Android

Apple denuncia Ericsson perché le licenze LTE sono salate

Apple ha denunciato Ericsson in California perché è stanca di pagare a caro prezzo le licenze correlate a una serie di tecnologie LTE fondamentali per i suoi smartphone e tablet. Ericsson informata dell'azione ha deciso di contro-denunciare l'azienda statunitense in Texas.

Al centro della vicenda il mancato accordo su un pacchetto licenziatario (in scadenza) che risale al 2008. Apple dice che Ericsson è convinta dell'essenzialità dei suoi brevetti per l'uso della tecnologia "Long Term Evolution" ma anche che le licenze correlate sono molto costose.

apple ericsson disputa

Apple versus Ericsson

Ericsson risponde che sarà la corte texana a decidere se ha applicato tariffe adeguate (FRAND – fair, reasonable and non-discriminatory). Com'è risaputo le licenze che riguardano tecnologie fondamentali per gli standard industriali devono avere un giusto prezzo per non creare discriminazioni nel mercato.

In pratica è una classica disputa sui prezzi, che al solito si risolverà con un accordo extra-giudiziale. Da rilevare però che il braccio di ferro è complicato da un altro dettaglio: Apple vorrebbe che il costo venisse relazionato al valore dei chip che impiegano la tecnologia, non ai dispositivi come chiede Ericsson. Evidente che le cifre in ballo possono cambiare da centesimi a diversi dollari per prodotto.