Hot topics:
15 minuti

Recensione Sony Xperia X Performance

Recensione Sony Xperia X Perfomance. Uno smartphone per cui è praticamente impossibile trovare difetti, dai materiali alla qualità dello schermo, passando per l'audio e le prestazioni. Però è anche molto costoso.

Recensione Sony Xperia X Performance

Sony Xperia X Perfomance

 

Uno smartphone elegante, potente e ben realizzato, il Sony Xperia X Perfomance è un vero top di gamma.

sony xperia x performance

Introduzione

Il nuovo Sony Xperia X Performance rappresenta la migliore offerta della casa giapponese in ambito smartphone, con la nuova linea X che va a sostituire la precedente e apprezzata linea Xperia Z. Rispetto ad essa troviamo qualche ritocco al design, che risulta al passo con i tempi. Più che un semplice rinnovo dei prodotti, tuttavia, questi nuovi smartphone vogliono essere il simbolo di una nuova Sony, più attenta alle esigenze dei suoi clienti e dei consumatori in generale.

DSC 3622

Xperia X Perfomance, in particolare, è uno smartphone pensato per il pubblico più esigente. A separarlo dal modello di fascia più bassa, Sony Xperia X, sono il SoC (Snapdragon 820 contro Snapdragon 650) e la certificazione IP65/IP68. Questo Perfomance è pensato per chi vuole il massimo possibile ma, come ci ha detto qualche tempo fa un rappresentante Sony, per qualsiasi altra persona ha specifiche fin troppo spinte.

Considerato quindi che questi due smartphone sono identici sotto molti punti di vista quanto segue si può considerare valido anche per il Sony Xperia X - eccezion fatta naturalmente per quelle cose che dipendono molto dalle prestazioni del SoC. E questo significa praticamente solo i benchmark sulle prestazioni. È anche possibile che il modello meno costoso vanti un'autonomia leggermente maggiore, ma dovremo verificarlo sul campo per esserne certi.  

Caratteristiche Fisiche
Peso 165 grammi
Dimensioni (HxWxD) 143.7 x 70.5 x 8.6 mm
Connettività
GPS Si
Bluetooth 4.2
Wi-Fi a/b/g/n/ac
NFC Si
3G Si
4G / LTE Si
Velocità LTE Cat 9
Dual sim No
Hardware
Processore Snapdragon 820
Velocità processore 2.15
Quantità Core 4
Memoria RAM 3
Processore Grafico Adreno 530
Memoria archiviazione 32
Espansione memoria Fino a 200GB
Batteria 2.700 mAh
Schermo
Dimensione 5"
Tecnologia IPS LCD
Risoluzione 1920x1080 pixel
Fotocamera
Dimensione Sensore 23 Mpx
Flash Singolo
Apertura diaframma f/ 24
Fotocamera secondaria
Dimensione Sensore 13 Mpx
Sensori
Accelerometro Si
Luminosità Si
Prossimità Si
Magnetometro Si
Giroscopio Si
Lettore impronte digitali Si
Software
Sistema operativo Android 6.0
Prezzo
Prezzo di listino 729 euro

Per questa recensione abbiamo usato un Sony Xperia X Perfomance con la build 35.0.1.238, scaricata alla prima accensione, e la patch di sicurezza aggiornata al primo aprile 2016.

Estetica e hardware

Il Sony Xperia X Perfomance è sicuramente un bel colpo d'occhio e piace ancora prima di prenderlo tra le mani. È vero per la versione bianca che abbiamo provato e anche per gli altri colori, anche se quella nera risulta senz'altro un po' più seriosa.

Il Performance è uno smartphone "non enorme", per via del fatto che Sony ha scelto come standard la misura dei 5 pollici. Il che è un elemento distintivo a sé stante, considerando che praticamente tutti gli altri produttori vanno sui 5,5 pollici per i loro top di gamma (e non solo). Con misure pari a 143.7 x 70.5 x 8.6 mm, comunque, tuttavia non è il più compatto degli smartphone. Per confronto, si consideri che il Nexus 5 ha uno schermo da 4,9" ed è leggermente più piccolo: 137,9 x 69,2 x 8,6 mm. Sorprende in particolare il fatto che l'Xperia X Perfomance è più lungo, ma la spiegazione è semplice: ci sono due altoparlanti rivolti in avanti, che garantiscono un suono migliore ma comprensibilmente lo smartphone è più grande.

sony xperia performance 1

Ciò nonostante il Sony Xperia X Performance si impugna facilmente e ha un bel grip in ogni momento, grazie anche alla cornice e al fondo in alluminio.

