Apple

Apple iPhone 6S da 16 GB pieno con mezz’ora di video 4K

Marques Brownlee è un famoso youtuber che ha un canale tutto dedicato all'Hi-Tech. Data la sua fama ha avuto modo di realizzare in anteprima un hands-on col nuovissimo Apple iPhone 6s che ha debuttato appena due giorni fa e che non giungerà sul mercato prima di novembre.

Il video, che trovate di seguito, è tutto interessante, ma un aspetto colpisce soprattutto l'attenzione ed è la prova dei video 4k, una delle maggiori novità introdotte grazie all'adozione di un sensore più grande rispetto al passato.

iphone 4k video

Ebbene, quello che emerge è in un certo senso sconcertante, non tanto in sé, quanto per le premesse che lo hanno preceduto. Ci spieghiamo.

Un minuto di video 4k a 30 FPS occupa grossomodo 375 MB: circa il doppio, com'era prevedibile, rispetto a un video 1080p sempre a 30 FPS. Fin qui niente di strano. Il problema sorge allorché si prende in considerazione il modello base dell'iPhone 6s, quello con 16 GB di spazio per lo storage, che poi in realtà sono circa 13, perché gli altri sono occupati ovviamente dal sistema operativo e dalle app proprietarie.

Facendo un breve conteggio dunque per saturare quei 13 GB di spazio è sufficiente un video 4k a 30 FPS della durata di 34 minuti e 40 secondi, sempre ammesso che l'utente non abbia installato nemmeno un'app aggiuntiva o conservato sullo smartphone nemmeno un file musicale o una foto.

E pensare che, qualche tempo fa, interrogato sulla necessità di eliminare dal listino il modello base da 16 GB a favore di uno da 32 GB Phil Schiller, Senior Vice President della divisione marketing, aveva sostenuto recisamente che gli utenti si sbagliavano e che ormai lo storage locale è un concetto superato a favore dell'impiego del cloud e che lo spazio aggiuntivo fa soltanto aumentare i costo finale dello smartphone senza apportare vantaggi reali. Beh, si sa, nella vita ci si può sbagliare.