Hot topics:
News su SMAU 2017
8 minuti

Recensione PES 2018, il calcio secondo Konami

Abbiamo provato per voi il nuovo titolo calcistico di Konami: ecco com'è andata!

Recensione PES 2018, il calcio secondo Konami

It's PES time!

Pro Evolution Soccer 2018

 

Ricomincia la stagione sportiva e con lei anche la sfida che si rinnova di anno in anno: sarà riuscito PES a dire la propria anche quest'anno?

81OBDFzSF L  SL1500

PES, 23 anni dopo

L'estate è finita? Purtroppo sì, ma anche quest'anno, come di consueto, si rinnova l'appuntamento nostro e dei giocatori di tutto il mondo con Pro Evolution Soccer. Il titolo calcistico targato Konami torna anche in questo settembre 2017 per lanciare un'altra volta la sfida a Electronic Arts per decretare, come ogni anno, quale prodotto sia il più valido.

FIFA 18 arriverà nei negozi a partire dal prossimo 29 settembre e nel frattempo abbiamo potuto giocare al nuovo PES, già disponibile su PC, PlayStation 4 e Xbox One. Una prova che ci ha permesso di valutare nei più piccoli particolari l'idea che Konami ha di un gioco di calcio: continuate a leggere per conoscere il responso completo!

Anno nuovo, calcio nuovo

Konami ci propone anche quest'anno un prodotto non particolarmente ricco di novità ma, comunque, dotato di tutto il necessario per fornire all'utente un'esperienza di gioco più che completa. Appena avviato il gioco per la prima volta ci vorranno giusto un paio di minuti per aggiornare le rose con giocatori e valori attuali: lo stato di forma e la squadra di ogni singolo calciatore sono oggetto di update costanti, dando così quella spinta di realismo in più.

pes2018 1

Scesi in campo, possiamo sin da subito notare come il gameplay sia molto più rifinito di quello del suo predecessore. Molto ben fatte le introduzioni delle partite e soprattutto quelle di Champions League la quale, ricordiamo, é un'esclusiva dell'offerta calcistica di Konami assieme all'Europa League e alla Champions asiatica. Il match prosegue fluido ed é molto evidente il lavoro svolto nelle animazioni e soprattutto nei movimenti, dove il fisico di ogni singolo calciatore ricoprirà un ruolo importante nel determinare come egli riceverà e giocherà la palla: la differenza tra un Messi e un Lukaku, per capirci, è molto evidente.

pes2018 2

Altro punto a favore é la possibilità di gestire velocemente le varie tattiche difensive e offensive: caratteristica sì presente anche nei precedenti titoli della serie ma qui ulteriormente rifinita, con impostazioni pensate sia per i giocatori meno esperti che per chi vuole gestire anche il più piccolo aspetto del gioco di squadra.

Poche le note negative anche se, va detto, purtroppo costanti nella serie Pro Evolution Soccer: qualche sporadico calo di frame rate nelle uscite del portiere, una fisica non sempre ottimale, qualche "papera" di troppo da parte degli estremi difensori e la mancanza di molte licenze ufficiali.

pes2018 4

Quest'ultimo punto, da sempre una lacuna molto criticata anche dagli amanti della serie, risulta spesso più grave del previsto. Basti pensare che le due finaliste della scorsa UEFA Champions League sono presenti nel gioco con dei nomi fittizi: la Juventus é diventata PM Black White, mentre il Real Madrid si chiama MD White. In Inghilterra Arsenal e Liverpool sono le uniche due compagini con i nomi ufficiali, mentre segnaliamo che le neopromosse nella Serie A italiana (Spal, Verona e Benevento) sono presenti con tutti i kit originali.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Giochi PC?
Iscriviti alla newsletter!