Hot topics:
3 minuti

I servizi segreti avviano la campagna "Be Aware. Be Digital"

Il maggiore rischio per i nostri dati siamo noi stessi. I servizi segreti avviano la campagna per la cybersicurezza "Be Aware.Be Digital".

I servizi segreti avviano la campagna "Be Aware. Be Digital"

La tutela delle informazioni personali nel mondo digitale è cosa seria, se scendono in campo a dircelo addirittura i servizi segreti. Già, perché la campagna "Be Aware. Be Digital" promossa dal Governo è stata affidata al Dipartimento delle Informazioni per la Sicurezza della Repubblica. Cioè da coloro i quali "hanno il compito di assicurare le attività di informazione per la sicurezza, allo scopo di salvaguardare la Repubblica da ogni pericolo e minaccia proveniente sia dall'interno sia dall'esterno del Paese".

Sul sito dei "servizi" - www.sicurezzanazionale.gov.it - c'è il video promozionale in cui il giovane youtuber Claudio Colica appare come un ologramma nelle vesti di assistente personale per far notare al suo alter ego che, a causa della sua incoscienza/sprovvedutezza, commette in media 3,3 ingenuità al giorno e mette a rischio la sua sicurezza. Già, perché "quando si parla di cyber sicurezza tutti pensiamo con timore ad hacker e pirati informatici, chiedendoci se il nostro PC, la nostra banca o il gestore della nostra carta di credito resisterebbero ad un loro attacco. In realtà, però, il maggiore rischio per i nostri dati siamo noi stessi. A volte basta un click o un like a rendere vulnerabili le nostre informazioni personali".

Scopo della campagna è "far acquisire consapevolezza che la propria libertà digitale non è uno slogan, ma un approccio che consente di essere davvero padroni di sé stessi, capaci di muoversi in piena libertà nella dimensione del web. Liberi di sapere, liberi da condizionamenti esterni, liberi di proteggere i propri dati, liberi di scegliere il proprio futuro. Essere cittadini digitali vuol dire rimodulare la dimensione personale nella società dell'informazione, al tempo stesso fonte di nuovi rischi e opportunità, sia per individui che per le imprese. Una campagna, quindi, che mira a far acquisire capacità di discernere le situazioni di reale vantaggio da quelle che privano delle libertà fondamentali".

sicurezza nazionale

La Sicurezza Nazionale porterà avanti la campagna pluriennale in conformità agli indirizzi operativi del nuovo Piano Nazionale per la Sicurezza Informatica e la Protezione Cibernetica, adottato a maggio 2017. Si tratta di una iniziativa rivolta soprattutto a chi non ha particolari competenze digitale, e dunque i lettori di Tom's Hardware dovrebbero essere esenti. Ma, di tanto, in tanto, un ripassino può essere utile.

"Essere consapevoli. Essere digitali": Pippo123 è sempre in agguato. 

Vuoi ricevere aggiornamenti su #Sicurezza?
Iscriviti alla newsletter!