Recensione Ryzen Threadripper 2990WX e Threadripper 2950X

Introduzione

Ryzen Threadripper 2950X

 
Ryzen Threadripper 2950X

Ryzen Threadripper 2990WX

 
Ryzen Threadripper 2990WX

Sono ormai due anni che AMD porta novità nel campo dei microprocessori, dopo un lungo periodo in cui la competizione era praticamente azzerata. I primi Ryzen hanno portato una ventata d'aria nuova, così come i Ryzen di seconda generazione con grafica Vega integrata, i miglioramenti dell'architettura Zen+ e i primi Threadripper, che hanno moltiplicato i core nel settore desktop per dare il loro meglio con i software altamente parallelizzati.

Quest'ultimo approccio viene ora spinto al limite con la creazione della nuova serie WX, oggi rappresentata dal portabandiera Threadripper 2990X dotato di 32 core Zen+, 64 thread e un prezzo di 1799 dollari. Ci troviamo davanti a un numero di core record nella fascia alta desktop, che secondo AMD le garantisce fino al 51% di prestazioni in più rispetto al Core i9-7980XE di Intel da 2000 dollari.

Threadripper2 13
Clicca per ingrandire

Il progetto MCM (multi-chip module) scelto da AMD per la serie WX si basa su quattro die separati, due dei quali sono definiti "die computazionali", cioè non sono collegati direttamente alla memoria principale ma sono obbligati a passare dal core gemello per accedervi.

Questo porta a un progetto che offre prestazioni incredibili in alcuni carichi che sfruttano marcatamente i thread ma che non sono sensibili al throughput di memoria, ma a prestazioni inferiori in altri ambiti, in particolare quelli che non scalano bene con i core in più. Di conseguenza queto processore può dare il suo meglio solo in alcuni frangenti, o il software deve essere ottimizzato per avantaggiarsi di questo approccio.

Threadripper2 01
Clicca per ingrandire

AMD ha aggiornato anche i modelli della serie X composti da due die, contraddistinti da un design più classico, quindi ognuno dotato della propria connettività alla memoria principale. Il Threadripper 2950X da 899 dollari beneficia anch'esso dell'architettura Zen+. Il progetto di questo processore è il medesimo dei predecessori, cosa che lo porta a comportarsi meglio con un numero di carichi più ampio. In base al nostro primo contatto con Threadripper 2950X possiamo dire che offre un ottimo rapporto tra prezzo e prestazioni e potrebbe essere il processore da battere nella fascia alta.

Threadripper 2

AMD ha rivisitato nei mesi scorsi la gamma Ryzen mainstream con le ottimizzazioni dell'architettura Zen+, che includono un processo produttivo migliorato  a 12 nm, una latenza di memoria e cache più contenuta e rapporti turbo multi-core migliorati.

L'effetto netto di queste ottimizzazioni ha avuto un chiaro impatto sui processori mainstream come il Ryzen 7 2700X e tutte queste novità sono ora integrate nei nuovi Threadripper. Come i modelli di precedente generazione, anche stavolta l'azienda ha selezionato il 5% dei migliori die prodotti per andare a comporre i Threadripper di seconda generazione.

  Ryzen Threadripper 2990WX Ryzen Threadripper 2950X
Socket TR4 TR4
Core / Thread 32 / 64 16 / 32
Freq. base 3.0 GHz 3.5 GHz
Freq. boost 4.2 GHz 4.4 GHz
Freq. memoria DDR4-2933 (Varia) DDR4-2933 (Varia)
Controller di memoria Quad Channel Quad Channel
Moltiplicatore sbloccato
Linee PCIe 64 (quattro verso il chipset) 64 (quattro verso il chipset)
GPU integrata No No
Cache (L2 / L3) 80MB 40MB
Architettura Zen+ Zen+
Processo 12nm LP GloFo 12nm LP GloFo
TDP 250W 180W

AMD ha suddiviso la famiglia Threadripper in due serie, WX e X, e in modo molto simile a quanto fatto con la precedente gamma X, l'azienda ha indirizzato la serie WX per i carichi multitasking intensi, rendering 3D, codifica multimediale e altro. Si offre quindi agli sviluppatori software e ai creatori di contenuti di altissimo livello.

Il Threadripper 2990WX con 32 core e 64 thread ha una frequenza base di 3 GHz che arriva a 4,2 GHz tramite gli algoritmi XFR (eXtreme Frequency Range). Questo processore entra in competizione diretta con il Core i9-7890XE da 2000 dollari con 18 core e 36 thread. AMD ha anche in cantiere un altro modello, il Threadripper 2970WX, un 24 core / 48 thread da 1299 dollari che sarà disponibile a partire da ottobre.

