Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
15 minuti

Recensione Nintendo Switch

La nostra recensione di Nintendo Switch, la nuova console ibrida che ha catturato l'attenzione di pubblico e addetti del settore.

Recensione Nintendo Switch

Introduzione

Va bene, lo ammetto. Non sono stata una fan delle ultime due console vendute da Nintendo. Ma le cose sono cambiate con l'arrivo di Nintendo Switch. Al prezzo di 330 euro, Switch è un prodotto veramente innovativo capace di passare in pochi secondi da un configurazione di gioco all'altra.

Un momento prima è una console tradizionale, un attimo dopo è un dispositivo da tavolo da utilizzare con gli amici e infine una console portatile.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL1EvNjU3Njc0L29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDEuanBn

Accompagnata da titoli come lo spettacolare The Legend of Zelda Breath of the Wild, Nintendo Switch ha il potenziale per riconquistare i fan delusi dalla mancanza di grandi giochi dei due sistemi precedenti - ma solo se l'azienda giapponese riuscirà a offrire costantemente videogiochi di grosso calibro.

La più piccola console di sempre

Fin da quando ero una piccola e giovane giocatrice, ho collezionato ogni console, dall'Atari 2600 alla mia PlayStation 4 e tutto quello che c'è nel mezzo. Sono anche proprietaria di un TurboGraphx 16 e di un Nintendo Gamecube. Ma Switch è senza dubbio la console più piccola che abbia mai visto.

Questo perché, a tutti gli effetti, Nintendo Switch è un tablet. Con appena 102 mm x 239 mm x 13,9 mm e soli 295 grammi, è una frazione delle dimensioni di Xbox One e PS4, pur essendo un po' più spesso rispetto a un iPad di Apple.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0wvNjU3NjY5L29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDkuanBn

La struttura in plastica nera opaca del dispositivo è piuttosto modesta, a parte il grigio e blasonato logo di Nintendo Switch. Sul retro è presente un cavalletto integrato, posizionato accanto al lato destro del tablet, che una volta aperto espone lo slot della microSD.

I due altoparlanti sono posizionati frontalmente, sotto lo schermo, mentre sul fondo si trova una porta USB di tipo C. In alto a destra c'è lo slot per le cartucce dei giochi, protetto da un coperchio, e un jack per le cuffie. I pulsanti di accensione e del volume sono posizionati in alto a sinistra. Infine, i lati del dispositivo hanno degli spazi profondi per l'inserimento dei controller Joy-Con.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0UvNjU3NjYyL29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDUuanBn

La parte anteriore del Nintendo Switch è in gran parte occupata dallo schermo. Dico "in gran parte" a causa della spessa cornice nera che circonda il display, che si traduce in circa 6,2 pollici di schermo effettivo.

Tanti modi di giocare

Il Nintendo Switch è impareggiabile quando si tratta di gameplay e versatilità, poiché offre tre modalità di gioco: TV, tavolo e tablet.

Chiunque abbia familiarità con una console da gioco si sentirà a casa con la modalità TV. Quando la console è collegata al televisore attraverso l'apposito stand, ci si può parcheggiare da soli sul divano e giocare a The Legend of Zelda Breath of the Wild sul grande schermo. Non c'è niente di meglio che giocare a Zelda su un display da 65 pollici - è eccezionale.

Non avete un televisore a portata di mano? Nessun problema, basta tirar fuori lo Switch fuori dallo stand, aprire il cavalletto e passare alla modalità da tavolo. Una volta posizionato il dispositivo su una superficie piatta, basta prendere i controller e cominciare a giocare. Se invece siete pendolari e i vostri spostamenti richiedono molto tempo, basta far scorrere i controller JoyCon sul Nintendo Switch e utilizzarlo come una console portatile.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0kvNjU3NjY2L29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDQuanBn

L'intero processo è così semplice che anche un bambino potrebbe farlo. Ed è proprio questo il punto - dopotutto stiamo parlando di Nintendo.

Una volta collegato il cavo di alimentazione e l'HDMI, trasmettere il gioco dallo Switch al televisore è letteralmente un gioco da ragazzi. Basta far scorrere il tablet nello stand, sentire un leggero clic e si è pronti a giocare. Vuoi continuare la partita per strada? Nessun problema, prendete il tablet e andate.

Giocando con i Joy Con

Mi piace giocare con i controller Joy-Con più di quanto pensassi. Inizialmente la cinica adulta in me non era così eccitata dalla combinazione dei colori rosso e blu, ma dopo aver impugnato i Joy-Con ho lasciato uscire la mia fanciulla interiore e ho iniziato a mungere mucche, a sparare e a tagliare barbe virtuali.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0svNjU3NjY4L29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDcuanBn

I controller di plastica sono resistenti e restituiscono un buon feedback. Sono un po' piccoli, ma dovrebbero risultare comodi per la maggior parte delle persone.

