Hot topics:
31 minuti

Recensione Nikon D850, il meglio per ogni occasione

Ad esattamente un mese dalla presentazione ufficiale in Italia, Nital (distributore ufficiale per l'Italia dei prodotti Nikon) ci ha messo a disposizione la tanto attesa D850 per un test approfondito alla scoperta delle numerose innovazioni - dalla risoluzione del sensore alla velocità dell'autofocus, dalla sensibilità alla luce alla versatilità, anche nella sezione video - rispetto alla già apprezzata D810.

Recensione Nikon D850, il meglio per ogni occasione

Introduzione

Nikon D810

 

Dopo la D5 e la D500, Nikon introduce l'erede della D810, un'altra reflex di fascia alta con sensore full frame da ben 45,7 Mpixel progettato da Nikon e fatto realizzare da terze parti, segno che continua a credere in questa tecnologia malgrado i notevolissimi progressi delle mirrorless anche sui modelli top.

nikon d850 foto articolo 006nikon d850 foto articolo 007

Introduzione

nikon d850 foto articolo 001

La Nikon D850 è l'erede della D810, fotocamera che al momento del lancio suscitò parecchio interesse per la sua elevatissima risoluzione di 36 Mpixel, indispensabili per certi lavori in studio, nella moda, nella fotografia architettonica, paesaggistica e di matrimoni.

Le differenze fra le due reflex sono sintetizzate nella seguente tabella:

nikon d850 foto articolo 002

Progettata sulla base di nuove tecnologie, funzionalità e miglioramenti delle prestazioni, frutto anche dei feedback ricevuti durante gli anni da vari utenti, la D850 nasce con l'intento di superare le attese di una vasta schiera di fotografi che cercano elevata risoluzione, ottima resa agli alti ISO e velocità. Aspetti solo apparentemente contrastanti dato che, come vedremo, la neonata reflex riesce a coniugarli al meglio.

nikon d850 foto articolo 003

Infatti, vi anticipiamo che la versatilità d'utilizzo di questa macchina è il suo maggior punto di forza. Grazie infatti ad un nuovo sensore CMOS gapless on-chip retroilluminato e privo di filtro low-pass ottico da ben 45,7 Mpixel (circa 10 Mpixel in più della D810), la D850 si presta a svariati generi. Allo stesso tempo, il fatto di adottare il medesimo modulo AF della D5 e la velocità di scatto di 7 fps (che può salire fino a 9 fps con il multi power battery pack MB-D18 opzionale) la rende idonea anche ad un utilizzo sportivo. In più, i videomaker possono registrare filmati a pieno formato in 4K (8K in post-produzione) con tutta una serie di caratteristiche, tipo il time lapse, che sono in grado di soddisfare anche l'utente più creativo.

Per queste sue caratteristiche, la D850 si pone idealmente fra una D500 (formato DX), già provata su Tom's Hardware, e la super professionale full frame D5. Della prima riprende l'impostazione dei comandi e delle funzioni, incluso il display touch inclinabile e le funzionalità video, della seconda il formato del sensore FX (ma non la sua risoluzione...) e il modulo AF, un'unità a 153 punti con una sensibilità fino a -4 EV (a ISO 100) in corrispondenza del punto centrale, oltre al potente processore d'immagine EXPEED 5. La misurazione fino a -3 EV consente esposizioni automatiche precise in condizioni di scarsa illuminazione.

La gamma ISO va da 64 a 25600, ampliabile da 32 a 102400. Stesso range è disponibile anche per le riprese video in 4K.

nikon d850 foto articolo 004

Grazie al suo robusto corpo in lega di magnesio tropicalizzato, la D850 è pronta per riprendere in ogni condizione. Il monitor posteriore da 3,2" vanta una risoluzione di 2,359 Mpixel, mentre il mirino ottico è stato ulteriormente migliorato ed è ora il più bello di sempre, per Nikon: ampio (ingrandimento 0,75 x, copertura 100% dell'immagine inquadrata), luminoso e ricco d'informazioni essenziali per il fotografo.

la D850 è anche la prima reflex digitale in assoluto ad offrire in camera la modalità focus-stacking, che permette la realizzazione di una serie di scatti in sequenza della stessa inquadratura (fino a 300) ma con diversi piani di messa a fuoco, che vengono poi combinati.