Questi processori hanno quattro die, e ogni die ha 8 core e 16MB di cache L3. Entrambi i processori hanno accesso a 64 MB di cache L3 come beneficio collaterale del design, mentre il Threadripper 2970WX ha solo 6 core attivi per die.

Threadripper2 12
Clicca per ingrandire

I die extra portano a un TDP maggiore, pari a 250W. Si tratta di un valore record per un PC desktop di fascia alta, che può però essere tenuto a bada anche da dissipatori ad aria, ovviamente ad alte prestazoni. 

Threadripper2 19
Clicca per ingrandire
Threadripper2 23
Clicca per ingrandire

AMD consegna tutti i chip Threadripper con un supporto Asetek che fornisce copertura parziale del grande IHS. Secondo l'azienda una copertura parziale va bene per il raffreddamento, ma abbiamo visto che i dissipatori custom a pieno contatto sono una migliore opzione. L'azienda ha comunque lavorato con Cooler Master per sviluppare un nuovo dissipatore ad aria chiamato Wraith Ripper pensato specificatamente per queste CPU, ma è venduto separatamente.

  Core /
Thread
Base /
Boost (GHz)
Cache L3
(MB)
PCIe 3.0 DRAM TDP Prezzo Prezzo per core
TR 2990WX 32 / 64 3.0 / 4.2 64 64 (4 al PCH) Quad DDR4-2933 250W $1,799 $56
TR 2970WX 24 / 48 3.0 / 3.2 64 64 (4 al PCH) Quad DDR4-2933 250W $1,299 $54
Core i9-7980XE 18 / 36 2.6 / 4.4 24.75 44 Quad DDR4-2666 140W $1,999 $111
TR 2950X 16 / 32 3.5 / 4.4 64 64 (4 al PCH) Quad DDR4-2933 180W $899 $56
TR 1950X 16 / 32 3.4 / 4.4 64 64 (4 al PCH) Quad DDR4-2667 180W $750 $47
Core i9-7960X 16 / 32 2.8 / 4.4 22 44 Quad DDR4-2666 140W $1,699 $106
TR 2920X 12 / 24 3.5 / 4.3 64 64 (4 al PCH) Quad DDR4-2933 180W $649 $54
TR 1920X 12 / 24 3.5 / 4.2 64 64 (4 al PCH) Quad DDR4-2667 180W $399 $33
Core i9-7920X 12 /24 2.9 / 4.4 16.50 44 Quad DDR4-2666 140W $1,199 $100
Core i9-7900X 10 / 10 3.3 / 4.3 13.75 44 Quad DDR4-2666 140W $999 $99
Core i7-8700K 6 / 12 3.7 / 4.7 12 16 Dual DDR4-2666 95W $359 $60
Ryzen 7 2700X 8 / 16 3.7 / 4.3 16 16 Dual DDR4-2933 105W $329 $41

A differenza della prima generazione, AMD indirizza le CPU della serie X ad appassionati e giocatori. È il caso di specificare subito cosa intende AMD con "giocatori", dato che abbiamo già registrato alcuni dei vostri commenti al di sotto della notizia di presentazione e del video di unboxing, che potete vedere più avanti.

L'azienda non parla di "normali videogiocatori", ma bensì di giocatori avanzati che, ad esempio, mentre giocano mandano in streaming le loro partite o producono, in contemporanea, un video. Insomma, quei creators che vanno tanto di moda oggigiorno su Twitch e YouTube.

threadripper 2990wx

Il Threadripper 2950X da 899 dollari ha 16 core e 32 thread, ma ha frequenze più alte rispetto ai modelli Threadripper con più core. Il 2950X ha una frequenza base di 3,5 GHz e accelera fino a 4,4 GHz, un passo in avanti rispetto ai 3,4/4,2 GHz del Threadripper 1950X. 

Ci sarà anche il Threadripper 2920X, in vendita a 694 dollari da ottobre. Si tratta di un 12 core / 24 thread con una frequenza base di 3,5 GHz e un boost fino a 4,3 GHz. Entrambi i processori hanno una configurazione a doppio die, per un totale di 32 MB di cache L3, e sono stati progettati per prendere il posto dei precedenti 1950X e 1920X. Come i modelli di precedente generazione i chip della serie X hanno un TDP di 180W.

AMD batte Intel per quanto riguarda il prezzo per core, ma non tutti i core sono creati in modo uguale. Intel in genere ha un vantaggio per quanto riguarda le prestazioni per core (IPC) e anche se AMD offre più cache, la latenza della cache e il bandwidth possono essere molto più importanti della capienza, quindi dovremo misurare il bilanciamento scelto da ogni azienda tra capacità e velocità.