I Joy-Con sono forniti con una coppia di laccetti in modo da non lanciare inavvertitamente un controller contro una persona cara o il televisore. I pulsanti hanno un feedback elastico e, anche se piccole, le mie dita non sono mai scivolate via dagli stick analogici in gomma.

Sono impressionata che Nintendo sia riuscita a montare così tanti tasti in così poco spazio, ma a volte mi sono ritrovata a premere accidentalmente il grilletto superiore al posto di quello inferiore. Dopo aver utilizzato per anni i controller di Xbox e PlayStation, la mia memoria muscolare si aspetta tasti più grandi. Questo mi ha causato dei problemi in Zelda Breath of the Wild perché buttavo via le armi quando invece intendevo mirare e lanciare frecce con l'arco.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0gvNjU3NjY1L29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDMuanBn

I Joy-Con sono la "salsa non così segreta" della versatilità di Nintendo Switch. Collegare i due controller al lati del tablet e usare il tutto come una PlayStation Vita sovradimensionata è naturale; esattamente come unirli con il Grip e utilizzarli allo stesso modo di un gamepad tradizione.

Nonostante mi piaccia usare i Joy-Con come mini Wiimote per i titoli multigiocatore, preferisco usare quello di sinistra per via del migliore posizionamento dello stick analogico. In quello destro infatti la levetta è situata in posizione centrale ed è più scomoda, soprattutto quando si tiene il Joy-Con in diagonale.

La mia lamentela maggiore riguardo i controller è la mancanza di opzioni di ricarica. L'unico modo per ricaricare le periferiche è quello di collegarle allo Switch e di posizionare l'intera console nel dock o usare il blocco alimentatore. Sarebbe stato utile che anche il Grip all'interno della confenzione ne permettesse la ricarica o che Nintendo avesse inserito delle porte microUSB o USB di tipo C in entrambi i controller. Invece, è necessario sborsare un extra per il piacere di tenere tutto in carica.

Nintendo Switch Joy-Con Grigi Nintendo Switch Joy-Con Grigi
  
Nintendo Switch Joy-Con Blu/Rosso Neon Nintendo Switch Joy-Con Blu/Rosso Neon
  

Giocare in movimento

Dopo aver passato diverse ore con Breath of the Wild in ufficio, era tempo di tornare a casa. Con tranquillità ho rimosso il tablet dal dal dock, attaccato i Joy-Con per la modalità portatile e tranquillamente ho lasciato scivolare la console nella mia borsa. Una volta seduta in metropolitana, ho tirato fuori il Nintendo Switch e ho continuato a esplorare le splendide lande di Hyrule in cel-shading.

Arrivata a casa, sono saltata nel letto con la console. Ho potuto giocare per altre 2 ore e 52 minuti grazie alla batteria agli ioni di litio da 4130 mAh,  prima che il segnale della batteria scarica iniziasse a lampeggiare sullo schermo.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0ovNjU3NjY3L29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDguanBn

Quando si tratta di giocare in movimento, Switch è la migliore opzione disponibile. Con l'inziativa Xbox Play Anywhere avete comunque bisogno di un portatile abbastanza potente, che risulta molto più costoso e più ingombrante rispetto alla console di Nintendo.

La Riproduzione Remota di PlayStation offre un assaggio del gioco in mobilità, ma è necessario un collegamento a internet veloce. Si potrebbe quindi optare per una PlayStation Vita, ma il supporto di Sony verso l'hardware è poco o nullo e molto difficilmente arriveranno nuovi titoli AAA.

Schermo e audio

Non è così nitido come un televisore da 65 pollici 4K e HDR, ma lo schermo da 6,2 pollici di Switch è un ottimo rimpiazzo durante gli spostamenti o mentre qualcuno monopolizza il televisore. Le terre di Breath of the Wild sembravano incantevoli su quel piccolo schermo alla risoluzione di 1280 x 720.

Sono rimasta particolarmente colpita dalle incisioni arancioni sui santuari ancora da scoprire e dal fumo scuro che compare quando i nemici sconfitti esplodono. Anche alle impostazioni più basse, lo schermo del Nintendo Switch è abbondanza luminoso e ciò è perfetto per le sessioni a tarda notte nel vostro letto. Tuttavia, la luce riflessa durante una giornata particolarmente soleggiata è notevole.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL0YvNjU3NjYzL29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMDIuanBn

Il display capacitivo risponde rapidamente ai comandi senza utilizzare i Joy-Con. Tuttavia, per navigare con facilità nell'interfaccia, è necessario ripiegare sui controller del sistema.

