Hot topics:
9 minuti

Recensione Huawei Mate 10 Lite, qualità al giusto prezzo

Con il Mate 10 Lite, Huawei propone un phablet di fascia media con un ottimo rapporto qualità/prezzo, pronto per essere grande protagonista delle festività natalizie. Dual-camera posteriore, 4 GB di RAM e schermo da 5,9 pollici in 18:9 i tratti distintivi.

Recensione Huawei Mate 10 Lite, qualità al giusto prezzo

Costruzione, schermo, prestazioni ed autonomia

Costruzione, schermo, prestazioni ed autonomia

Huawei Mate 10 Lite

 

Huawei Mate 10 Lite punta tutto sulla combinazione tra qualità costruttiva, specifiche tecniche e prezzo di listino contenuto.

Huawei Mate 10 Lite

 

Il Huawei Mate 10 Lite rappresenta l'insieme di ciò che oggi potremmo definire il trend dominante nel mercato smartphone. Si tratta infatti di un phablet da 5,9 pollici con cornici ridotte (pur non potendo parlare di dispositivo borderless), caratterizzato da un rapporto di forma in 18:9, il tutto ad un prezzo contenuto, considerando le specifiche tecniche.

 

L'azienda cinese, come già fatto in passato, punta in maniera decisa sulla fascia media, un segmento che ormai ricopre un'incredibile importanza strategica nel settore smartphone. Mate 10 Lite ha le potenzialità per essere un grande protagonista delle festività natalizie, pur non essendo esente da qualche difetto. Come sempre però, cerchiamo di capirci di più insieme nella nostra recensione.

DSC00079 copia

Costruzione ed ergonomia

Il design di Mate 10 Lite, almeno nella parte frontale, richiama alla lontana quello del Mate 10 Pro. L'azienda ha cercato, al tempo stesso, di ridurre le cornici senza però incorrere nelle scomodità tipiche degli smartphone borderless veri e propri. Ne è scaturito un phablet che si tiene bene in mano, con i bordi che aiutano la presa senza dare alcun fastidio quando si utilizza lo schermo.

DSC00057 copia

La scocca è stata realizzata in alluminio, con il vetro frontale che presenta una curvatura 2.5D che si innesta perfettamente sul frame. Huawei ha compiuto un eccellente lavoro in termini costruttivi, e la sensazione al tatto è di uno smartphone di fascia superiore. I materiali comunque rendono il Mate 10 un pò scivoloso ma fortunatamente, nella confezione di vendita, è presente una cover rigida in policarbonato, che risolve il problema.

Leggi anche: Recensione Mate 10 Pro, Huawei ha fatto centro

Nonostante i 5,9 pollici, Mate 10 Lite ha dimensioni pari 156.2 x 75.2 x 7.5 mm, per un peso di 164 grammi. L'adozione del rapporto di forma in 18:9 lo ha fatto sviluppare soprattutto in altezza, con l'ergonomia che ne ha decisamente giovato. Non è fastidioso portarlo in tasca e, personalmente, sono anche riuscito ad utilizzarlo con una sola mano, ma in questo caso si tratta di un aspetto fortemente soggettivo.

DSC00067 copia

Schermo e audio

La parte frontale è dominata da uno schermo da 5,9 pollici con risoluzione Full-HD+ (1.080 x 2.160 pixel, 409 PPI), realizzato con tecnologia IPS LCD. Si tratta di un pannello con una buona resa, che presenta tra l'altro un trattamento olefobico davvero efficace, un aspetto che aiuta certamente nella visibilità all'aperto.

DSC00074 copia

Certo, non è un pannello da top di gamma. Lo si percepisce soprattutto nei contrasti e nella luminosità non particolarmente elevata, pur rimanendo un display assolutamente godibile nell'utilizzo quotidiano. Buoni gli angoli di visuale, anche se non in assoluto. Insomma, considerando la fascia di appartenenza, uno schermo che mi ha convinto.

Non particolarmente esaltante la parte audio. Huawei ha posizionato l'altoparlante di sistema sul bordo inferiore. Questo vuol dire che, quando il Mate 10 Lite viene poggiato su una superficie, lo speaker non viene coperto, il che rappresenta senza dubbio un vantaggio. La qualità del suono è però rivedibile, soprattutto per quanto riguarda le tonalità basse e il volume.

