Questa testata è partner di La Repubblica e contribuisce alla sua audience
Hot topics:
4 minuti

Sirmi: nel 2015 mercato ICT in recupero

I risultati dell'ultimo trimestre e il consuntivo dell'intero 2015 che chiude ancora in negativo (-1,0%), ma in ripresa rispetto al 2014

Sirmi: nel 2015 mercato ICT in recupero

Sirmi: nel 2015 mercato ICT in recupero

Sirmi, società di consulenza, ricerca e analisi, ha comunicato i dati dell'ultimo trimestre del 2015 relativi all'andamento del mercato della Digital Technology in tutti i suoi comparti che offrono anche un consuntivo dell'intero anno.

Quello che emerge dai dati è che il mercato ICT chiude l'anno 2015 con una lieve variazione sull'anno precedente per quanto riguarda l'ultimo trimestre. Il volume totale della spesa end user è di 13,75 milioni di euro e la variazione rispetto al 2014 è di -0,3% contro l'ultimo trimestre del 2014 che risultava pari a -1,2%.

 

Andamento mercato ICT in Italia   anno 2015

 

In linea generale si nota un miglioramento delle varie componenti del mercato IT e in particolare per i servizi di gestione (+5,1%), servizi di sviluppo (-2,1%) e software (-0,6%) rispetto al trimestre corrispondente del 2014. Soltanto l'hardware subisce una brusca frenata (-6,7%) impattando negativamente sul trend del settore IT. Una flessione che è da attribuire principalmente al calo delle vendite che investe tutto il settore dei pc.

Un altro aspetto evidenziato dai dati è un'inversione di tendenza tra il settore IT, che risulta maggiormente in calo, e quello delle TLC, che ha innescato un trend di crescita riportando nel trimestre considerato una crescita dello 0,4%.

Nell'ambito delle TLC, va meglio il mobile, che chiude il trimestre con un +0,9% grazie alla ripresa degli investimenti in device innovativi e alle revenue da broadband mobile; mentre il fisso registra un andamento sostanzialmente flat (-0,2%).

 

dreamstime m 6691656
 

 

Andamento del mercato IT e TLC 

Il settore ICT raggiunge nel 2015 una spesa end user di 53,4 miliardi di euro, che si traduce in un calo  del -1,0% nell'anno, seppur più attenuato rispetto al -2,9% del 2014. Anche in questo caso, tutte le categorie di prodotto registrano un miglioramento di trend sull'anno precedente, salvo l'hardware che decrementa del -6,0% contro il -1,2% di fine 2014.

Si conferma anche il trend che vede il settore IT più in calo rispetto a quello delle TLC che registra un forte recupero sull'anno precedente e si avvicina al pareggio, con la componente mobile che chiude in positivo (+0,4%).

Negativi ma in miglioramento i valori del Software (-0,5%), favorito dalle soluzioni BI, big data e mobilie, e dei servizi di sviluppo (-2,1%), mentre i servizi di gestione sono l'unica categoria del comparto IT che chiude con segno positivo (+3,4%), grazie soprattutto all'affermazione del cloud.

 

Mercato dei pc client, server e storage

L'ultimo trimestre del 2015 vede un calo anche dei pc (-15,5%) con una quantità di 1,8 milioni di unità consegnate. Il calo riguarda tutte le categorie ma in particolare i notebook (-20,7%) seguiti dai tablet (-13,8%), i desktop (-8,6%), con la componente consumer in maggior sofferenza (-17,4%) rispetto a quella business (-5,2%). Tengono solo i thin client, che registrano una crescita dell'11,2%, ma chiudono comunque l'intero anno in negativo (-1,1%).

 

Andamento mercato pc client 2015
Andamento mercato pc client nel 2015

La caduta non risparmia nemmeno il settore dei server che nel IV trimestre registra un fatturato di 119 milioni di euro e un calo del -10,3%. Se si considera l'intero 2015 i server chiudono con un lieve decremento del fatturato (-0,5%), con la componente dei server a base Intel/AMD in calo del -1,2%, mentre crescono dello 0,8% le altre categorie di prodotto, con il Mainframe che compensa il calo dei sistemi Unix e Proprietari. Un andamento che è condizionato dall'adozione di tecnologie come il cloud computing e l'interesse verso i sistemi convergenti e le soluzioni di software-defined data center.

Infine, lo storage chiude il 2015 con un calo del -2,7% rispetto al pari trimestre dell'anno precedente e con un fatturato complessivo, ovvero come somma delle componenti hardware e software, di 128,4 milioni di euro. In particolare a soffrire di più è la componente hardware (-3,2%) rispetto a quella software (-2,0%) nel trimestre considerato. 

Continua a pagina 2
AREE TEMATICHE
Vuoi ricevere aggiornamenti su #Reseller?
Iscriviti alla newsletter!