Frontalmente lo smartphone è protetto integralmente da Gorilla Glass, che si unisce alla cornice con l'ormai nota curvatura 2.5D. Sopra allo schermo è visibile una griglia che nasconde capsula telefonica, un altoparlante e il piccolo LED per le notifiche - si può disattivare dalle impostazioni se non vi piace. A sinistra c'è l'ottica della fotocamera e a destra i sensori. Centralmente c'è il logo Sony. Sotto allo schermo c'è invece una piccola striscia che nasconde il microfono; ce n'è un secondo sul lato inferiore. L'angolo in alto a sinistra ospita anche il sensore NFC, che risulta totalmente invisibile.

In qualche modo Sony è riuscita a non "tagliare" l'alluminio con le comuni strisce in plastica per la trasparenza RF, e il risultato è un design totalmente liscio davvero molto piacevole alla vista. Non è una cosa che si vede tutti i giorni e chi è attento all'estetica di certo apprezzerà il dettaglio.

xperia x blink and youll get it desktop tablet mobile bdcc613263d500768fb650b1d3dc9d18

La cornice in alluminio gira intorno al telefono quasi senza soluzione di continuità, anche se guardando da vicino si possono notare due punti di giunzione, sotto. A destra ci sono quattro pulsanti: quello per la fotocamera, tipico degli Xperia, il bilanciere del volume e quello di attivazione. Quest'ultimo integra anche il sensore per le impronte digitali: la posizione è piuttosto insolita ma si presta molto bene al pollice destro, all'indice e all'anulare sinistri. Personalmente ho trovato più comodo usare il pollice destro, ma comunque sia l'ergonomia di questo dettaglio è notevole, se non altro perché si blocca il telefono con un solo ed elegante gesto. Il sensore ha sempre funzionato molto bene, è bastata qualche ora per abituarsi a posizionare correttamente il dito.

Sopra c'è la presa da 3,5 mm e un forellino (un altro microfono), mentre il lato sinistro è sgombro a eccezione di uno sportellino. Si apre facendo (poca) forza con l'unghia, e all'interno c'è il carrellino dove inserire la scheda microSIM e la microSD. La chiusura dovrebbe garantire l'impermeabilità, visto che questo telefono vanta la certificazione IP68.

La parte posteriore, come dicevamo, è una superficie uniforme in alluminio - grigio nel nostro caso. La spazzolatura è molto fine, visibile ma al tatto la superficie risulta liscia. Mai scivolosa però, con il Sony Xperia X Perfomance c'è sempre un ottimo grip.  

Schermo e Audio

Durante l'uso salta all'occhio che quello del Sony Xperia X Perfomance è uno schermo IPS LCD di altissima qualità. I colori sono precisi e fedeli con le impostazioni predefinite, ma è possibile intervenire sulla calibrazione usando gli strumenti software inclusi da Sony.

DSC 3407

Non è un LCD qualsiasi ma integra la tecnologia Sony TRILUMINOS adattata per dispositivi portatili, che secondo l'azienda permette di riprodurre una maggiore tavolozza di colori, nonché toni più vividi ma non sovrasaturati.

Vale la pena di aggiungere che la visibilità all'esterno è strepitosa, così come l'angolo di visualizzazione senza nulla da invidiare ai migliori pannelli OLED proposti da Samsung. Grazie a uno speciale filtro di contrasto a un software che "pompa" la luminosità nelle situazioni più estreme, questo Xperia X Perfomance si può davvero usare in ogni situazione.

X Performance Display

L'analisi strumentale conferma le buone impressioni dell'esperienza pratica. Abbiamo uno schermo impostato a una buona temperatura, con una grande fedeltà cromatica, colori precisi e una luminosità massima molto alta. Sicuramente tra i migliori schermi in circolazione, anche includendo gli OLED.  

