Android

Android M, miglioramenti in vista per autonomia e uso della RAM

Android M migliorerà la gestione della RAM e l'autonomia. Due novità correlate tra loro, perché la nuova versione del sistema operativo ridurrà l'operatività quando lo schermo è spento, liberando RAM e, appunto, abbassando i consumi energetici.

google IO 2105

Secondo le fonti Google pubblicherà subito una versione di Android M per sviluppatori, come fu per Lollipop, per poi iniziare a distribuire quella definitiva ad agosto 2015. Inoltre, per ridurre il consumo energetico Google ridurrà l'attività del Play Services, dei servizi di localizzazione e l'occupazione della RAM.

L'informazione non è ufficiale ma lo sarà, se confermata, tra un paio di giorni quando Android M sarà presentato ufficialmente alla Google I/O 2015. Le certezze al momento sono limitate alla nuova versione dell'applicazione Google Foto e al nome in codice Macadamia Nut Cookie – che non indica necessariamente il nome definitivo.

Ci si aspetta una generale rifinitura di Android 5.0 Lollipop, con correzioni grandi e piccole e diversi aggiustamenti estetici. Android M tuttavia non dovrebbe essere una "major release" e probabilmente manterrà il numero di versione attuale; in altre parole dovremmo vedere un Android 5.x ma non un Android 6.0 – o almeno questa è l'ipotesi più accreditata.

Ci aspettiamo poi diverse novità per la domotica, con Android al centro del sistema di controllo e un aggiornamento del Nest, forse una nuova Chromecast e sicuramente un aggiornamento per gli sviluppatori dedicato a Google Cast e Android TV.

Probabilmente vedremo poi qualche nuovo smartwatch Android Wear, e forse un aggiornamento di Android Auto. Per il momento comunque non possiamo che fare congetture e valutare ipotesi, ma la Google I/O 2015 è ormai alle porte. Che cosa vi aspettate quest'anno?