Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
16 minuti

Recensione motherboard Gigabyte Z170X-Gaming G1

La Z170X-Gaming G1 è una scheda madre completa sotto ogni punto di vista e in grado di sostenere overclock elevati.

Recensione motherboard Gigabyte Z170X-Gaming G1

Gigabyte Z170X-Gaming G1

 

La Gigabyte Z170X-Gaming G1 è una scheda madre per pochi: costa tra 500 e 600 euro!

Gigabyte Z170X-Gaming G1

Introduzione

Il problema di chi vuole sempre l'ultima architettura di Intel è che quest'ultima è riservata, almeno inizialmente, alle CPU di fascia mainstream. Serve infatti più tempo affinché i vecchi modelli di fascia alta vengano rimpiazzati, e il rimpiazzo è spesso una generazione indietro le CPU mainstream.

Dal punto di vista di Intel è sensato prendersi più tempo per mettere a punto l'architettura affinché dia il meglio nel settore server, ma non tutti gli appassionati amano questa dicotomia prestazionale tra la CPU e la GPU.

Dato che la maggior parte dei giochi fa un uso leggero del quinto core - per non parlare di un settimo oppure ottavo - ha senso scegliere una CPU quad-core per le sue migliori prestazioni per ciclo di clock e la frequenza di lavoro più alta. Entrambe sono caratteristiche esclusive delle migliori CPU della fascia mainstream: attualmente stiamo parlando dell'architettura Skylake e del modello Core i7-6700K.

Gigabyte Z170X Gaming G1
Clicca per ingrandire

Le piattaforme professionali di Intel forniscono migliore connettività per supportare più schede video, ma dato che gli utenti mainstream non necessitano di più di uno slot PCI Express 3.0 x16, Intel equipaggia le sue piattaforme in tal modo. E poiché gli utenti che vorrebbero accoppiare un processore quad-core a tre o quattro schede video sono solo una frazione piccolissima del mercato, Intel ignora questo pubblico.

Lo stratagemma per connettere più schede video a un Core i7-6700K e altri processori desktop Skylake è usare un ripetitore, già visto nel test della EVGA Z170 Classified. Etichettato come "Multicast" dal produttore, questo componente sfrutta la necessità di CrossFire e SLI d'inviare dati identici a ogni scheda ripetendo sedici linee del controller verso due insiemi di dispositivi a sedici linee.

Troppo costoso per chi ricerca alte prestazioni ma con un budget ridotto, questa soluzione solitamente è accoppiata ad altre caratteristiche di fascia alta per creare un pacchetto di fascia più alta. Sebbene la scheda madre non deluda, EVGA ha avuto tempi difficili nel dotare la sua Z170 Classified con caratteristiche abbastanza vaste da soddisfare le nostre aspettative.

A differenza dei concorrenti, la Gigabyte Z170X-Gaming G1 non ha problemi nel qualificarsi come prodotto di classe premium sotto ogni aspetto. Per iniziare troviamo un controller DSL6540 Thunderbolt 3 di Intel, che rimpiazza l'ASM1142 USB 3.1 che si trova sulla EVGA Z170 Classified aggiungendo simultaneamente una miriade di possibilità di connessione.

Gigabyte ha anche dotato la scheda madre di un controller 802.11ac MIMO Wi-Fi con un bandwidth fino a 867 Mbps, mantenendo due porte Gigabit Ethernet. L'azienda non ha nemmeno eliminato l'ASM1142 dall'insieme dei controller, indirizzandolo a un dispositivo basato su PCIe (via SATA-E) da collocare frontalmente.

Abbiamo persino un paio di raccordi G1/4 per connettere il regolatore di tensione a 22 fasi della motherboard a un sistema di raffreddamento a liquido ad anello aperto.

Gigabyte Z170X-Gaming G1 Gigabyte Z170X-Gaming G1
yeppon
Gigabyte Z170X-Gaming G1 Gigabyte Z170X-Gaming G1
  

Componenti e caratteristiche

Gigabyte Z170X-Gaming G1
Socket LGA 1151
Chipset (PCH) Z170
Form factor E-ATX
Porte video HDMI, Thunderbolt
Porte PS/2 1
USB 2 (3.1), 7 (3.0), 2 (2.0)
Porte di rete 2
Audio analogico 5
Uscita audio digitale Ottica, HDMI
Altre porte / jack Antenna Wi-Fi
Bluetooth
PCI Express 3.0 x16 4 (x16, x8)
PCI Express 3.0 x4
PCI Express 3.0 x1
PCI Express 2.0 x16
PCI Express 2.0 x4
PCI Express 2.0 x1 3
CrossFire - SLI 4 / 4
Porte SATA 10 (6 Gbps)
RAID 0, 1, 5, 10
Connettori USB 2 (3.0), 2 (2.0)
Connettori ventole 7 (4 pin)
Controller SATA ASMedia ASM1061
Controller Wi-Fi Killer Wireless-AC 1535
Controller USB
Chipset LAN Killer e2400 PCIe
Codec audio Creative Core3D CA0132
Regolatore di tensione 22 fasi
Tasti interni Power, Reset, CRL_CMOS, ECO, OC
Display diagnostico 2 cifre
Garanzia 3 anni

La tabella delle caratteristiche mostra che la Z170X-Gaming G1 di Gigabyte è un prodotto per cui non si bada a spese, con il suo regolatore di tensione a 22 fasi "pronto per essere raffreddato a liquido", un trio di controller di rete Killer (due Gigabit Ethernet, un 802.11ac), supporto 4-way SLI, controller Thunderbolt 3 integrato e un dispositivo USB 3.1 per il pannello frontale. Gigabyte ha rimpiazzato tutti i suoi slot 3.0 x1 con versioni PCIe 2.0… perché?

