Recensione Street Fighter V: Arcade Edition

Street Fighter V: Arcade Edition

 

 

Street Fighter V: Arcade Edition

Street Fighter V: Arcade Edition è un aggiornamento gratuito per coloro che possiedono il titolo originale, ma che può anche essere acquistato come edizione stand-alone. Ecco la nostra recensione di questa corposa espansione per Street Fighter 5.

Squadra che vince...

ken ryu future

Street Fighter V: Arcade Edition è un aggiornamento che si limita ad apportare miglioramenti ed aggiustamenti marginali al gameplay del titolo Capcom. Le meccaniche di base del gioco restano quelle originali, con un comparto di lottatori bilanciato, controlli funzionali e in generale un sistema di combattimento eccellente.

Il team si è concentrato molto per risolvere i vari problemi "di contorno" che hanno tartassato Street Fighter V sin dal debutto, e non a caso una corposa parte di questa edizione è incentrata sul single-player. Stiamo ovviamente parlando della modalità arcade, da cui questa versione prende il nome.

La modalità arcade in questione viene suddivisa in sei diversi percorsi, ognuno dei quali è atto a celebrare uno dei capitoli di questa leggendaria saga. Abbiamo quindi Street Fighter I, II e II, Alpha, IV e V riadattati a modalità arcade nella quale possiamo selezionare il combattente che più ci piace (a patto che fosse disponibile nel gioco originale) e seguirne la storia, selezionando anche il costume che preferiamo. L'esistenza di questa modalità, contornata da splendidi artwork, arricchisce sicuramente l'esperienza in giocatore singolo, ed è decisamente tra le novità più gradite, ma non è assolutamente l'unica.

Tutte le altre novità 

1

Un'altra delle novità più interessanti è sicuramente la battaglia a squadre, nella quale due team con 5 componenti al massimo possono sfidarsi l'uno contro l'altro. Questa modalità può essere aggiustata cambiando il numero di partecipanti, il formato del match  e altro ancora, rendendola perfetta per tornei tra amici oppure online.

Street Fighter V ora presenta delle sfide a tempo che possono essere completate per ottenere ricompense di vario genere. Quella disponibile in questo momento mette in palio un costume da Viewtiful Joe per Rashid, che può essere ottenuto vincendo 4 sfide (le quali costano Fight Money per ogni tentativo). Oltre a queste abbiamo la classica modalità sopravvivenza, e le missioni (degli obiettivi che possono essere raggiunti in diverse modalità).

V-Trigger, Traning e Fight Mode

Una delle novità più importanti a livello di gameplay è sicuramente l'introduzione dei nuovi V-Trigger, che possono essere scelti a piacere nel menù di selezione del personaggio. Queste mosse particolarmente potenti, sono in grado di stravolgere le sorti di una battaglia, dando anche nuova vivacità allo scenario più competitivo del gioco. 

Come sapranno i giocatori di vecchia data di Street Fighter V, la moneta del gioco usata per sbloccare costumi, arene e altre piacevolezze sono i Fight Money, i quali hanno subito alcuni cambiamenti nella terza stagione di questo quinto capitolo. Ora i metodi per accumulare denaro si sono ridotti, e le battaglie online sono probabilmente il modo migliore per farlo (oltre che completare le modalità storia dei personaggi, che forniscono molte monete, ma solo una volta), per l'infelicità di chi non ama giocare contro avversari tramite internet.

Il vero problema della moneta virtuale di gioco è il costo decisamente esagerato al quale si va incontro per sbloccare un personaggio (100.000 fight money) o un'arena (70.000 fight money). Il sistema evidentemente sfruttato per invogliare i giocatori a spendere soldi veri: unico vero e proprio difetto di un'edizione e aggiornamento che hanno portato Street Fighter V ad essere - quasi - perfetto.

Tramite la modalità Training è possibile studiare nel dettaglio le mosse dei personaggi, con addirittura i dettagli sui frame che richiedono per essere eseguite. Coloro che amano i picchiaduro sanno benissimo quanto il tempismo sia fondamentale per questa tipologia di videogiochi, e grazie a questa aggiunta della Arcade Edition saranno sicuramente contenti di poter approfondire ancora di più il proprio stile di combattimento.

Il verdetto

rfZ9F7cxvHhcSdpMct8GRo

L'inizio della terza stagione (finalmente abbiamo Sakura!) e la Arcade Edition segnano il definitivo arrivo di Street Fighter V nell'olimpo dei picchiaduro attuali. Un sistema di combattimento e un gameplay ben rodati vengono finalmente impreziositi da un po' di carne al fuoco anche per quanto riguarda il single-player. I nuovi V-Trigger sono stupendi, la modalità arcade ricca e divertente, e l'unica nota negativa restano i Fight Money, veramente troppo noiosi da accumulare. Per il resto, Street Fighter V è semplicemente un ottimo picchiaduro, che i fan del genere non vorranno sicuramente farsi sfuggire.


Tom's Consiglia

Giocare con il controller normale è divertente, ma per farlo alla grande quello che ci vuole è sicuramente l'Arcade Stick.

Pubblicità

AREE TEMATICHE