Spazio

Hubble avvista tracce di vapore acqueo su una luna di Giove

Europa, una delle lune di Giove, ospita un vasto oceano sotto la sua superficie ghiacciata, che potrebbe offrire condizioni ospitali per la vita. Per questo l’avvistamento di tracce persistenti di vapore acqueo, avvistate grazie al telescopio spaziale Hubble è importante per far progredire la comprensione degli astronomi della struttura atmosferica delle lune ghiacciate e aiutare a gettare le basi per le missioni scientifiche pianificate nel sistema gioviano, al fine di capire se un ambiente a mezzo miliardo di chilometri dal Sole potrebbe sostenere la vita.

Precedenti osservazioni di vapore acqueo su Europa sono state associate a pennacchi che eruttano attraverso il ghiaccio, come fotografato da Hubble nel 2013. Sono analoghi ai geyser sulla Terra, ma si estendono per oltre 60 chilometri di altezza, producendo macchie transitorie di vapore acqueo nell’atmosfera lunare, che ha solo un miliardesimo della pressione superficiale dell’atmosfera terrestre.

I nuovi risultati, tuttavia, mostrano quantità simili di vapore acqueo distribuite su un’area più ampia di Europa nelle osservazioni di Hubble che vanno dal 1999 al 2015. Ciò suggerisce una presenza a lungo termine di un’atmosfera di vapore acqueo solo nell’emisfero posteriore di Europa, quella porzione di luna che è sempre opposta alla sua direzione di movimento lungo la sua orbita. La causa di questa asimmetria tra l’emisfero principale e quello posteriore non è stata ancora del tutto compresa.

Questa scoperta è raccolta da una nuova analisi delle immagini e degli spettri d’archivio di Hubble, utilizzando una tecnica che ha recentemente portato alla scoperta del vapore acqueo nell’atmosfera della luna di Giove, Ganimede, da Lorenz Roth del KTH Royal Institute of Technology, Space and Plasma Physics, in Svezia.

Europa riflette più luce solare di Ganimede, mantenendo la superficie a una temperatura inferiore rispetto a Ganimede. Eppure, anche a temperature più basse, le nuove osservazioni suggeriscono che il ghiaccio d’acqua stia sublimando, cioè trasformandosi direttamente da solido a vapore senza una fase liquida, dalla superficie di Europa, proprio come su Ganimede.

Questa rilevazione apre la strada a studi approfonditi su Europa da parte di future sonde tra cui Europa Clipper della NASA e la missione Jupiter Icy Moons Explorer (JUICE) dell’Agenzia spaziale europea. Comprendere la formazione e l’evoluzione di Giove e delle sue lune aiuterà anche gli astronomi a ottenere informazioni sui pianeti simili a Giove intorno ad altre stelle.