Hot topics:
2 minuti

A Roma 300.000 dispositivi a rischio attacco hacker

Una ricerca ha censito i dispositivi accessibili da Internet nelle capitali europee. Sono più di 10 milioni, 300mila solo a Roma.

A Roma 300.000 dispositivi a rischio attacco hacker

Anche se il semplice fatto di essere raggiungibili da Internet non significa che siano automaticamente nelle mani dei pirati informatici, i 10 milioni di dispositivi esposti sulla rete che Trend Micro ha individuato nelle capitali europee rappresentano comunque un segnale piuttosto chiaro: nel vecchio continente hacker e cyber-criminali hanno gioco facile.

Si tratta, in pratica, di dispositivi a cui è possibile collegarsi dall'esterno e che nel caso soffrano di vulnerabilità sono facile preda dei pirati informatici. Il censimento è stato fatto con Shodan e tratteggia un panorama in cui emergono differenze notevoli tra le capitali europee. Le più a rischio sono Berlino e Londra, anche se città come Amsterdam (che ha un numero impressionante di dispositivi connessi pro-capite) e Atene non se la cavano molto meglio.

stats JPG

La sorpresa è che nella classifica l'Italia (rappresentata da Roma) si piazza ultima. Una buona notizia? Apparentemente sì, visto che stiamo parlando di dispositivi a rischio. In realtà il dubbio che rimane è che il dato sia "drogato" dal fatto che il nostro paese stia scontando il solito ritardo tecnologico.

Per saperne di più leggi l'articolo completo su Security Info, il sito Internet completamente dedicato alle news e agli approfondimenti sul tema della sicurezza informatica. 

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Sicurezza?
Iscriviti alla newsletter!