Spazio

SpaceX entra nella storia: quattro civili in orbita sullo storico volo Inspiration4

SpaceX ha fatto la storia portando un equipaggio di privati cittadini in una gita intorno alla Terra. Il razzo inoltre è atterrato sulla sua nave drone, segnando il 92 ° recupero del booster della compagnia. La missione, chiamata Inspiration4,è decollata dal Pad 39A al Kennedy Space Center della NASA qui in Florida alle 8:02 p.m. EDT (0002 GMT). Un equipaggio di quattro persone era all’interno di un veicolo spaziale Crew Dragon in cima a un razzo Falcon 9 alto 70 metri.

“Pochi sono venuti prima, e molti stanno per seguire”, ha detto il Cmdr di Inspiration4 Jared Issacman dall’interno della navicella spaziale Crew Dragon, riferendosi ai civili nello spazio. “La porta è ora aperta, ed è piuttosto incredibile”. Il volo è anche un’incursione in quella che SpaceX spera sarà una nuova era dello spazio, in cui cioè le persone normali, come l’equipaggio di Inspiration4, possono viaggiare nello spazio.

Isaacman, Arceneaux, Proctor e Sembroski sono il quarto equipaggio a cavalcare in una capsula Dragon. SpaceX ha costruito il veicolo come servizio di taxi per astronauti per traghettare gli esseri umani da e verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) e altre destinazioni. Isaccman servirà come comandante della missione, con Proctor che fungerà da suo pilota, e Arceneaux e Sembroski saranno specialisti di missione.

Il veicolo è progettato per essere completamente autonomo, quindi Proctor e il resto dell’equipaggio idealmente non piloteranno nulla, quella responsabilità spetterà agli equipaggi di SpaceX qui a terra, anche se l’equipaggio è addestrato su come “pilotare” il Drago in caso di anomalia. Crew Dragon è stata selezionata dalla NASA (insieme al veicolo spaziale Starliner di Boeing) per servire come mezzo dell’agenzia per trasportare astronauti da e verso lo spazio. In precedenza l’agenzia si affidava alla Russia e alla sua navicella spaziale Soyuz dopo la fine del programma Space Shuttle nel 2011. Ma ora, l’agenzia ha più opzioni e spera di far volare presto un cosmonauta russo su un drago.

L’equipaggio trascorrerà circa tre giorni nella propria navicella spaziale Dragon, orbitando attorno al pianeta. Attualmente, si stima che il rientro dovrebbe avvenire sabato 18 settembre o domenica 19 settembre, tuttavia, Isaacman ha spiegato che la navicella ha la capacità di ospitare l’equipaggio per un’intera settimana nello spazio in caso di maltempo o altri problemi che potrebbero sorgere.

L’equipaggio ha svolto un programma di addestramento molto intenso che includeva molte ore nel simulatore Dragon, addestramento alla sopravvivenza sul Monte Rainier e diversi voli in jet da combattimento. Inoltre, l’equipaggio ha attraversato più di 90 diversi programmi di addestramento e si è addestrato a ciò che sarebbe accaduto in caso di emergenze in orbita. Parte di questi esercizi includeva il trascorrere 30 ore consecutive nel simulatore, simulando diverse anomalie che potevano verificarsi durante il volo.

L’equipaggio inoltre condurrà una serie di esperimenti scientifici e medici nello spazio, come il monitoraggio dei livelli di ossigeno nel sangue, nonché del polso e della frequenza cardiaca, che contribuiranno ad espandere la nostra conoscenza di come la microgravità influisce sul corpo umano. Questi dati saranno condivisi con i ricercatori del Translational Research Institute for Space Health (TRISH) del Baylor College of Medicine in Texas. Storicamente, gli astronauti sono stati i migliori tra i migliori, in ottima forma fisica, quindi sarà utile avere dati da persone normali.