DSC00096 copia

L'ascolto in cuffia è invece pienamente convincente, così come l'esperienza in chiamata attraverso la capsula auricolare. In tal senso, Huawei si conferma un punto di riferimento, con il Mate 10 Lite che, tra l'altro, presenta anche un'ottima ricezione, una caratteristica divenuta ormai un marchio di fabbrica per i dispositivi dell'azienda cinese.

Prestazioni ed autonomia

In merito alle prestazioni, ho notato un comportamento altalenante da parte di questo Mate 10 Lite. Il cuore pulsante dello smartphone è il SoC Kirin 659 accoppiato a ben 4 GB di RAM. Si tratta di un processore con CPU octa-core da 2,3 GHz e GPU Mali T830 in configurazione MP2, per cui una buona piattaforma hardware, almeno sulla carta.

Schermo 5,9 pollici Full-HD+, 1.080 x 2.160, 409 ppi, IPS LCD
SoC Kirin 659 Octa-Core 2,3 GHz
GPU Mali-T830 MP2
RAM 4 GB DDR3
Storage 64 GB espandibili tramite micro-SD fino a 256 GB
Fotocamera posteriore Dual-camera, 16 MP f/2.2 + 2 MP, flash LED, registrazione video fino alla risoluzione Full-HD 30 fps
Fotocamera anteriore Dual-camera, 13 MP f/2.0 + 2 MP
Connettività Bluetooth 4.2, Wi-Fi b/g/n, GPS A-GLONASS BDS, radio FM
Reti LTE, Bande 1, 3, 7, 8, 20
Batteria 3.340 mAh
Ricarica Micro-USB, ricarica standard
Sicurezza Sensore per il riconoscimento delle impronte digitali posizionato sul retro
Dimensioni 156.2 x 75.2 x 7.5 mm
Peso 164 grammi
Sistema operativo Android 7.0 Nougat personalizzato con EMUI 5.1
Colori Grafite Black, Prestige Gold, Aurora Blu
Prezzo 349 euro

Nell'utilizzo quotidiano però ho riscontrato qualche tentennamento, soprattutto nell'apertura delle applicazioni più pesanti. Certo, è pur sempre un medio gamma, ma la sensazione è che la piattaforma hardware abbia le potenzialità per far compiere al Mate 10 Lite un salto in avanti in termini prestazionali. Potrebbe trattarsi di un discorso riconducibile all'ottimizzazione, su cui Huawei potrebbe intervenire con qualche update software.

Mate 10 Lite rimane comunque un dispositivo assolutamente godibile da utilizzare tutti i giorni. Anche nelle sessioni di gaming riesce a cavarsela, pur dovendo sottolineare, in questi casi, un certo surriscaldamento della scocca posteriore (nulla di eclatante). Buona anche l'esperienza della navigazione web, esaltata dall'ampio schermo da 5,9 pollici.

Screenshot 20171121 235517
Screenshot 20171121 235445
Screenshot 20171121 235451

In ogni caso, il Kirin 659 risulta particolarmente convincente in termini di dispendio energetico. Una peculiarità che, in abbinamento alla batteria integrata da 3.340 mAh, restituisce una buona autonomia. In tal senso, con una amperaggio maggiore, il Mate 10 Lite avrebbe potuto fare di questo aspetto un vero cavallo di battaglia.

Con il mio utilizzo (misto tra LTE e Wi-Fi, 2 account mail in push, centinaia di notifiche dai social ed app di messaggistica istantanea, circa 1 ora di telefonate) sono riuscito a raggiungere le 3 ore e 30/4 ore di schermo accesso. Nelle situazioni meno impegnative, ho chiuso la giornata con un residuo di carica del 25/30%. Insomma, difficilmente rimarrete a corto di energia nell'utilizzo quotidiano.

Software, fotocamera e conclusioni

A bordo troviamo Android 7.0 Nougat, personalizzato con la EMUI 5.1. In tal senso, non ci sono particolari novità, si tratta dell'interfaccia dell'azienda cinese che abbiamo ormai imparato a conoscere. Ho apprezzato molto la coerenza stilistica raggiunta, con i vari menù e schermate che ben si integrano tra loro.

