Apple

Apple pubblica la guida per passare da Android ad iOS 8

Apple ha pubblicato sulla versione statunitense del suo sito una guida al passaggio da Android ad iPhone. Il tempismo non è un caso, visto che da questa sera sarà disponibile iOS 8 e che gli iPhone 6 saranno in vendita dal 19 settembre nei 10 Paesi che Apple reputa più importanti (non in Italia).

La pubblicazione di una guida lascia intendere che a Cupertino ci sia la convinzione che molti abbandoneranno Android per un iPhone 6. Ovviamente saranno i numeri di vendita a confermare o smentire, ma l'idea ha un fondamento. Gli smartphone extra large stanno riscuotendo grande successo, e finora chi voleva un phablet doveva per forza scegliere un modello Android. Ora l'alternativa Apple c'è, è l'iPhone 6 Plus e oltre a far gola agli utenti storici di iOS costituisce una nuova proposta da vagliare per il bacino di utenti Google.

Il prezzo dell'iPhone 6 Plus non è a buon mercato ma ciascuno sarà libero di fare un confronto sereno fra prezzo/dotazione e prendere la decisione che reputa più adatta alle proprie esigenze e possibilità finanziarie. La guida di Apple riguarda solo gli smartphone semplicemente perché si presume che chi ha già un iPad non avrà bisogno di farsi spiegare come importare e gestire le immagini o la musica – per fare un esempio – in iOS.

Chi invece non ha mai usato iOS dovrà prendere confidenza con il sistema e magari avrà bisogno di qualche dritta. Ecco quindi sei gruppi di consigli: Mail, Contatti e Calendario; Foto e video; Musica; Libri e PDF, Documenti e App.

Nel primo caso Apple spiega che iOS supporta Google fra i vari provider di mail, quindi con iPhone 6 si possono continuare a usare i servizi dell'azienda concorrente come se nulla fosse cambiato. Per Foto, video, musica e altri contenuti archiviati sul dispositivo Android consiglia un computer con iTunes o l'uso di iCloud per l'importazione, o l'uso di app apposite. Meno complesso tragettare file ePUB e PDF: una volta scaricata l'app giusta dall'Apple Store basta inserire le credenziali e accedere alla propria libreria.

Apple iPhone 4S Apple iPhone 4S
Apple iPhone 5s Apple iPhone 5s
Apple iPhone 5 Apple iPhone 5

Insomma tutto elementare e immediato sulla carta. The Verge però fa notare che l'impegno di Apple nella creazione di applicazioni per gestire la migrazione dei contenuti da altri sistemi operativi è stato minimo, e che la guida rimanda ad applicazioni di terze parti di qualità discutibile indicandole come migliori opzioni per il trasferimento di dati.

C'è poi la questione delle App: Apple si limita a scrivere che "probabilmente" troverete sullo store le vostre applicazioni preferite che usavate su Android, ma ve le dovete cercare da soli e non sono segnalate le differenze di prezzo. Cosa ne pensate?