Android

Android 11, Google al lavoro sulla funzione ADB wireless

Google sarebbe al lavoro per introdurre nativamente la funzione ADB wireless. A riferirlo è il solito portale XDA-Developers sempre pronto a scovare indizi su future novità dei sistemi operativi. Secondo la fonte, il candidato ideale per ospitare questa funzionalità è Android 11, la futura versione del robottino verde che debutterà il prossimo anno. Tuttavia, non è possibile sapere con certezza quando e se ADB wireless arriverà effettivamente.

L’ADBacronimo di Android Debug Bridge – è una funzione importante per gli sviluppatori e amanti del modding. Parliamo di un programma con righe di comando che permette di controllare lo smartphone tramite PC. Nonostante ci siano metodi che consentono di utilizzare ADB in modalità wireless, questi non sono molto sicuri o conosciuti e risultano essere più complessi. È richiesto infatti un IP statico e il trasferimento dati avviene tramite testo semplice, il che crea qualche problema di sicurezza soprattutto se collegati a una rete non affidabile.

Immagine: depositphotos

Per questo motivo, ora si preferisce utilizzare una connessione cablata. Le cose però potrebbero cambiare se Google dovesse implementare nativamente e in maniera sicura l’ADB in modalità wireless in una delle future versioni di Android. Analizzando i codici AOSP, pare che gli utenti avranno a disposizione un pulsante per attivare l’ADB wireless nelle opzioni dello sviluppatore creando una connessione tramite la scansione di un codice QR o inserendo un codice a sei cifre.

Insomma, pare che Google si stia impegnando seriamente in tal senso ma siamo ancora nelle primissime fasi e non è certo che ADB wireless possa debuttare su Android 11, anche se è certamente il candidato più quotato.

Il nuovo Redmi Note 8 Pro è disponibile all’acquisto su Amazon a 269 euro. Lo trovate a questo link.