Screenshot 20171211 121112
Screenshot 20171211 121039
Screenshot 20171211 121138

Ben realizzate le app di sistema, con un File Manager davvero funzionale così come le varie applicazioni multimediali. In generale, l'interfaccia sembra non appesantire più di tanto la parte hardware, con Huawei che, nel corso degli anni, ha operato un lavoro di "pulizia" grafica davvero convincente.

Estremamente funzionali le gesture, che aiutano nell'interazione con lo smartphone, non essendoci un pulsante fisico (i tasti di navigazione sono virtuali). Lo sblocco del dispositivo avviene attraverso il sensore per il risconoscimento delle impronte digitali, posizionato sul retro, comodo da raggiungere e sempre veloce nel compiere il proprio dovere.

Screenshot 20171211 121053
Screenshot 20171211 121144
Screenshot 20171211 121202 (1)

Mate 10 Lite riceverà certamente l'aggiornamento ad Android Oreo, che porterà con se anche la nuova versione della EMUI. In tal senso, difficile prevedere le tempistiche per il rilascio dell'update, ma si tratta senza dubbio di un aspetto importante, soprattutto nell'ottica della longevità del dispositivo.

Fotocamera

Sul retro Huawei ha posizionato una dual-camera, composta da un sensore principale da 16 MP con obiettivo f/2.2, accoppiato ad un secondo sensore da 2 MP. Quest'ultimo si occupa soprattutto di migliorare la rilevazione della profondità di campo, consentendo di agire sulla messa a fuoco in post produzione. Tutto è ovviamente coadiuvato dal solito flash LED.

IMG 20171205 173000
IMG 20171205 113057
IMG 20171211 002514 (1)
IMG 20171210 123246
IMG 20171206 112259
IMG 20171205 165952 1
IMG 20171210 123918
IMG 20171210 130553
IMG 20171211 003451
IMG 20171210 235043
IMG 20171210 123356
IMG 20171210 123320

Gli scatti in diurna sono buoni, soprattutto per quanto riguarda le macro, divenute ormai un punto di forza in ambito smartphone. L'effetto bokeh viene inevitabilmente esaltato dalla presenza del doppio sensore, mentre in notturna subentra un pò di rumore ed una gestione delle luci artificiali non pienamente convincente. In ogni caso, una resa fotografica di buon livello, considerando la fascia di prezzo.

Leggi anche: Huawei vola nei primi 9 mesi del 2017 e cresce del 19%

Probabilmente però la vera particolarità del Mate10 Lite, in ambito fotografico, è la presenza di una dual-camera anche sulla parte anteriore. In questo caso è composta da un sensore principale da 13 MP con obiettivo f/2.0, accoppiato ad un secondo sensore da 2 MP. I selfie sono decisamente al di sopra della media e convince la modalità ritratto, con un'ottima elaborazione software.

DSC00084 copia

Conclusioni

Mate 10 Lite è un prodotto equilibrato. Huawei lo ha posizionato a 349 euro con 64 GB di storage interno. Una cifra decisamente contenuta per quanto offerto, senza dimenticare come sia possibile acquistarlo online ad un prezzo inferiore, in alcuni casi anche al di sotto dei 300 euro. 

DSC00059 copia

L'azienda cinese non ha fatto altro che andare incontro a ciò che ormai viene richiesto dal mercato. Questa seconda parte del 2017 ha infatti visto l'esplosione del fenomeno phablet con cornici ridotte, una tendenza che ha praticamente monopolizzato il segmento dei top di gamma. Mate 10 Lite proverà a rappresentare un'alternativa low-cost ai dispositivi in questione, e la sensazione è che abbia tutte le carte in regola per riuscirci.


Tom's Consiglia

Il Mate 10 Pro è l'attuale phablet top di gamma di Huawei. Caratterizzato da 6 GB di RAM, 128 GB di memoria e da un'unità di calcolo neurale per l'intelligenza artificiale. È disponibile all'acquisto attraverso Amazon.

Huawei P10 Huawei P10
   
Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!