Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
News su MWC 2017
10 minuti

Recensione PS4 Pro

Recensione di PlayStation 4 Pro, la versione potenziata della console di Sony concepita per il gaming 4K "da salotto".

Recensione PS4 Pro

PS4 Pro

 

PS4 Pro è la "PlayStation 4" potenziata grazie a una GPU più potente, una CPU con una maggiore velocità di clock e 1 GB di memoria aggiuntiva.

PS4 Pro (2)

PlayStation 4 Pro è il nuovo esperimento di Sony, che ha deciso di potenziare PS4 infondendo maggiore potenza al suo dispositivo. L'obbiettivo dell'azienda è di portare il gaming 4K nei salotti degli appassionati, ma anche i giocatori che useranno PS4 Pro su un normale TV Full HD potranno godere di diversi benefici. Inoltre, anche il visore per la realtà virtuale PlayStation VR può sfruttare la maggiore potenza di PS4 Pro per dare vita ad esperienze più coinvolgenti.

Tuttavia ci sono alcune domande a cui bisogna dare una risposta. Vale la pena investire i propri risparmi in una PS4 Pro? La console è abbastanza potente per soddisfare le esigenze dei giocatori? Cerchiamo di fare chiarezza.

Leggi anche: PS4 Pro, analisi prestazioni grafiche

Unboxing

Prima di addentrarci nelle specifiche tecniche di PS4 Pro diamo un breve sguardo a ciò che contiene la scatola. Oltre alla console il pacchetto include un auricolare mono, un cavo HDMI, il nuovo DualShock 4, un cavo USB - Mini USB per la ricarica del joypad e un cavo di alimentazione di tipo C13, come quelli che generalmente si usano per i PC desktop.

PS4 Pro (1)

Il Joypad merita un breve discorso a parte. Si tratta della nuova versione del DualShock 4, anche se le novità sono ben poche. La croce digitale e gli stick analogici sono di colore grigio e con un rivestimento che dà la sensazione di essere più "gommoso" rispetto al vecchio DualShock 4. Il cambiamento più visibile, tuttavia, è una sottile barra trasparente sul touchpad che lascia passare la luce colorata del LED. Un piccolo dettaglio, utile per capire al volo il colore assegnato al controller.

L'aggiunta più interessante, tuttavia, non si vede: è l'opzione per passare dalla connessione Bluetooth alla connessione dati tramite cavo USB. Con il vecchio DualShock 4 la connessione USB serve solamente per la ricarica, mentre il passaggio dei dati avviene sempre tramite Bluetooth. I giocatori che si preoccupano dell'input lag saranno felici di sfruttare questa nuova funzione, soprattutto i pro-gamer impegnati in tornei di alto livello.

Design

Una delle prime cose che si nota della nuova PS4 Pro è la grandezza maggiore rispetto al modello precedente. Si parla di 295 x 55 x 327 mm, contro 275 x 53 x 305 mm della prima versione di PS4 e 265 x 38 x 288 mm di PS4 Slim. Anche il peso, pari a 3,3 kg, è superiore rispetto a quello di PS4, che si attesta su 2,8 kg, mentre PS4 Slim si ferma a 2,1 kg.

Il design inclinato è simile a quello di PS4, ma con angoli arrotondati simili a quelli di PS4 Slim e non ai bordi spigolosi del modello originale. Un altro punto in comune con PS4 Slim è l'uso di una finitura nera opaca. La console ha una sottile barra LED luminosa lunga quasi tutto il lato frontale. Questa barra ospita i pulsanti fisici per l'accensione della console e l'espulsione dei dischi.

PS4 Pro (4)

Il vano per inserire i Blu-Ray si trova nella fessura superiore della console. Purtroppo il lettore non è compatibile con i Blu-Ray 4K, una mancanza che sottrae valore al pacchetto; se volete riprodurre video 4K HDR dovete usare applicazioni come Netflix e YouTube.

