Spazio

La NASA investe 146 milioni di dollari nello sviluppo di lander lunari con equipaggio

La NASA sta assegnando un totale di 146 milioni di dollari a cinque società americane per sostenere lo sviluppo di lander lunari con equipaggio umano. I contratti, assegnati tramite il programma Next Space Technologies for Exploration Partnerships (NextSTEP) della NASA, finanzieranno il lavoro nei prossimi 15 mesi. Le aziende che hanno ottenuto i finanziamenti sono:

  • Blue Origin
  • Dynetics
  • Lockheed Martin
  • Northrop Grumman
  • SpaceX

“Queste aziende faranno progressi verso concetti di sistemi di atterraggio umano sostenibili, condurranno attività di riduzione del rischio e forniranno feedback sui requisiti della NASA per coltivare le capacità del settore per le missioni di atterraggio lunare con equipaggio”, hanno detto i funzionari dell’agenzia in una dichiarazione recente.

Se tutto andrà secondo i piani, questi progressi andranno a beneficio del programma Artemis della NASA, che sta lavorando per riportare gli esseri umani sulla superficie lunare entro i prossimi anni e stabilire una presenza umana sostenibile sulla luna e intorno alla luna entro la fine del decennio.

Artemis si affiderà a lander lunari con equipaggio costruiti privatamente. La NASA ha scelto SpaceX per fornire il primo di questi veicoli, assegnando alla società di Elon Musk 2,9 miliardi di dollari lo scorso aprile. La società prevede di adempiere a tale contratto con il suo veicolo Starship di prossima generazione, che è attualmente in fase di sviluppo.

Crediti: Space.com

SpaceX ha vinto su altri due finalisti, Dynetics e The National Team, un gruppo guidato da Blue Origin, la compagnia di voli spaziali di Jeff Bezos. Sia Dynetics che Blue Origin hanno presentato proteste al Government Accountability Office degli Stati Uniti poco dopo l’annunciato del contratto. Queste proteste sono state respinte, ma Blue Origin ha continuato a citare in giudizio la NASA per la decisione, interrompendo il lavoro del lander lunare dell’agenzia con SpaceX fino allo scorso primo novembre.

I premi appena annunciati sono distinti dall’accordo HLS da 2,9 miliardi di dollari che SpaceX ha vinto. Il lavoro che Blue Origin, Dynetics, Lockheed Martin, Northrop Grumman e SpaceX svolgeranno nei prossimi 15 mesi “alla fine contribuirà a plasmare la strategia e i requisiti per una futura sollecitazione della NASA a fornire un trasporto regolare degli astronauti dall’orbita lunare alla superficie della luna”, hanno scritto i funzionari dell’agenzia nella dichiarazione di martedì.