Questa nuova reflex full frame appartiene al sistema Nikon, uno dei più vasti al mondo, comprendente ben 94 obiettivi - di cui molti di terze parti come Zeiss, Sigma e Tamron - e tantissimi accessori. 

nikon d850 foto articolo 005

nikon d850 foto articolo 006
nikon d850 foto articolo 007
nikon d850 foto articolo 008
nikon d850 foto articolo 009
Scheda tecnica
Tipo reflex
Sensore CMOS full frame (FX)
Risoluzione 46,8 Mpixel
Supporto RAW si (senza compressione, con compressione lossless e compressione maggiore)
Sistema di ottiche baionetta F-Mount Nikon (con accoppiamento AF e contatti AF)
Ottiche in dotazione per il test AF-S NIKKOR 35mm f/1.4G
AF-S NIKKOR 85mm f/1.8G
Gamma sensibilità 64 - 25600, estesa 32 -102400
Tempi di posa 30 sec. - 1/8000 sec.
Flash no
Sincro flash 1/250 sec. o inferiore
Scatto continuo fino a 9 fps con battery pack opzionale
Programmi di scatto P, S, A, M
Schermo LCD 3,2" - 2.359.800 pixel, inclinabile, touch
Mirino ottico, copertura 100%
Video 4K, Full HD, HD
Formati di memoria XQD, SD, SDHC (compatibili con SDHC-II), SDXC (compatibili con UHS-II)
Caratteristiche fisiche
Dimensioni 146 x 124 x 78,5 mm
Peso 915 g il solo corpo inclusa batteria e schede di memoria
Prezzo
Prezzo di listino 3.799,00 Euro il solo corpo
4.599,00 Euro In kit con AF-S 24-120mm f/4G ED VR

Particolarità tecniche

Corpo macchina ed ergonomia

Particolarità tecniche  

Il nuovo sensore full-frame CMOS retroilluminato (BSI) da 45,4 MP è quello a più alta risoluzione mai utilizzato su una Nikon. Privo di filtro low-pass ottico e dotato ovviamente di un meccanismo di pulizia ad ultrasuoni integrato, è stato progettato interamente da Nikon e fatto realizzare esternamente su specifiche della Casa stessa.

nikon d850 foto articolo 011
Il sensore FX utilizzato sulla D850 misura 35,9 mm x 23,9 mm

Mentre i sensori BSI sono noti per le loro migliori prestazioni a bassa luminosità rispetto a quelli tradizionali, il costruttore afferma che il vantaggio più grande in questo caso è l'aver permesso una maggiore flessibilità nel cablaggio, migliorando la velocità di lettura e le prestazioni complessive.

Si può scegliere di registrare i file nei formati JPEG e NEF (RAW), in questo caso a 12 o 14 bit in modalità large, medium e small. La modalità grande produce immagini da 45,4 Mpixel, le altre due catturano rispettivamente immagini da 25,5 e 11,3 Mpixel.

Per l'elaborazione delle immagini, si è fatto uso del noto processore EXPEED 5 che, a detta del costruttore, assicura una qualità delle immagini senza precedenti su tutta la gamma ISO standard da 64 a 25600, ampliabile da 32 a 102400 ISO. L'EXPEED 5 non scherza anche dal punto di vista della velocità. Si possono riprendere infatti sino a 51 fotogrammi RAW compressi (senza perdite) a risoluzione piena a 7 fps a 14 bit. Se si riduce la profondità a 12 bit, il buffer permette di registrare 170 fotogrammi, che diventano 200 in modalità DX! Sono valori notevoli tenuto conto dell'elevatissima risoluzione, che permettono di utilizzare questa reflex anche per la fotografia sportiva, sebbene con prestazioni inferiori a quelle della D5 in termini di pura velocità.  

nikon d850 foto articolo 012
Il processore d'immagine EXPEED 5

Come tutte le Nikon di ultima generazione, anche la D850 è dotata d'interfaccia Bluetooth e Wi-Fi, disponibili unicamente utilizzando SnapBridge, un'app che deve essere installata su un device intelligente compatibile prima di poter essere utilizzata. È possibile abbinare la macchina con il WT-7A opzionale per ottenere una connessione wireless e Ethernet eccezionalmente rapida. Il trasmettitore wireless consente l'invio di file a un server FTP o a un computer a velocità fino a 866,7 Mbps. È possibile caricare rapidamente i formati JPEG ad alta qualità sull'insieme dei social media o su una galleria online sicura mediante SnapBridge. È ideale quando si desidera mostrare a un cliente all'altro capo del mondo lo stato di avanzamento degli scatti. Inoltre, SnapBridge semplifica l'aggiunta di geotag alle foto.