A livello di connettività troviamo il gradito ritorno dell'uscita ottica S/PDIF, scomparsa in PS4 Slim, e tre porte USB 3.1. Oltre alle due canoniche porte USB frontali vediamo infatti una porta USB supplementare posizionata nella sezione posteriore della console. Sempre sul retro troviamo la porta HDMI (supporto 4K / HDR), la porta AUX per collegare la PlayStation Camera e la porta Ethernet. Le ventole di raffreddamento di PS4 Pro soffiano aria calda (in gran quantità) in una griglia sempre nella sezione posteriore, come su PS4.

PS4 Pro (5)

Le analogie con il modello precedente di PS4 proseguono con l'alimentatore, interno anche in questo caso. Tuttavia il consumo massimo aumenta dai 165 Watt di PS4 Slim ai 310 Watt di PS4 Pro. I consumi, tuttavia, si dimostrano più efficienti in molti casi rispetto al primo modello di PS4, come dimostrato in recenti test. Un segnale indicatore del buon lavoro svolto dagli ingegneri Sony sotto questo aspetto.

PS4 Pro   retro

La panoramica sul design di PS4 si conclude con un logo PlayStation argentato posizionato al centro del pannello superiore, mentre sul pannello inferiore troviamo piccoli piedini sagomati con la forma dei simboli di PlayStation.

Specifiche tecniche

  PS4 PS4 Pro
CPU AMD Jaguar 8 Core @ 1.6 GHz AMD Jaguar 8 Core @ 2.1 GHz
GPU AMD Radeon 1.84 TFLOPS
18 CU - 800 Mhz
AMD Radeon 4.2 TFLOPS
36 CU - 911 Mhz
Memoria 8 GB GDDR5 @ 176 GB/s 8 GB GDDR5 @ 218 GB/s
+ 1 GB DDR3
Consumo massimo  165 Watt (PS4 Slim) 310 Watt
Porte USB 2 USB 3.0 3 USB 3.0
Hard Disk 500 GB 1 TB
Dimensioni 275 x 53 x 305 mm
(265 x 38 x 288 mm PS4 Slim)
295 x 55 x 327 mm
Peso 2,8 kg (2,1 PS4 Slim) 3,3 kg
Connettività Ethernet, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0, HDMI Ethernet, WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, Bluetooth 4.0, HDMI (4K e HDR), S/PDIF
Prezzo 299 euro 410 euro

Il vantaggio principale di PS4 Pro rispetto al modello tradizionale di PS4 è la GPU più potente. L'unità di elaborazione grafica è basata sull'architettura Polaris di AMD, che ha fatto il suo debutto nel mondo PC con la Radeon RX 480. La frequenza della GPU di PS4 Pro è di 911 MHz (il 14% in più rispetto al modello originale), le compute unit sono 36 (il doppio di PS4) e la potenza di calcolo è di 4,2 Teraflops, un valore 2,28 volte superiore rispetto alla versione tradizionale di PS4.

La quantità di memoria è invariata (8 GB GDDR5), tuttavia Sony ha introdotto 1 GB di memoria DDR3 supplementare per gestire le app in multitasking. Quando non si usa un'app PS4 Pro la trasferisce in questo GB di memoria, più lenta rispetto alla GDDR5. In questo modo si libera 1 GB di memoria GDDR5, di cui 512 MB sono a disposizione per i giochi. In totale PS4 Pro può contare su 5,5 GB di memoria per i giochi, al posto dei 5 GB di PS4. Il resto della memoria è usato per il sistema operativo e per l'interfaccia di PS4 Pro, visualizzata in risoluzione 4K e non in Full HD come sulla PS4 tradizionale.

PS4 Pro (3)

Tutto questo si traduce, in poche parole, in una grafica migliore con i giochi capaci di sfruttare il nuovo hardware. Gli sviluppatori possono decidere di aumentare il framerate, la risoluzione o il numero di effetti grafici. Alcuni titoli potrebbero girare con risoluzione 4K nativa su PS4 ma Sony stessa specifica che la maggior parte dei giochi sfrutterà la tecnica di upscaling nota come checkerboard rendering, che permette di avvicinarsi a un risultato simile a quello della risoluzione 4K senza impattare in modo eccessivo sull'hardware. Torneremo su questo argomento in modo dettagliato con un approfondimento dedicato interamente alla grafica di PS4 Pro, mentre un altro articolo si concentrerà sui miglioramenti riscontrati con i giochi attualmente in test presso la nostra redazione.

