile trovarla entro i 400 euro.

Schermo e Audio

DSC 3892

Ritroviamo lo stesso pannello IPS LCD visto sull'altro smartphone, e lo stesso singolo altoparlante inserito nel lato corto inferiore. Valgono dunque le stesse considerazioni fatte in precedenza: bel pannello, molto nitido e dai colori fedeli e precisi. La luminosità massima non è la più alta possibile ma permette di usare lo smartphone in ogni situazione - grazie anche al trattamento oleofobico e antiriflesso.

Il suono del singolo altoparlante è pulito, sembra studiato per essere un buon vivavoce e lo è. Il volume massimo non è granché.

Prestazioni e autonomia

DSC 3898

La piattaforma hardware è basata sullo Snapdragon 626, SoC di cui abbiamo già avuto modo di parlare. Offre prestazioni adeguate in ogni situazione, può reggere due applicazioni su schermo diviso (se usate questa funzione) e permette di giocare a tutto. Nessun problema da questo punto di vista: esistono sistemi più veloci, ma lo noterà solo chi ne ha esperienza diretta. Rispetto al test fatto sull'Aquaris X sono spariti i rallentamenti e i bug, grazie agli aggiornamenti più recenti.

BQ Aquaris X
Caratteristiche Fisiche
Peso 158 grammi
Dimensioni (HxWxD) 146,5 x 72,7 x 7,8 mm
Connettività
GPS Si
Bluetooth 4.2
Wi-Fi Wi-Fi 802.11b/g/n/ac
NFC Si
3G Si
4G / LTE Si
Velocità LTE Cat 6
Dual sim No
Hardware
Processore Qualcomm Snapdragon 626
Velocità processore 2.2 GHz
Quantità Core 8
Memoria RAM 4
Processore Grafico Adreno 506
Memoria archiviazione 64 GB
Espansione memoria Fino a 200GB
Batteria 3100 mAh
Schermo
Dimensione 5.2 "
Tecnologia IPS LCD
Risoluzione 1080x1920 pixel
Fotocamera
Dimensione Sensore 12 Mpx
Flash Dual LED
Apertura diaframma f/ 1.8
Lunghezza focale 4,36 mm
Fotocamera secondaria
Dimensione Sensore 12 Mpx
Sensori
Accelerometro Si
Luminosità Si
Prossimità Si
Magnetometro Si
Giroscopio Si
Lettore impronte digitali Si
Software
Sistema operativo Android 7
Prezzo
Prezzo di listino 339 euro

Quanto all'autonomia, siamo di fronte a una superstar. È arrivato 19 ore con quasi 5 ore di schermo acceso. E questo considerando un modello d'uso molto più intenso rispetto alla media (vedi nota). Davvero strepitoso, tra i migliori smartphone che possiate comprare se vi interessa l'autonomia.

Come usiamo il telefono

Nei nostri test gli smartphone affrontano uno scenario di utilizzo davvero molto intenso: tre account di posta sempre sincronizzati, Bluetooth e Wi-Fi sempre accessi, Facebook, Instagram, Twitter, Slack e Skype sempre attivi. E durante il giorno ci sta qualche minuto di gaming, streaming video (YouTube, Netflix) e Streaming Audio. Lo schermo è acceso 3-4 ore, a volte di più.

Durante i fine settimana la situazione è simile, a volte con un maggior numero di fotografie, qualche volta con aree a bassa copertura (quindi maggiore consumo di batteria).

Software

DSC 3895

BQ non ha applicato particolari modifiche ad Android 7 (disponibile l'aggiornamento a Oreo) fatto salvo l'applicazione Fotocamera e Supporto BQ. Vale quanto detto per l'Aquaris X e l'Aquaris V.

Fotocamera

La fotografia dovrebbe essere proprio l'aspetto in cui l'Aquaris X Pro si distingue dall'Aquaris X modello base, e si spera anche da una buona parte dei concorrenti. Una promesse che BQ riesce senz'altro a mantenere.

DSC 3899

Le fotografie fatte con questo BQ Aquaris X Pro infatti non solo superano quelle dell'Aquaris X standard, che già era un valido smartphone fotografico. Ma sono di ottima qualità generale: anche i dettagli più piccoli sono riprodotti con precisione, le immagini contrastate non lo mettono in difficoltà, e tutta l'area dell'immagine ha la stessa ottima qualità. Se vi piace stampare le fotografie, magari ingrandite, questo smartphone risponde all'esigenza.

Ottima anche la qualità video, FullHD o 4K/30FPS, che sfrutta la stabilizzazione ottica per migliorare i risultati - e si nota. La fotocamera frontale monta lo stesso sensore e la stessa ottica f/1.8, insieme un flash con singolo LED. Quindi anche nel caso di selfie (foto o video) l'Aquaris X è un ottimo strumento. E grazie a un'app Fotocamera ben progettata - questa volta da BQ - anche i meno portati riusciranno a fare belle fotografie limitandosi al più semplice del "punta e scatta". Che poi è quello che facciamo per provare i telefoni e vedere come se la cava il software.

Conclusioni

Con un bel design e ottimi materiali, il BQ Aquaris X Pro è uno smartphone che per molti aspetti si avvicina ai top di gamma più blasonati. È sicuramente bello da vedere, comodo da maneggiare, resistente e dalla presa sicura. L'estetica è ben riuscita.

DSC 3896

Così come è ben riuscito il software, una versione pressoché intonsa di Android. L'autonomia è tra le migliori che possiate trovare sul mercato, e se per voi è importante dovreste mettere questo smartphone in cima alla vostra lista personale. Eccellenti anche le capacità fotografiche, decisamente competitivo con altri smartphone dal prezzo simile.

E a proposito di prezzo, questo Aquaris X Pro è proposto a 339 euro di listino sul sito del produttore, che diventano 369 euro per la versione 64/4 GB che abbiamo provato. Su Amazon lo trovate a 375 euro circa. Un prezzo tutto sommato ragionevole per uno smartphone simile, ma non si può trascurare il fatto che è molto simile a quello dell'eccellente Honor 9 (Recensione Honor 9) o che spendendo poco di più ci si potrebbe prendere un Galaxy S7 (Recensione Samsung Galaxy S7).

DSC 3897

Il punto debole è un posizionamento in una fascia di mercato molto agguerrita, che offre diverse valide alternative. La qualità del prodotto è comunque indiscutibile ed è, comunque, lo smartphone da scegliere per chi guarda prima di tutto all'autonomia.

Pubblicità

AREE TEMATICHE