Android

AliExpress alla conquista dell’Europa per sfidare Amazon

AliExpress vuole espandersi in Europa sfidando il gigante Amazon. Secondo quanto riportato da Reuters, la piattaforma di e-commerce cinese sta facendo la corte ad alcuni marchi europei proponendo spese di commissioni per le merci vendute inferiori a quelle proposte dal colosso di Jeff Bezos. Prima di entrare nel Vecchio Continente, la società cinese intende attrarre le aziende locali per far sì che la piattaforma diventi più attraente agli occhi dell’utente occidentale.

Molte piccole imprese spagnole si sono già unite ad AliExpress negli ultimi mesi, da quando la piattaforma è stata aperta ai venditori locali nel 2019. La difficoltà più grande sarebbe convincere i grandi marchi come Mango, Benenetton e la spagnola Tandem che – stando a quanto riferito da alcune fonti interne – sarebbero già stati contatti dal colosso cinese con scarso successo.  A quanto pare, il sito di e-commerce proprietario di Alibaba non viene visto di buon occhio dalle grandi aziende perché considerato come un negozio di abbigliamento a basso costo.

Photo credit - prykhodov/depositphotos.com

Wang Mingqiang, capo di AliExpress, ha spiegato a Reuters che i marchi stranieri hanno bisogno di tempo per capire a fondo la piattaforma dove “possono creare la propria homepage, con foto e video, al fine di creare l’immagine e l’atmosfera che desiderano”. Tuttavia, la società non ha né confermato né smentito la notizia secondo la quale alcune grandi aziende sarebbero state contattate. Ha solo sottolineato di essere “costantemente alla ricerca di opportunità per lavorare con diversi partner e di impegnarsi ad agire come partner di fiducia sia per i consumatori che per i venditori”.

L’obiettivo del CEO Daniel Zhang è quello di raddoppiare la propria base di utenti arrivando a 2 miliardi entro il 2036. Per farlo, si starebbe rivolgendo inizialmente a Spagna e Italia e alle nazioni a confine tra i due continenti come Russia e Turchia. Secondo una fonte interna, AliExpress avrebbe proposto ad alcuni venditori spagnoli commissioni per le vendite molto basse fissate tra il 5% e l’8% (quelle di Amazon si attesterebbero tra il 7% e il 15%) oltre che l’abolizione della quota da pagare per la sola presenza sulla piattaforma.

Insomma, se dovesse cominciare ad attrarre sempre più venditori locali, AliExpress potrebbe rinnovare la propria immagine e con il tempo convincere anche le grandi aziende. In quel caso, Amazon potrebbe perdere parte del suo dominio e avrebbe finalmente un vero rivale contro cui gareggiare. In questa ipotetica situazione, a fare la differenza sarebbe il servizio di assistenza e garanzia garantito, un aspetto su cui il colosso di Jeff Bezos risulta quasi imbattibile almeno per ora.

Samsung Galaxy A40 con display da 5.9 pollici è oggi in sconto su Amazon a 199 euro. Lo trovate a questo link.