Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
12 minuti

HTC Sense 4.0, la nuova interfaccia utente è più snella ed ergonomia. Debutta sugli smartphone della serie One e non perde le funzioni portate da Android 4.

Fotocamera

Clicca per ingrandire

Con la presentazione della serie One il marchio taiwanese ha pubblicizzato molto le prestazioni della fotocamera, che vedono anche un rifacimento dell'interfaccia grafica. In questa occasione non vogliamo parlare delle prestazioni della fotocamera, poiché sono legate agli smartphone stessi. Anche se per ora Sense 4 e HTC One (X, S e V) sono l'uno il sinonimo dell'altro, non sappiamo se in futuro sarà differente, quindi limitiamoci a parlare dell'impostazione grafica dell'interfaccia.

Clicca per ingrandire

Due pulsanti permettono di riprendere un video o scattare direttamente una foto (o di scattare una foto mentre si sta girando un video). Insomma, non dovrete più selezionare la modalità di ripresa. Un altro pulsante permette di applicare degli effetti grafici direttamente nella fase di ripresa, cosa che ICS base lasciava all'applicazione apposita.

Clicca per ingrandire

Da altri tre collegamenti è possibile gestire il flash, le impostazioni di ripresa e le modalità di scena.

Telefono

Clicca per ingrandire

Clicca per ingrandire

La schermata del telefono vi farà trovare fin dal primo momento tutto quello di cui avrete bisogno. Oltre all'ovvio tastierino numerico, nella parte superiore vedrete già scorrere i contatti della rubrica, mentre quattro tasti nella parte inferiore sono collegamenti veloci ai contatti aggregati (social e rubrica), ai gruppi e alla cronologia delle chiamate. Immettere un numero ricerca direttamente nella rubrica.

Pagina precedente

Conclusioni

Non abbiamo valutato uno smartphone, ma l'interfaccia che troverete, per ora, su tre modelli HTC, il One X, S e V. Una buona interfaccia pesa però da sola sul grado di soddisfazione di un utente, quindi ricopre una parte importante dell'equazione. Non possiamo dire che Sense ci abbia deluso qualche volta, semplicemente perché in ogni sua incarnazione ha sempre cercato di portare qualcosa in più di quanto fosse presente nell'interfaccia base dello smartphone (o tablet).

A qualcuno potrebbe non piacere, ma sarebbe difficile considerarlo un aspetto negativo di uno smartphone. C'è però un'eccezione, cioè quei casi in cui una UI pesa sullo smartphone al punto tale da far perdere allo smartphone quella reattività che tutti vorremmo avere, sempre, e in ogni situazione. Nel caso di Sense 4, con gli smartphone provati per questo articolo, cioè One S e One X, non abbiamo verificato questo problema. Probabilmente questa nuova versione di Sense è un po' più leggera di alcune versioni precedenti, e sicuramente meglio integrata con l'OS. HTC probabilmente starà attenta a questo fattore, quindi per ora possiamo escludere questo potenziale difetto dalla lista.

A parte qualche piccola mancanza, come una scarsa personalizzazione del menù delle notifiche, Sense 4 è promossa. Offre oggettivamente dei vantaggi sull'impostazione base di ICS, velocizzando alcune opzioni e offrendo strumenti in grado di migliorare l'ergonomia. Detto questo, il resto è solo una questione personale. Se sostenete che Android debba essere usato nella sua versione base, probabilmente non cambierete idea, ma se Sense nelle versioni precedenti vi è piaciuta, questa versione vi piacerà ancora di più.

AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Smartphone Android?
Iscriviti alla newsletter!