Schede video Q4 2017: i miner hanno comprato AMD Radeon

Proprio ieri AMD ci comunicava alcuni risultati positivi per il quarto trimestre, relativi a CPU desktop, GPU e mercato server. L'azienda citava un report a cui non avevamo accesso, e almeno per il settore delle GPU aspettavamo la più classica analisi di Jon Peddie Research (JPR) per tirare le somme.

Qualcuno deve averci ascoltato, perché proprio stanotte JPR ha pubblicato l'analisi del settore delle schede video dedicate e quello del settore grafico nel suo complesso per gli ultimi tre mesi del 2017. Andiamo con ordine.

Nel quarto trimestre dello scorso anno il volume d'affari del mercato AIB (add-in board) è stato di 4,4 miliardi di dollari, in calo del 4,6% sul terzo trimestre ma in crescita del 9,7% sullo stesso periodo dell'anno passato.

L'andamento è inferiore del 4,4% alla media del trimestre negli ultimi 10 anni, e secondo gli analisti è dovuto al "netto aumento dei prezzi guidato dalla domanda dei miner di criptovalute". A beneficiare di questa domanda? AMD.

gpu aib q4 2017 PNG

Secondo gli analisti nell'intero 2017 oltre 3 milioni di schede video dedicate sono finite nei sistemi dei miner, per un valore stimato di 776 milioni di dollari.

La casa di Sunnyvale ha visto salire la propria quota di mercato al 33,7%, rispetto al 27,2% del terzo trimestre e al 29,5% del Q4 2016. Nvidia, di conseguenza, ha subito una battuta d'arresto scendendo al 66,3% dopo che nel terzo trimestre era arrivata al 72,8%. La quota di mercato nel Q4 2016 era del 70,5%.

Prestazioni nel mining di Ethereum, GeForce vs. Radeon

JPR ha diffuso anche altri dati, che riguardano i segmenti del settore grafico. Gli analisti parlano di settore mainstream (fascia bassa), midrange (fascia media), high-end (fascia alta) e workstation. Non dicono chi tra AMD e Nvidia si è spartita le varie fasce, ma hanno fatto una fotografia ai segmenti di prezzo più richiesti.

Con mainstream si parla di soluzioni tra 90 e 149 dollari, mentre con fascia media si va da 150 a 249 dollari. Con fascia alta si parla di tutto ciò che costa da 250 dollari in su. Per workstation si parla appunto di schede professionali. I dati sarebbero interessanti, ma c'è un evidente refuso nella tabella visibile a questo indirizzo.

Le migliori schede video per il mining di criptovalute

Pensiamo che il settore midrange sia nei dintorni del 41,7% e non al 17,9% indicato. A ogni modo si può vedere, sempre ammesso che gli altri dati siano corretti, una maggiore vendita di schede più costose in virtù alla richiesta dei miner di criptomonete.

Il secondo report di JPR inquadra invece le vendite dell'intero settore grafico, quindi conta anche le CPU con grafica integrata e di conseguenza anche Intel. Il mercato nel suo complesso si è contratto dell'1,5% sul terzo trimestre. Le consegne totali di GPU su base annua sono scese del 4,8%, con il comparto desktop che ha fatto segnare un -2% e quello notebook un -7%.

gpu overall q4 2017 PNG

Anche in questo caso bene AMD, che ha visto salire la propria quota dal 13% del terzo trimestre al 14,2% del quarto. L'anno passato era però al 14,4%. Intel è pressoché stabile con il 67,4% e Nvidia scende al 18,4%. AMD, oltre alla richiesta di schede video dedicate, ha introdotto le prime soluzioni mobile Ryzen con grafica integrata sul finire dell'anno scorso. Sarà quindi interessante vedere i dati del primo trimestre, in cui rientreranno le vendite delle CPU Ryzen con grafica Vega, Ryzen 5 2400G e Ryzen 3 2200G.

AMD Ryzen 5 2400G AMD Ryzen 5 2400G
   
AMD Ryzen 3 2200G AMD Ryzen 3 2200G
   

Pubblicità

AREE TEMATICHE