nikon d850 foto articolo 013
Nikon WT-7A montato sulla D850

La macchina è inoltre totalmente compatibile con il sistema d'illuminazione creativa i-TTL Nikon e il nuovo sistema d'illuminazione avanzata senza cavi con radiocomando. Ciò significa che è possibile utilizzarla con lampeggiatori quali ad esempio l'SB-5000. Se combinata con il ricetrasmettitore opzionale WR-R10, la D850 può controllare e attivare in modalità wireless fino a sei gruppi di unità SB-5000 da un'altra stanza, dietro l'angolo oppure all'aperto in piena luce.

È inoltre supportato il controllo ottico che consente di utilizzare i lampeggiatori esistenti per configurazioni con più flash.

Dal punto di vista costruttivo, la D850 offre un corpo resistente alla polvere e all'umidità grazie ad apposite guarnizioni:

nikon d850 foto articolo 014

È realizzato in lega di magnesio e fibra di carbonio.

nikon d850 foto articolo 015

L'otturatore, garantito per 200.000 scatti, può funzionare in modo totalmente silenzioso (Silent Live View Photography) per affrontare situazioni in cui è richiesta la massima discrezione.

Il modo silenzioso si attiva dal menu di ripresa foto, funziona solo in Live View e può essere impostato in due differenti modalità: nel Modo 1 l'area immagine, le dimensioni e la qualità sono impostate in base ai valori selezionati nel menu di ripresa. Il Modo 2, viceversa, è adatto per una velocità di avanzamento dei fotogrammi più rapida rispetto al Modo 1; tuttavia, la maggior velocità va a discapito dell'area immagine che viene impostata su DX (24 x 16 mm) a 3600 x 2400 pixel e qualità JPEG normale. Quando si osservano soggetti estremamente veloci, si può scattare in totale silenzio fino a 30 fps a 8 MP di risoluzione.

Focus Stacking

Una caratteristica esclusiva della D850 è la modalità focus-stacking, che la rende la prima reflex di tutti i tempi ad offrire questa caratteristica, finora disponibile solo sulle mirrorless Lumix di casa Panasonic. Permette la realizzazione di una serie di scatti in sequenza della stessa inquadratura ma con il piano di messa a fuoco motorizzato nello spostamento. Questa modalità è particolarmente utile in macrofotografia, quando la distanza ravvicinata del soggetto restringe la profondità di campo a pochi millimetri ma anche per rappresentazioni artistiche di scenari naturalistici da esaltare nell'estremizzata profondità di campo.

Vediamo come funziona:

nikon d850 foto articolo 016

Quando si vuole utilizzare il focus-stacking, occorre innanzitutto andare nel relativo menu (Ripresa con cambio messa a fuoco) e selezionare una serie di parametri fra cui il numero di scatti che si vogliono realizzare in automatico variando il piano della MAF (fino a 300), quanto spostare la MAF da un punto all'altro (larghezza step di messa a fuoco), intervallo sino allo scatto successivo ecc.

Premendo "Avvia" la macchina, dopo 3", esegue in automatico gli scatti predeterminati partendo dal punto in cui si è focalizzata la prima immagine sino a infinito.

Una volta ottenute le immagini, occorre effettuare il montaggio degli scatti con un programma a scelta che svolga questa funzione, come Photoshop, Combine, Helicon ecc.

Quindi, a differenza dell'implementazione Panasonic in cui l'algoritmo decide automaticamente quante foto scattare e le combina "in camera" per una MAF estesa, in questo caso la D850 automatizza soltanto un processo, la variazione di messa a fuoco, che altrimenti sarebbe manuale. Di conseguenza, dovendo poi ricorrere alla post-produzione per combinare le immagini secondo il cosìdetto auto blend mode, che fra l'altro consuma parecchie risorse di calcolo, il focus stacking della D850 risulta sì più versatile, ma meno utile di quello implementato in automatico da Panasonic sulle sue mirrorless.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Fotografia?
Iscriviti alla newsletter!