Spazio

Il telescopio spaziale Hubble si è spento per un’avaria

Secondo un comunicato stampa della NASA, l’Agenzia Spaziale Statunitense, il telescopio spaziale Hubble si sarebbe spento, a causa di un malfunzionamento.

Il 21 e 22 giugno ci sarà l’Amazon Prime Day, due giorni ricchi di offerte e sconti a tempo limitato! Per non perderne nemmeno una, date uno sguardo alla nostra pagina dedicata.

Il comunicato afferma che il problema avrebbe qualcosa a che fare con uno dei computer di bordo del telescopio Hubble, che si sarebbe spento il 13 giugno scorso. Il team di controllo NASA ha analizzato i dati, per decidere se il malfunzionamento potrebbe essere attribuito a un modulo di memoria che si è, con il temo, degradato. I preparativi per mettere fine al malfunzionamento sono ovviamente partiti subito, e Hubble dovrebbe riprendere la piena funzionalità già a partire dalle prossime ore.

Telescopio spaziale Hubble. Crediti: NASA
Hubble

Il rapporto NASA, spiega che lo scopo principale del computer interessato dal malfunzionamento, è quello di controllare e coordinare gli strumenti scientifici a bordo del telescopio spaziale. Dopo l’interruzione avvenuta domenica, il computer principale ha smesso quindi di ricevere segnale che sta a significare che tutto sta funzionando regolarmente tra i vari sistemi di bordo.

L’ultima volta che il modulo di memoria interessato dal guasto è stato sostituito, risale all’ormai lontano 2009, quando Hubble è stato raggiunto dall’ultima missione di manutenzione con astronauti.

Incredibile comunque pensare che tecnologie tanto delicate, come quelle a bordo del telescopio Hubble, siano in realtà gestite tramite un hardware così “datato”. Datato si, magari, ma di sicuro sfruttato veramente al meglio delle sue possibilità, come dimostrato dall’impeccabile “stato di servizio” del telescopio, da anni ormai in grado di mostrarci, senza troppi intoppi, le profondità dello spazio siderale.