Spazio

Stazione Spaziale Internazionale, è arrivata la troupe russa che girerà un film in orbita

La navicella Soyuz si è collegata con la Stazione Spaziale Internazionale dopo un viaggio di quattro ore iniziato con un lancio di successo dal cosmodromo di Baikonur in Kazakistan. La Soyuz ha traghettato l’attrice russa Yulia Peresild e il regista Klim Shipenko alla stazione insieme al cosmonauta veterano Anton Shkaplerov, che comandava la capsula. Peresild e Shipenko trascorreranno 12 giorni a girare scene per un film spaziale chiamato “The Challenge”.

Durante una cerimonia di benvenuto sulla stazione spaziale, Peresild ha ricevuto una chiamata di congratulazioni dalla famosa cosmonauta Valentina Tereshkova, che divenne la prima donna nello spazio nel 1963 nella missione Vostok 6.

I due trascorreranno 12 giorni a bordo della stazione girando “The Challenge” con Peresild nel ruolo di un chirurgo inviato alla stazione spaziale per curare un cosmonauta colpito da un infarto durante una passeggiata spaziale. Il cosmonauta Oleg Novitsky interpreterà il cosmonauta malato. La maggior parte delle riprese si svolgerà nel segmento russo della stazione spaziale, ma alcune scene saranno girate nella cupola di osservazione della Terra, che è collegata al Nodo Tranquility del segmento statunitense.

I due partecipanti al volo dovranno essere scortati quando fuori dal segmento russo della stazione. Novitsky e Pyotr Dubrov hanno filmato l’avvicinamento della capsula Soyuz da bordo della stazione spaziale. Anche Dubrov e Shkaplerov dovrebbero apparire nel film. La troupe tornerà sulla Terra il 17 ottobre insieme a Novitsky. Per accogliere il progetto cinematografico, il primo film professionale girato presso la stazione spaziale, le missioni di Dubrov e dell’astronauta americano Mark Vande Hei, arrivato con Novitsky ad aprile, hanno dovuto essere prolungate di sei mesi.