Smartphone, il gaming è la prossima frontiera

Quando si parla di gaming in ambito smartphone, i puristi del settore storcono sempre il naso, peraltro con ottime ragioni. Le aziende produttrici però sembrano intenzionate a intraprendere proprio questa strada, come dimostrano i nuovi dispositivi recentemente presentati, che si sono affiancati al Razer Phone, che ha fatto un pò da apripista a questa tendenza (senza dimenticare i tentativi di Nvidia con i tablet della linea Shield).

L'ultimo in ordine cronologico è il Nubia Red Magic, uno smartphone che, al di là delle specifiche tecniche (Snapdragon 835, 8 GB di RAM), è stato realizzato con particolari criteri. La scocca è infatti composta da una lega di alluminio con tripla anodizzazione e processo di sabbiatura in cinque fasi. La dissipazione del calore è garantita invece da un triplo strato di grafite, che raddoppia le capacità termoconduttive.

RedMagic A
Nubia Red Magic

Nubia ha inoltre integrato GameBoost, ovvero un vero e proprio software prorietario di tuning, in grado di sfruttare a pieno le risorse hardware del Red Magic assicurando un frame rate più elevato. Senza dimenticare l'ottimizzazione dell'azienda cinese su ben 128 titoli videoludici, a voler appunto sottolineare la vocazione al gaming di questo Red Magic.

Esattamente 7 giorni fa, anche Xiaomi ha deciso di entrare in questo particolare settore, alzando il sipario sul suo Black Shark. L'azienda guidata da Lei Jun ha scelto di integrare un pad esterno con tanto di levetta analogica, puntando persino sul raffreddamento a liquido e su tutta una serie di accorgimenti tecnici (pensiamo, ad esempio, al processore d'immagine Pixelworks, in grado di migliorare la resa dello schermo durante le sessioni di gaming).

xiaomi black shark immagini 3
Xiaomi Black Shark

Che gli smartphone abbiano raggiunto una potenza hardware considerevole, soprattutto paragonandola ai primi anni, è indiscutibile. Il vero limite è probabilmente rappresentato dalla parte software, con i vari sistemi operativi pensati essenzialmente per operazioni da compiere in mobiltà, lontani dunque dalla logica del gaming in senso stretto.

Leggi anche: Guida all'acquisto dello smartphone

Di contro però l'arrivo sul mercato di notebook Windows 10 basati sul SoC Snapdragon 835, dimostra come i tempi possano essere maturi per pensare a un'evoluzione degli smartphone in ambito gaming. Del resto, considerando l'enorme base d'utenza di questi dispositivi, ben più ampia di quella delle console, non è escluso che le stesse software house dei titoli videoludici possano essere interessate a perseguire questa strada.

0020677 razer phone 8gb ram 64gb rom
Razer Phone

Tutto però passerà, evidentemente, dalla parte software. La tanto agognata unione tra esperienza desktop e mobile potrebbe rappresentare la vera chiave di volta per la definitiva esplosione del fenomeno gaming in ambito smartphone. Un exploit che, dati alla mano, non si è mai concretizzato, al di là delle rosee previsioni degli analisti, soprattutto all'inizio della diffusione dei dispositivi mobili.

Allo stato attuale delle cose, un'eresia per i puristi del gaming. Gli smartphone hanno però dimostrato, in questi anni, di essere in grado di cannibalizzare interi settori, prima presidiati da altri prodotti. Chissà che giganti come Apple o Samsung abbiano in cantiere questa svolta anche per i propri dispositivi.


Tom's Consiglia

Affezionati alle console? La nuova Xbox One X è attualmente in offerta su Amazon, nella versione da 1 TB di storage.

Pubblicità

AREE TEMATICHE