Sul lato CPU ritroviamo lo stesso processore AMD Jaguar a 8 core, ma la frequenza passa da 1.6 GHz a 2.1 GHz con un aumento del 31%.

Per quanto riguarda l'archiviazione dei dati PS4 Pro integra un hard disk da 1 TB il doppio più capiente rispetto a quello standard di PS4. Purtroppo la velocità di rotazione dei piatti è identica (5400 rpm) quindi non si notano miglioramenti nel caricamento dei giochi. Fortunatamente potete sostituire il disco rigido con un hard disk più performante o con un SSD, che grazie al supporto SATA III ora possono arrivare a una velocità di trasferimento dati di 6 Gbps (il doppio rispetto allo standard SATA II di PS4).

Conclusioni

PS4 Pro permette di godersi i giochi con una grafica migliore, a patto che gli sviluppatori decidano di supportarla. Sony ha annunciato una lista con una quarantina di giochi che hanno (o riceveranno) una patch per PS4 Pro. Da quello che abbiamo visto la console permette di sfruttare un anti-aliasing migliore e, a seconda dei giochi, si possono ottenere anche colori più realistici e vividi, un framerate più alto e stabile ed esperienze VR migliori.

Tuttavia, l'acquisto di PS4 Pro non comporta l'accesso a titoli esclusivi. Inoltre i miglioramenti grafici e di prestazioni sono limitati a un elenco di giochi che non copre tutto il panorama di titoli disponibili per PS4. Gli sviluppatori di The Witcher 3 e il team di Destiny, per esempio, hanno confermato che i due giochi non riceveranno update per sfruttare PS4 Pro. La situazione è simile anche per titoli recenti come Overwatch, Doom, Dark Souls 3 e Mirror's Edge Catalyst, che per ora non hanno update programmati per PS4 Pro.

Dando uno sguardo al futuro Sony ha promesso che tutti i giochi first-party saranno concepiti con in mente PS4 Pro e con tutta probabilità anche i grossi progetti tripla-A di terze parti seguiranno questo trend, anche se non c'è alcuna garanzia che gli sviluppatori decidano di adeguarsi. Sotto questo aspetto sarà cruciale la base installata di PS4 Pro, che dovrà confrontarsi con 40 milioni di PS4 standard distribuite in tutto il mondo. Se il mercato reagirà positivamente è lecito aspettarsi che gli sviluppatori decidano di rimboccarsi le maniche per supportare la nuova console di Sony, ma questo è ancora da vedere.

PS4PRO

Se non avete una PS4 e avete intenzione di comprare una console in grado di sfruttare il vostro TV 4K allora PS4 Pro merita sicuramente l'acquisto. Con un investimento di circa 100 euro in più rispetto a PS4 Slim avrete una piattaforma che attualmente offre la migliore esperienza grafica su console.

Anche chi ha una TV 1080p ed ha in mente di comprare una PS4 dovrebbe orientarsi verso PS4 Pro. Il costo maggiore si traduce in una console con uno spazio d'archiviazione doppio e un hardware adatto a sfruttare il 4K, nel caso dovesse venirvi voglia di comprare un nuovo schermo televisivo. Inoltre alcuni giochi possono godere di miglioramenti anche con la risoluzione Full HD, anche se i cambiamenti sono marginali rispetto a chi gioca su uno schermo 4K.

Chi invece ha già PS4 dovrebbe valutare più attentamente l'acquisto; il passaggio alla nuova console è difficilmente consigliabile, a meno che non si abbia una TV 4K HDR da sfruttare e un po' di contanti da investire per il proprio intrattenimento.

In definitiva, PS4 Pro ha un prezzo ragionevole, diverse novità di rilievo nei confronti di PS4 ed è la console più potente attualmente sul mercato. Sony ha dato una scossa al mercato, arrivando con diversi mesi d'anticipo rispetto a Microsoft e Project Scorpio. Siamo sicuri che ne vedremo delle belle.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #PlayStation?
Iscriviti alla newsletter!