Apple

Apple detta le condizioni per far scaricare App da Store alternativi

Qualche mese fa avevamo parlato della possibilità che l’Unione Europea stesse affinando una proposta di legge che andasse nella direzione di aumentare ancora di più la libera concorrenza. Tutto questo per favorire i clienti.

App Store

Il capo della Commissione Europea dell’antitrust, Margrethe Vestager, sostenne come Apple dovesse da sola affrontare la libera concorrenza. Il tutto ovviamente regolato da un scontro democratico tra piattaforme che vogliono mettersi in gioco.

Apple

A distanza di tempo, e con la proposta di legge che in Europa guadagna sempre più consenso, il vicepresidente del software Apple Craig Federighi, ha affermato che tale scelta favorirà le Applicazioni malevoli a diffondersi e con questo il vedere aumentare notevolmente la possibilità di infettare il proprio dispositivo.

L’esperto dirigente della società di Cupertino afferma che senz’altro la proposta è ammirevole. Dare campo libero alla concorrenza è un’occasione importante per tutti ma andrebbe rivisto il modo in cui viene fatto. Ci deve essere la possibilità di un potente filtro di controllo riguardo l’integrità di ogni singola App.

In effetti App Store ha un’elevata soglia di controllo, se determinati criteri di qualità non vengono rispettati le Applicazioni non vengono pubblicate. Federighi inoltre afferma che il sideloading (installazione di App al di fuori dell’App Store senza fonti verificate) è un amico del malware, citando come Android lo abbia attivo da sempre e gli attacchi al mese superano quota di 5 milioni.

Insomma, Apple non chiude le porte ad un’eventuale legge Europea che impone l’apertura di Store paralleli all’App Store ma mette i puntini sulle i di come questo metodo andrà regolarizzato. Il Digital Markets Act (così si chiama il procedimento) è ancora in discussione e nelle prossime settimane avremo notizie più concrete.

Se volete uno smartphone tutto fare sotto i 200 euro optate per il Redmi Note 10 5G. Fotocamera, autonomia e potenza racchiusi in uno smartphone dalle linee giovani. Acquistatelo qui.