Gigabyte Z170X Gaming G1 top
Clicca per ingrandire

Uno sguardo alla scheda non dice molto se non che sono presenti degli PCIe x1. La chiave è quel piccolo chip quadrato accanto al secondo slot x16: è uno switch PCIe 2.0 ASM1184e relativamente poco costoso, che suddivide una linea PCIe 3.0 in tre linee PCIe x1. Assumendo che nessuno voglia caricare la Z170X-Gaming G1 di schede PCIe x1, questa misura assicura che il PCH Z170 abbia abbastanza linee per gestire altri dispositivi, come il controller Thunderbolt 3, i controller di rete, i controller SATA e gli slot M.2.

Tutto ciò porta a un singolo problema che Gigabyte non può risolvere: lo Z170 è connesso alla CPU tramite un collegamento DMI da "solo" 32 Gbps. Indiscrezioni prima del debutto indicavano che l'interfaccia LGA 1151 avrebbe offerto quattro linee in più per la connettività PCIe 3.0 riservate ai controller Thunderbolt 3 di Intel. Purtroppo tali informazioni si sono rivelate false e i dispositivi connessi a quel controller appaiono nel manager dei dispositivi come collegati al PCH.

Poiché il processore può accettare solamente il bandwidth di una singola interfaccia M.2, la ragione per avere due connettori integrati è colmare il bisogno di avere due dischi. È probabile che un drive sia veloce quanto la metà della sua interfaccia.

Gigabyte Z170X Gaming G1 bios
Clicca per ingrandire

La Z170X-Gaming G1 ha anche tre chip firmware, due dei quali selezionabili. Il terzo è una ROM di backup programmata in fabbrica e può essere disabilitata passando tra le modalità a singolo e doppio BIOS.

Etichettati come "Killer Doubleshot-X3 Pro", i controller di rete con e senza fili lavorano insieme per gestire più flussi dati tramite la connessione più appropriata. Nella sua dimostrazione con due controller Killer Doubleshot Pro, Rivet Networks ha mostrato che il suo software è capace di dare priorità ai pacchetti di gioco per ridurre la latenza, mantenendo un bandwidth elevato per uno streaming video 1080p, scaricare un file di grandi dimensioni e fare l'upstream dell'intera demo al nostro sistema remoto senza perdere un singolo frame.

Disabilitando la tecnologia i download hanno iniziato a condividere la priorità con il video 1080p, causando un buffering severo e un incremento della latenza di gioco di 5 volte. Dedicare differenti controller a operazioni diverse impedisce ai controller Killer di supportare il network teaming.

Gigabyte Z170X Gaming G1 panel
Clicca per ingrandire

Oltre alle caratteristiche di punta come i tre controller di rete e il connettore Type C Thunderbolt 3 nel pannello di I/O, la Z170X-Gaming G1 ha filtri di tensione extra sulle porte USB 2.0 gialle pensati per ridurre la rumorosità sulle cuffie audio USB. La porta USB 3.0 bianca ha anch'essa una caratteristica speciale, in quanto è indicata come porta "Q-Flash Plus" per aggiornare il BIOS usando un controller EC che non richiede l'installazione di CPU, scheda video o DRAM.

Sopra vediamo anche uno dei due raccordi G1/4 per il raffreddamento a liquido del regolatore di tensione. Una heatpipe connette l'heatsink del chipset al dissipatore posteriore del regolatore di tensione, mentre un tubo per il raffreddamento a liquido connette il dissipatore posteriore a quello superiore.

Gigabyte pubblicizza molto Creative Core3D, la parte audio filtrata con condensatori oro Nichicon e WIMA FKP2, ma anche dotata di un OP-AMP separato e aggiornabile per il pannello frontale e uscite audio posteriori sinistra e destra. Interessanti anche un paio di switch che consentono agli utenti di selezionare un guadagno dell'uscita 2,5x o 6x per differenti tipi di cuffie.

Gigabyte Z170X Gaming G1 audio
Clicca per ingrandire

Gli slot delle schede video hanno sei punti di saldatura in più per ridurre la possibilità che uno slot si rompa mentre si trasporta il PC con una scheda video pesante montata all'interno.

Gigabyte Z170X Gaming G1 usb3
Clicca per ingrandire

Gigabyte pone entrambi i connettori USB 3.0 del pannello frontale sopra lo slot superiore per impedire che vengano bloccati dalle schede video. Il bordo superiore (sul lato destro nella foto) ha punti di rilevazione della tensione per i canali di I/O, CPU, DRAM e chipset. Tra queste caratteristiche abbiamo tasti di Power, Reset, CLR_CMOS, Eco-mode e OC-mode, insieme a un display diagnostico a due cifre.

Gigabyte Z170X Gaming G1 kit

Il kit d'installazione include sei cavi SATA, bridge 4-way, 3-way e 2-way SLI, un bridge CrossFire, un cavo adattatore da M.2 a U.2, un'antenna Wi-Fi, l'adattatore per il dispositivo del pannello frontale GC-USB 3.1 e un cavo SATA Express.

20150914140017 src
Gigabyte Z170X Gaming G1 adapter

Il cavo SATA-Express incluso fornisce due collegamenti PCIe 3.0 per l'adattatore USB 3.1 di Gigabyte. Ogni porta ha il proprio cavo di alimentazione supplementare.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Motherboard?
Iscriviti alla newsletter!