AMD offre anche altro per rendere l'offerta più interessante. In modo simile ai Threadripper precedenti tutti i nuovi modelli hanno rapporti di moltiplicazione sbloccati, il che significa che potete overcloccare, e avrete accesso a 60 linee PCIe - altre quattro sono connesse al chipset. In altre parole, potrete gestire configurazioni multi scheda grafica senza problemi, o gestire complessi sistemi di rete e d'archiviazione grazie a controller aggiuntivi che necessitano di un'ampia larghezza di banda.

Threadripper2 02
Clicca per ingrandire

Threadripper ha controller di memoria dual-channel indipendenti su due die che combina per fornire il supporto quad-channel con trasfer rate variabili - indicati sotto - basati sulle diverse configurazioni di memoria. AMD ha aumentato il transfer rate massimo di memoria da DDR4-2666 a 2933. La piattaforma supporta memoria ECC e un limite funzionale di 256 GB di RAM, anche se può supportare fino a 2 TB di capacità con l'aumentare della densità della memoria.

Threadripper2 04
Clicca per ingrandire

Con i profili SPD è comunque possibile andare oltre la massima velocità supportata.

Configurazione DIMM Rank memoria Transfer Rate supportato ufficialmente (MT/s)
4 di 4 Single DDR4-2933
4 di 8 DDR4-2667
8 di 8 DDR4-2133
4 di 4 Dual DDR4-2933
4 di 8 DDR4-2667
8 di 8 DDR4-1866

Precision Boost 2, XFR2 e Precision Boost Overdrive (PBO)

La prima generazione di CPU AMD Ryzen offre Precision Boost (un'implementazione Dynamic Voltage Frequency Scaling simile al Turbo Boost di Intel), e l'eXtended Frequency Range, che garantisce un ulteriore incremento di frequenza quando la vostra soluzione di raffreddamento ha del margine termico a disposizione. Le CPU della serie 1000 offrivano solo frequenze quad-core (serie X) o all-core Precision Boost e XFR.

La frequenza di boost più alta per la CPU Threadripper WX si ottiene su 8 core simultaneamente e la serie X arriva a una massimo di quattro core, ma c'è comunque del margine da sfruttare. Il nuovo Precision Boost 2 (che ha debuttato sulle CPU AMD Raven Ridge) e gli algoritmi XFR2 migliorano le prestazioni nei carichi che sfruttano i thread aumentando la frequenza di un qualsiasi numero di core. Precision Boost 2 garantisce frequenze più alte fino a 500 MHz durante i carichi multi-core, mentre XFR2 aggiunge un boost pari a un ulteriore 16% se il vostro dissipatore è sufficientemente potente. Questo estende le già robuste prestazioni con molti thread dei Ryzen in un'ampia varietà di carichi.

I Threadripper 2 segnano il debutto di Precision Boost Overdrive (PBO), funzionalità che originariamente ha debuttato silenziosamente sui Ryzen di seconda generazione. PBO è una funzione di OC automatizzata che incrementa le prestazioni ai limiti di schede madre e raffreddamento, ma usarla invalida la garanzia di 3 anni del processore. A differenza di Intel, che offre un piano di garanzia esteso che potete acquistare con un ulteriore esborso, AMD non ha intenzione di offrire garanzia per l'overclock.

L'azienda spinge i limiti della curva di frequenza / tensione a impostazioni stock, quindi gli overclock manuali risultano spesso in prestazioni single-thread inferiori perché il chip non può raggiungere le stesse frequenze di boost con un overclock all-core. Bloccare il processore a una frequenza statica gli impedisce anche di passare a frequenze inferiori per risparmiare energia e ridurre la temperatura durante i periodi di idle.

PBO prende di petto questi problemi. La funzionalità overclocca dinamicamente il processore e comunica con la piattaforma per modulare le prestazioni in base a quello che può fare il sottosistema di alimentazione della motherboard. AMD afferma che PBO può aggiungere un altro 16% di prestazioni, ma l'azienda non ha condiviso una lista di livelli specifici multi-core Precision Boost 2, XFR2 e PBO perché i suoi algoritmi opportunistici raggiungono differenti frequenze in base a temperature, corrente e carico. I processori Threadripper 2 forniscono lo stesso supporto di I/O della generazione precedente.

Tutte le CPU Threadripper 2000 sono retrocompatibili con le attuali schede madre X399, quindi se avete una motherboard TR4 potete cambiare solo il processore. L'alimentazione sarà naturalmente un aspetto importante considerata l'energia richiesta per far funzionare chip fino a 32 core, ma MSI e Gigabyte hanno annunciato nuove schede madre X399 con sottosistemi di alimentazione più carrozzati, e Asus ha introdotto un kit aggiuntivo per una delle sue schede madre esistenti che migliora il raffreddamento del VRM. Entreremo nei dettagli di BPO e il supporto da parte delle motherboard in seguito.

Continua a pagina 2

Pubblicità

AREE TEMATICHE