Samsung: ecco Relúmĭno, occhiali smart per i problemi visivi

Occhiali con funzionalità smart per aiutare le persone con problemi alla vista. È questo il nuovo dispositivo messo a punto da Samsung attraverso C-Lab, l'incubatore sperimentale dell'azienda sudcoreana, che sfrutterà la vetrina mediatica del CES di Las Vegas 2018 per alzare il sipario anche su altri due progetti.

Partiamo innanzitutto dagli occhiali denominati Relúmĭno. Si tratta di un nome già noto, in quanto l'applicazione così chiamata è stata presentata da Samsung durante il Mobile World Congress 2017. Si trattava di un'app pensata per il Gear VR, il visore di realtà virtuale dell'azienda sudcoreana.

Com'è noto, il funzionamento del Gear VR è basato sull'inserimento al suo interno di uno degli smartphone compatibili. L'app Relúmĭno, sfruttando la fotocamera del telefono, ingrandiva aree specifiche di oggetti (dai libri ai quadri, solo per fare alcuni esempi), regolando inoltre contrasto e luminosità. La logica era appunto quella di aiutare le persone con difficoltà visive.

Leggi anche: Galaxy A8 2018 svelato, Samsung riscrive la fascia media

Adesso Samsung ha deciso di far compiere a Relúmĭno un ulteriore step evolutivo, sviluppando degli occhiali ad-hoc per l'applicazione. Come chiarito nel comunicato dell'azienda, consultabile a questo link, continueranno ad essere sfruttate le componenti degli smartphone.

Relumino Glass 1
Relumino Glass

Trattandosi di un dispositivo indossabile, l'obiettivo è stato quello di rendere gli occhiali Relúmĭno leggeri e comodi da indossare. Questo fa intuire che, a livello estetico, si tratta di un dispositivo differente rispetto al Gear VR. Lo smartphone elaborerà le immagini catturate attraverso la fotocamera degli occhiali, che saranno successivamente visualizzate sul display dello strumento ottico.

Gli occhiali Relúmĭno non necessiteranno dunque dell'inserimento fisico dello smartphone. Attendiamo comunque di apprendere tutti i dettagli specifici durante il CES di Las Vegas 2018, quando Samsung , come detto in apertura, alzerà il sipario anche su altri due progetti provenienti da C-Lab.

Il primo di questi è S-Ray (Sound-Ray). Si tratta di un altoparlante direzionale portatile, che gli utenti potranno portare con se ovunque. Questa tipologia di speaker è solitamente pensata per un utilizzo stazionario, a causa soprattutto delle dimensioni.

Samsung sembra invece essere riuscita a realizzare un altoparlante direzionale leggero e portatile, pur mantenendo tutti i vantaggi della tecnologia specifica. Ma non è tutto, in quanto, nei piani dell'azienda sudcoreana, S-Ray spingerà gli utenti ad utilizzare in maniera meno prolungata gli auricolari, grazie soprattutto al fatto che sarà declinato in diversi form-factor (Neckband, Handy, cover per smartphone). 

Infine, Samsung presenterà GoBreath. Anche in questo caso, si tratta di un dispositivo portatile accoppiato ad un'applicazione per dispositivi mobili, in grado però di insegnare agli utenti tecniche di base legate alla respirazione. È stato pensato per aiutare le persone che soffrono di complicanze polmonari postoperatorie.

Leggi anche: Galaxy S9, presentazione il 27 febbraio a Barcellona?

I pazienti potranno fare riferimento alle linee guida di GoBreath sugli esercizi e tecniche per la respirazione, per poi verificare i progressi attraverso l'apposita applicazione. Inoltre, il sistema offrirà anche un servizio Web e cloud per i medici, al fine di poterli aiutare a monitorare l'evoluzione dei pazienti e avere un utile promemoria.


Tom's Consiglia

Il Galaxy S8, attuale top di gamma Samsung, è acquistabile attraverso Amazon, con uno sconto di oltre 200 euro rispetto al prezzo di listino.

Pubblicità

AREE TEMATICHE

Evento

Vuoi sapere di più su #CES 2018? Guarda la nostra pagina dedicata!