Android

AMD presenta il tablet ibrido con Trinity, costerà 599 dollari

AMD ha presentato al Computex 2012 un ibrido tablet e ultrabook basato sulla APU della Serie A, conosciuta anche con il nome in codice Trinity. Il prodotto, mostrato nel corso della conferenza stampa ufficiale, consiste in un ultrabook con display touchscreen rimuovibile che può essere usato anche come tablet. Lo schermo ha una diagonale utile di 11,6 pollici e una risoluzione di 1366 x 768 punti. Lisa Su, vice presidente di AMD, ha spiegato che l'azienda intende promuovere i prodotti con questa impostazione.

Il nuovo tablet di AMD

Un'idea non certo nuova, dato che i primi due giorni della fiera orientale sono stati un fiorire di sistemi analoghi annunciati da quasi tutti i maggiori produttori, dietro imboccata di Intel, secondo cui questa soluzione sarà vincente abbinata a Windows 8 e farà da locomotiva per le vendite degli ultrabook. Il prodotto che segue i dettami di AMD è stato realizzato da Compal e dovrebbe servire da guida per la fabbricazione di prodotti da 599 dollari, in diretta concorrenza con quelli di Intel che a quanto pare dovrebbero avere un prezzo di partenza attorno ai 750 dollari.

###old1602###old

Purtroppo il fatto che AMD vesta ancora una volta i panni dell'inseguitrice emerge dal fatto che nessuno dei produttori presenti a Taipei ha messo in mostra sistemi ibridi basati su piattaforma AMD. Il vantaggio competitivo sui prezzi è un'ottima notizia e del resto conferma una tendenza in atto da anni, ma la disponibilità di un alto numero di prodotti è fondamentale per consentire agli utenti di avere davvero un'alternativa.

Oltretutto, le migliori prestazioni grafiche dell'integrato di AMD rispetto a quello di Intel sono un fattore interessante in particolar modo per chi è interessato ai giochi e all'intrattenimento multimediale in generale. Ora sta quindi ai produttori non affidarsi al 100 per cento a Intel e investire anche nella fabbricazione di versioni AMD dei prodotti, seguendo le indicazioni del prototipo di Compal. AMD ha anche comunicato che entro fine anno avrà pronto Hondo, un nuovo chip a basso consumo progettato appositamente per tablet.

Le novità delle APU AMD

La concorrente di Intel si sta dando da fare anche nell'ambito degli ultrasottili. Stando alle dichiarazioni ufficiali i portatili con Trinity avranno un'autonomia fino a 10 ore e uno spessore massimo di 22 millimetri (appena superiore ai 21 millimetri imposti da Intel nelle linee guida sugli ultrabook). Il Computex è stata anche l'occasione per ribadire la propria presenza nel settore delle CPU a bassa frequenza, con l'annuncio dei chip della Serie E, battezzati Brazos 2.0 e indirizzati principalmente ai netbook.

Stando alle fonti ufficiali i nuovi chip dovrebbero garantire un'autonomia fino a 11 ore e fornire un miglior rapporto di prestazioni per watt rispetto ai predecessori sia nell'uso attivo, sia durante la riproduzione di contenuti multimediali. Secondo AMD i nuovi prodotti della Serie E saranno competitivi al pari dei prodotti Intel come il Celeron B940 basato su architettura Sandy Bridge e avranno il vantaggio di disporre di una grafica integrata (Radeon 7000) in grado di supportare contenuti 3D e DirectX 11 sia con Windows 7 sia con Windows 8. 

Le due nuove APU AMD

La nuova gamma include i modelli AMD E1-1200 a 1.4 GHz e AMD E2-1800 a 1.7 GHz, equipaggiati rispettivamente con grafica Radeon HD 7310 e Radeon HD 7340. L'AMD E1-1200 supporta memorie DDR3-1066 e integra una GPU da 500 MHz, mentre l'E2-1800 supporta le più veloci memorie DDR3-1333 e dispone di una GPU con clock a 680 MHz. Per entrambi il TDP è di 18W. I chip della nuova Serie E saranno impiegati per la fabbricazione di sistemi economici da Acer, Asus, HP, Sony, Toshiba, Lenovo e Samsung e si stima che i notebook avranno prezzi inferiori a 600 dollari.