Quanto all'audio, il doppio altoparlante frontale del Sony Xperia X Perfomance fa la differenza. Questo in effetti è uno dei pochi smartphone che potrete usare anche per ascoltare decentemente la musica: come con ogni smartphone i bassi fanno sentire la loro mancanza, e il volume massimo non è altissimo. Il suono però è sempre pulito e non c'è mai alcuna distorsione. Davvero notevole.

In uno smartphone con tante qualità come questo Sony Xperia X Perfomance, forse il doppio altoparlante può passare inosservato, ma è un altro piccolo dettaglio che vale la pena aggiungere all'elenco.

Prestazioni e autonomia

Il Sony Xperia X Perfomance è basato sul processore Qualcomm Snapdragon 820, abbinato a 3 GB di RAM. Doveroso quindi aspettarsi prestazioni sempre impeccabili, e questo smartphone non ha deluso: le applicazioni si aprono velocemente, e non c'è mai un tentennamento nelle transizioni o nel passaggio da un'app all'altra. C'è da aspettare qualche secondo solo per caricare le pagine web più pesanti, ma di questo non ci può certo incolpare Sony.

 
 
 
 

Anche sul piano dell'autonomia il risultato di questo Sony Xperia X Perfomance se la cava abbastanza bene, pur senza distinguersi: durante la prova pratica lo abbiamo staccato la mattina presto (05:30 - 06:00, secondo il giorno) ed è sempre arrivato alle 23 con almeno il 15% di carica residua. Merito in gran parte della modalità Stamina sviluppata da Sony, che quando si attiva riesce a ridurre drasticamente i consumi dello smartphone. Esiste anche una modalità Ultra Stamina, che praticamente lo trasforma in un cellulare del 1998 - ma se non altro si potranno fare chiamate e mandare messaggi.

 

Il nostro benchmark risulta invece molto meno generoso, anche perché per farlo disattiviamo tutte le opzioni di risparmio energetico - niente Stamina in altre parole. Il confronto con altri top di gamma recenti comunque è chiaramente in sfavore di Sony.

Software

Come da tradizione, Sony ha modificato pochissimo la versione stock di Android. L'impronta dell'azienda giapponese si ritrova nel design di alcune icone, nell'immagine di sfondo, in quella del lockscreen - a proposito, ce n'è una diversa per ognuno dei colori disponibili.

Screenshot 20160711 073416
Screenshot 20160711 073434
Screenshot 20160711 073446
Screenshot 20160711 073452
Screenshot 20160711 073504
Screenshot 20160711 073509
Screenshot 20160711 073515
Screenshot 20160711 073525
Screenshot 20160711 073534
Screenshot 20160711 073538

Clicca per ingrandire

A parte questi dettagli c'è ben poco di cui parlare: in Impostazioni>Display troviamo strumenti specifici per modificare la calibrazione dello schermo, che in effetti può essere uno strumento molto utile. Sotto a Batteria troviamo la citata modalità Stamina che può aumentare notevolmente l'autonomia. Nel menu troviamo anche la voce Assistenza, che rimanda a una pagina di consigli e permettere di contattare facilmente il servizio clienti Sony.

Ci sono poi alcune applicazioni preinstallate:

  • Un client email
  • Lifelog: traccia le attività quotidiane, dai passi fatti al tempo passato ascoltando musica o usando la posta elettronica. Non è molto preciso.
  • Movie Creator: crea automaticamente filmati dalla libreria
  • Sketch: disegno a mano libera
  • TrackID: un clone di Shazam
  • Xperia Lounge: contenuti dedicati a chi ha un account Sony. Contenuti culturali legati alla musica e al cinema.
  • Spotify
  • Kobo ebooks
  • Linkedin
  • AVG Pro
  • Tastiera Swiftkey (è la tastiera predefinita di sistema)
  • News Suite: raccolta di notizie, praticamente è un feed reader personalizzabile

Vale poi la pena notare che il drawer scorre in orizzontale, a differenza di quanto accade con molti smartphone Android. A sinistra della Homepage c'è inoltre una pagina aggiuntiva che si chiama What's New e che dovrebbe raccogliere contenuti personalizzati. Si può disattivare.

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!