Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:

Recensione Nextbit Robin

Nextbit Robin è uno smartphone con un ottimo design, validi materiali e un assemblaggio di qualità. La fotocamera è solo nella media, ma ciò che lo rende diverso dagli altri è il software, e soprattutto il sistema che archivia i dati in cloud automaticamente.

Recensione Nextbit Robin

Nextbit Robin

 

Il Nextbit Robin è ben costruito, molto bello da vedere e usa materiali di qualità seppure non lussuosi. La fotocamera è solo nella media, mentre il sistema di archiviazione online intelligente è un forte elemento differenziante.

Nextbit Robin

Nota: questa recensione è comparsa originalmente su Android Central, uno dei siti partner di Tom's Hardware Italia. La proponiamo in traduzione, in attesa di poter testare anche qui in Italia il dispositivo. In futuro, se possibile, saranno aggiunte le analisi tecniche e i benchmark, che i nostri colleghi non fanno.

Introduzione

Nextbit Robin review 11

Nextbit ha scelto la plastica per questo smartphone, che si rivela piacevole da tenere in mano. In quest'epoca gli smartphone pregiati hanno sempre metallo e vetro, a volte gomma e pelle, ma il Robin riesce a farsi notare e risulta ben costruito anche con la plastica. Merito del tipo di plastica che è stata usata: la finitura è morbida e liscia al tatto, ma non scivolosa. I termini di paragone in questo caso sono il Nexus 5 e 5X o i Nokia.

Nextbit Robin review 3
Nextbit Robin review 22
Nextbit Robin review 4

Il Nextbit Robin ha angoli pronunciati, in contrasto alle linee morbide che troviamo su molti smartphone "premium". Ad alcuni gli angoli non piaceranno, ma ad altri sì. Ma la maggior parte delle persone saranno d'accordo nel trovare molto bello il design di questo smartphone.

Gli elementi arrotondati (i pulsanti e le griglie per sensori e altoparlanti) riescono a spezzare le linee piatte e a creare un contrasto che funziona. Il Nextbit Robin, dal punto di vista del design, è diametralmente opposto al Galaxy S6 Edge (e simili), ma è altrettanto bello.

Nextbit Robin review 8
Nextbit Robin review 6
Nextbit Robin review 7

Tutto è simmetrico. Il sensore frontale è inserito in un foro grande quanto quello della fotocamera e perfettamente allineato. Lo stesso vale per la fotocamera posteriore e il flash LED. I pulsanti del volume sono allineati con quelli di attivazione, dall'altro lato dello smartphone.

Nextbit Robin review 9
Nextbit Robin review 10
Nextbit Robin review 17

Di solito non diamo tanta importanza a certi dettagli del design, ma bisogno dare a Cesare quel che è di Cesare, e questo è certo uno di quei casi in cui è necessario.

Hardware

Nextbit Robin review 27

Il Nextbit Robin usa hardware relativamente modesto e ne spreme il massimo delle prestazioni. Nella navigazione web, installazione di applicazioni o nei videogiochi il Robin semplicemente surclassa altri telefoni con la stessa piattaforma hardware. Tutto scorre in modo elegante e fluido, ed è chiaro come sia stato investito molto tempo nel regolare finemente ogni dettaglio.

Scheda tecnica
Processore Qualcomm Snapdragon 808
Memoria RAM 3 GB
Storage 32 GB (più 100 GB in cloud)
Batteria 2680 mAh
Display 5,2" - IPS 1920x1080p
Wi-Fi     Wi-Fi a/b/g/n/ac
Bluetooth 4.0
Fotocamera  13MPx / 5MPx frontale
Sistema operativo Android 6.0

Abbiamo provato il Nextbit Robin collegato alle reti degli operatori statunitensi AT&T e T-Mobile, in zone con buona e cattiva copertura. Non abbiamo rilevato problemi di prestazioni, e il telefono ha sempre funzionato molto bene quando ce lo aspettavamo, e similmente ha avuto difficoltà quando la rete mobile non era nelle migliori condizioni.

Lo Snapdragon 808 non è il processore più veloce in circolazione, ma Nextbit è riuscita a far funzionare tutto meglio di altri produttori che hanno scelto lo stesso hardware. Anche nei momenti più critici (per esempio l'installazione contemporanea di 56 applicazioni da Google Play) il telefono non è diventato troppo caldo né si è bloccato – che sarebbe tra l'altro del tutto comprensibile. Era solo un po' più lento, ma gli "stop&go" che abbiamo visto con altri smartphone dotati di Snapdragon 808 non ci sono stati. Il Robin non è nemmeno uno smartphone particolarmente votato ai giochi, ma se la cava comunque piuttosto bene.

Nextbit Robin review 18

Lo schermo IPS LCD a 1080p ha colori ben calibrati e un angolo di visualizzazione piuttosto ampio. Un pannello LCD non avrà mai l'intensità di un OLED, ma la modalità Dinamica riesce a fornire un minimo di sovrasaturazione, per chi ama questo tipo di colori. La risoluzione FullHD non è un problema su una diagonale da 5,2 pollici, o almeno non lo è stata finché non abbiamo inserito il Robin dentro un Google Cardboard. Se vi interessa la realtà virtuale per il vostro prossimo telefono, probabilmente è meglio cercare qualcosa con una risoluzione maggiore.

Il GPS funziona come ci si aspetta, si è collegato a molti satelliti e rileva la posizione e il movimento senza intoppi. Lo stesso vale per Wi-Fi, NFC e Bluetooth: tutto funziona come da programma, senza eccezioni nel bene e nel male. L'esemplare che abbiamo provato non era compatibile con Android Pay, ma Nextbit dice che la licenza sta arrivando e il prodotto commerciale fornirà questa funzione.

L'autonomia ci ha lasciato un po' dubbiosi. Abbiamo usato il Robin solo per una settimana, e forse con un test più prolungato le cose potrebbero risultare diverse. Quasi tutti i giorni siamo arrivati a fine giornata con poca carica residua, mentre nelle giornate più dure ha aiutato il caricabatteria rapido – un accessorio venduto separatamente. La ricarica wireless è invece del tutto assente. Nell'insieme, il Nextbit Robin si merita una sufficienza quanto a batteria, ricordando che non abbiamo potuto provarlo come facciamo di solito.

Nextbit Robin review 25

Gli altoparlanti rivolti in avanti sono sia ben progettati sia molto funzionali. Il volume massimo è piuttosto alto e il suono molto chiaro; altri telefoni hanno molta potenza, ma il Robin suona bene anche con il volume al massimo. La qualità audio con le cuffie è nella media, quindi gli audiofili più esigenti probabilmente preferiranno prodotti come l'LG V10 o l'Alcatel Idol 3. Il Robin comunque suona abbastanza bene per la maggior parte delle persone che ascoltano musica in streaming o in qualità standard. La parte audio di questo smartphone è stata senz'altro sviluppata con cura.

Le prestazioni del Nextbit Robin si sono dimostrate solide su ogni fronte. Tutto funziona come promesso, senza causare frustrazioni all'utente. Il modo in cui Nextbit riesce a battere altri produttori usando lo stesso hardware è sorprendente. Non esiteremmo a raccomandarlo, se dovessimo giudicarlo come un qualsiasi smartphone Android. 

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!