Spero che in futuro Nintendo consenta di utilizzare i dispositivi Bluetooth. Così com'è, la console funziona solo con le cuffie dotate di jack da 3,5 millimetri. Questo va bene per la modalità portatile, ma non tanto quando la console è appoggiata sul tavolo, soprattutto se si sta giocando a un gioco multiplayer in una stanza affollata. Anche a tutto volume, è stato fin troppo facile per un gruppo di miei amici sopraffare i suoni degli altoparlanti con le loro voci.

Ma in una stanza tranquilla, non ho avuto nessun problema a sentire l'audio del gioco mentre giocavo a Legend of Zelda. Le esplosioni erano convincenti e roboanti, mentre le grida di battaglia di Link erano forti e penetranti.

Interfaccia

A differenza di Xbox One e PlayStation 4, che possono contare su CPU e GPU AMD, Switch utilizza un processore Nvidia Tegra personalizzato con 4 GB di RAM. Nonostante l'uso di un chip per cellulari, non ho mai notato alcuna lentezza. I titoli si caricano e s avviano abbastanza rapidamente e la navigazione tra le pagine dell'interfaccia è semplice e scattante.

Parlando dell'interfaccia, Nintendo ha seguito ancora una volta, e con grande efficacia, il mantra "semplicità prima di tutto". I menù, che possono passare dal bianco al nero, sono semplici da usare, grazie alle grandi caselle colorate e alle icone più piccole. Mi piace che il Nintendo eShop sia suddiviso in due categorie (per ora): titoli recenti e in arrivo. Quando si è interessati a un gioco, si possono guardare un paio di screenshot, un breve riassunto con le informazioni più importanti e i requisiti.

Anche se è chiaro che il sistema operativo in esecuzione è proprietario di Nintendo, i menù piuttosto ordinati mi ricordano quelli dei dispositivi Android.

I primi problemi

Il Nintendo Switch che abbiamo acquistato è beatamente privo di difetti, ma la situazione non è così per ogni consumatore. Dal primo giorno di disponibilità, sono sorte diverse lamentele per la casuale desicronizzazione dei controller quando non sono collegati al dispositivo.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL00vNjU3NjcwL29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMTAuanBn

Alcuni proprietari hanno segnalato pixel morti o graffi sullo schermo dovuti all'inserimento nel dock. Ci sono stati alcuni reclami riguardanti il software, tra cui l'impossibilità di trasferire i salvataggi in un altro sistema o sulla scheda SD.

Si spera che Nintendo offra delle soluzioni a questi problemi nelle prossime settimane, ma è qualcosa di cui bisogna essere comunque consapevoli.

Line-up iniziale

Che cos'è una console senza giochi? Un costoso fermacarte. Per evitare quel destino, Nintendo ha pubblicato un piccolo gruppo di titoli per accompagnare Switch fin dal primo giorno di disponibilità. The Legend of Zelda Breath of the Wild è di gran lunga il gioco più noto, ma l'interesse dei fan dovrebbe essere stimolato anche da Super Bomberman R , Skylanders: Imaginators e Just Dance 2017, e anche dai titoli di terze parti come I Am Setsuna e Shovel Knight. Le esclusive per Nintendo Switch includono anche il titolo di corsa Fast RMX, i mini-giochi di 1-2-Switch e i puzzle di Snipperclips.

Leggi anche: Hands-on Nintendo Switch, console divertente ma pochi giochi

Con i suoi paesaggi epici e il gameplay avvincente, Zelda è un acquisto obbligato in quanto ridefinisce la saga nel suo complesso. 1-2-Switch è un party-game divertente e un ottimo esempio di ciò che i Joy-Con possono fare ma, come Wii Sports e WarioWare prima, non vedo molte occasioni di utilizzo al di fuori delle sessioni multigiocatore. 

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9HL08vNjU3NjcyL29yaWdpbmFsL05pbnRlbmRvLXN3aXRjaC0wMTIuanBn

Rendere disponibile  Breath of the Wild assieme alla console è stata una mossa intelligente, mentre affiancarne solo altri 8 no. PlayStation 4 e Xbox One avevano rispettivamente 28 e 23 titoli nei propri cataloghi fin dal primo giorno.

E anche se le killer application come Mario Kart 8 Deluxe e Super Mario Odyssey sono in dirittura d'arrivo, sono ancora preoccupata da come Nintendo potrebbe comportarsi con i contenuti di terze parti. Avere una console brillante e innovativa è ottimo, ma resta inutile se non ci sono titoli di qualità da giocare.

The Legend of Zelda: Breath of the Wild The Legend of Zelda: Breath of the Wild
  
Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Nintendo Switch?
Iscriviti alla newsletter!