Recensione Conan Exiles, un survival game con i fiocchi

Conan Exiles

 

Conan Exiles è il survival open world che ci porta nelle terre del barbaro più famoso. Scampati alla morte imminente il nostro scopo è sopravvivere e plasmare queste territori lasciando il segno del nostro passaggio.

Conan Exiles

Prossimi alla morte, crocifissi in mezzo al deserto solo un miracolo può salvarci e quel miracolo è Conan. Il video introduttivo di Conan Exiles non bada a fronzoli e serve solo a darci l'input iniziale grazie all'ottima resa della computer grafica. Conan Exiles è però un survial open world, di quelli che ormai sono disponibili in tutte le salse. è quindi ogni velleità narrativa lascia subio spazio al gameplay e alla creazione del nostro alter ego barbarico.

L'editor del personaggio è piuttosto scarno; non sono presenti molte opzioni per definire l'aspetto del viso o la corporatura - e sì, anche le dimensioni dei genitali - ma non è comunque troppo difficile creare un protagonista unico e personale, semplicemente non aspettatevi una grande varietà.

Una volta creato il nostro alter ego maschile o femminile possiamo finalmente iniziare la partita. Nudi e abbandonati in mezzo al deserto, dobbiamo fare affidamento sulle nostre forze - e su quelle degli altri se stiamo giocando online - per sopravvivere. Questo è il fulcro attorno al quale ruota tutto il gioco ed è brutale come gli sviluppatori ci "buttino" in mezzo a meccaniche complesse e senza aiuti.

conan exiles PS4

Non esiste infatti un tutorial propriamente detto, ma solo delle azioni da eseguire e che ci fanno guadagnare esperienza, perché Conan Exiles ha molto in comune con i classici giochi di ruolo. Le nostre abilità sono infatti migliorabili spendendo abbastanza punti in ogni ramo, raggiungendo il potenziamento voluto. Possiamo infatti utilizzare i nostri punti per incrementare la sopravvivenza e, ad esempio, non essere avvelanti del cibo crudo o migliorare la resistenza per scattare più a lungo.

In ogni caso tutto ruota attorno all'elemento survival e il relativo crafting. Il nostro protagonista ha bisogno di acqua, cibo e difendersi dalla temperature troppo alte o troppo fredde. Questi parametri vitali sono mostrati in alto a sinistra dell'interfaccia, assieme alle barre di salute e stamina. In ogni caso è piuttosto facile trovare il necessario per sopravvivere, una volta presa dimestichezza con le meccaniche del gioco. Il vero nemico in Conan Exiles sono proprio i nemici: creature e altri esseri umani sono quasi sempre pronti ad attaccarvi e uccidervi per il solo esservi avvicinati.

Conan Exiles (1)

Si combatte spesso e anche volutamente per raccogliere risorse o perché si è deciso di entrare in una misteriosa struttura vista in lontananza dove siamo accolti da veri e propri boss, con cui mettere alla prova il nostro equipagiamento ed esperienza. Purtroppo i comandi non sono sempre fluidi e combattere può diventare una spina nel fianco. Possiamo effetturare due tipi di attacco (leggero e pesante) che concatenati in differenti combinazioni portano a differenti animazioni d'attacco. Il sistema in sé è semplice e funziona, tuttavia la poca reattività della telecamera e il macchinoso blocco della visuale su un avversario non aiutano e ci fanno andare a vuoto diversi attacchi o muovere nella direzione sbagliata. Un po' di pratica sopperisce a questi problemi, ma la sensazione è che i combattimenti non siano stati affinati a dovere durante il periodo in Accesso Anticipato su Steam.

Per quello che non funziona perfettamente, abbiamo però qualcos'altro di davvero ben fatto e ci riferiamo al sistema di costruzione e al crafting. Sia che vogliamo costruire una piccola casa accessoriata o un imponente base l'editor è funzionale e semplice da usare. Gli elementi strutturali si uniscono fra loro con grande facilità e sono posizionati automaticamente, successivamente possiamo riempire quelli spazi con un numero considerevole di elementi decorativi e banchi da lavoro. Questi ultimi sono fondamentali per poter costruire oggetti più avanzati e complessi - ad esempio armi e armature in metallo.

conanexiles screen 11

Tuttavia non è sufficiente raccogliere le risorse di base tagliando alberi e scavando la roccia per poi raffinare i materiali ottenuti, ma bisogna anche aver sbloccato il talento necessario al crafting dell'oggetto desiderato. Quest'altra tipologia di punti serve a rendere disponibili i "progetti" di nuove strutture, armi, corazze e così via. Da cosa nasce cosa e pian piano il nostro personaggio diventa sempre più forte, permettendoci di esplorare con maggiore facilità il vasto mondo a disposizione. 

Abbiamo il deserto, la foresta, la giungla, la savana, la neve e perfino il vulcano da visitare. A voler essere pignoli il passaggio da un bioma all'altro è troppo marcato, ma il risultato finale è apprezzabile.

Peccato che il lato estetico, almeno su PlayStation 4, sia di scarso impatto. Le texture sono slavate, gli elementi in lontananza poco definiti, l'erba appare piuttosto finta e in generale si notano le limitazioni hardware della console, che tuttavia non sono un motivo sufficiente per giustificare tutto ciò. Tra l'altro, il framerate spesso soffre di pesanti e fastidiosi cali, soprattutto quando sono presenti più personaggi a schermo, ma anche quando ci si sta semplicemente spostando per lo scenario.

conan exiles blog 890x606

Quello che tuttavia Conan Exiles riesce a essere è un profondo survival fortemente basato sull'esplorazione. Non è noioso giocato da soli, ma dà il meglio di sè in compagnia. Esiste una modalità coop in cui noi stessi siamo l'host della partita oppure possiamo entrare in server dedicati PvP o PvE.

Il giocatore ha quindi molta libertà nel muoversi come vuole e ciò spiega l'assenza di una vera trama che lo guidi linearmente nella propria avventura. Per alcuni potrebbe essere un aspetto positivo e per altri negativo, in ogni caso, nonostante i problemi che abbiamo notato in fase di recensione, l'elemento survival, che è il fulcro dell'intero gioco, funziona efficacemente.

Verdetto

Conan Exiles è prima di tutto un survival. Non cerca di stravolgere il genere, quanto piuttosto di dare al giocatore un enorme parco giochi in cui poter essere libero e barbaro allo stesso tempo. Purtroppo non è tutto oro ciò che luccica e su console il titolo deve fare i conti con una grafica sottotono e un numero di fotogrammi troppo spesso incostante. Inoltre, se il crafting e la costruzione sono gli elementi di spicco, lo stesso non si può dire per i sempre presenti combattimenti - pad alla mano, troppo imprecisi - e la mancanza di un'introduzione graduale e guidata alle meccaniche del gioco. Però, se avete la pazienza di superare i primi momenti, Conan Exiles può regalare ore e ore di divertimento sia da soli che in compagnia.


Tom's Consiglia

Conan Exiles è disponibile per PS4, Xbox One e PC. Diventate il barbaro più temuto, acquistando subito la vostra copia del gioco.

Pubblicità

AREE TEMATICHE