Hot topics:
3 minuti

Remotec Andros F-5, il primo robot impiegato come killer

La Polizia di Dallas ha impiegato per la prima volta il Remotec Andros F-5 per far esplodere un cecchino, responsabile dell'omicidio di 5 agenti. Il capo della polizia ha ribadito che era l'opzione più sicura per tutti.

Remotec Andros F-5, il primo robot impiegato come killer

Il Remotec Andros F-5 verrà ricordato come il primo robot-killer impiegato dalle forze di polizia statunitensi. Giovedì 7 luglio, a seguito dell'uccisione di 5 agenti e del ferimento di altri 8 del Dallas Police Departement, il commissario David Brown, ha dato l'ok a un'azione di forza senza precedenti.

Il cecchino ex militare Micah Johnson, asserragliato al secondo piano del garage multipiano El Centro di Dallas, dopo una serie di trattative non andate a buon fine è stato ucciso da un'esplosione di 1 libbra (453 grammi) di plastico C4 – una quantità sufficiente per far saltare un porta metallica. L'esplosivo è stato portato nei pressi dell'attentatore dal robot telecomandato Remotec F-5, normalmente impiegato dalla Explosive Ordnance Squad (EOS) per disinnescare esplosivi e bombe.

Remotec Andros F-5 (Mark-1)
Remotec Andros F-5 (Mark-1)

"Quando tutti i tentativi di negoziare con il sospetto, Micah Johnson, sono falliti sotto lo scambio di colpi di di arma da fuoco, il Dipartimento ha usato il robot meccanico tattico, come ultimo strumento, per portare un dispositivo esplosivo in modo da salvare le vite degli agenti e dei cittadini", si legge nella nota stampa del Dipartimento di Polizia.

David Brow aveva spiegato al sindaco Mike Rawlings che Johnson era in una posizione di difesa difficilmente aggirabile dai cecchini della Polizia e della SWAT. Stazionava in un angolo protetto da mura di mattoni. "L'unico modo per ottenere un colpo di cecchino e mettere termine ai suoi tentativi di ucciderci avrebbe esposto i nostri agenti a un grave pericolo", aveva dichiarato alla stampa Brown. Per altro si supponeva che fosse ben armato e dotato di esplosivi.

Ecco quindi la decisione di affidarsi al Remotec Andros F-5, un robot in verità non di ultima generazione e probabilmente sacrificabile. Ad oggi nessuna fonte stampa o ufficiale ha spiegato quale sia stato il suo destino: se nell'esplosione sia andato in pezzi oppure se abbia semplicemente posizionato il pacchetto esplosivo e poi abbia ripiegato.

Il Remotec Andros F-5 (Mark-1) è un robot che misura 1219 x 724 x 1181 mm e pesa circa 358 kg a seconda delle configurazioni. Si affida a 4 ruote con penumatici e due ruote dentate per salire i gradini. La velocità massima è di 5,6 km/h grazie a un piccolo motore elettrico. Per la visione remota l'operatore wireless si affida a un sistema di videocamere, ma può contare anche su microfoni. Non manca poi un braccio principale che con ulteriore prolunga – impiegata in questa operazione – può arrivare a più di un metro e sollevare fino a 27 kg.

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Droni?
Iscriviti alla newsletter!