Apple

Apple: Samsung Galaxy copiati da iPhone e iPad

Apple ha denunciato Samsung Electronics perché ritiene che la linea di prodotti Galaxy – Galaxy S 4G, Epic 4G, Nexus S, Galaxy Tab – sia una copia spudorata di iPhone e iPad. La casa di Cupertino ha depositato le sue accuse contro il gigante sud coreano nella giornata di venerdì, presso il tribunale del distretto del nord della California, chiedendo un’ingiunzione contro Samsung, i danni e la constatazione che l’infrazione sia stata intenzionale.

Steve Jobs e compagni ritengono che Samsung abbia ricalcato l’aspetto, il progetto del prodotto, il packaging (ovvero il confezionamento) e l’interfaccia utente, violando così brevetti e marchi registrati. In particolare sono dieci le accuse per infrazione di brevetto e due per violazione dei marchi. Altrettante sull’aspetto e il packaging. Inoltre Apple fa notare come Samsung si sia arricchita ingiustamente e abbia usato pratiche di business ritenute sleali.

“Piuttosto che innovare e sviluppare le proprie tecnologie e uno stile unico per i suoi smartphone e tablet, Samsung ha scelto di copiare la tecnologia di Apple, l’interfaccia utente e lo stile innovativo”, ha scritto la casa di Cupertino nel documento della denuncia. 

“La copia è così pervasiva che i prodotti Samsung Galaxy sembrano prodotti Apple. Hanno la stessa forma rettangolare con gli angoli arrotondati, bordi argentati, un superficie frontale piana con evidenti bordi neri in alto e in basso, una parte posteriore curvata e uno schermo con icone colorate quadrate con angoli smussati”.

Alla documentazione è stata allegata una foto dell’iPhone 3GS a confronto con il Galaxy S i9000, mentre altre immagini rileverebbero somiglianze nel confezionamento e nelle icone delle applicazioni, tra cui quelle per la musica, la chiamata, la scrittura di testi e i contatti.

Questo è solo l’ultimo atto di una guerra che vede la Mela contro tutti. Apple contro Nokia, Apple contro HTC, Apple contro Motorola e via discorrendo. La casa di Cupertino ha il grande merito di aver cambiato il mercato con l’iPhone, un prodotto un’epoca avanti rispetto alla concorrenza nel 2007. Tuttavia l’ingresso in campo di Google con Android ha risollevato le altre aziende e le ha portate a ricucire il gap con i prodotti di Apple.

Secondo alcuni analisti, come Edward Snyder di Charter Equity Research, queste denunce hanno una funzione più pratica di quello che si possa pensare. In poche parole Apple starebbe cercando di rallentare gli avversari. Snyder ritiene che alla fine Samsung e Apple troveranno un accordo extragiudiziario.

Parte della documentazione presentata da Apple – clicca per ingrandire

D’altronde Samsung realizza chip di memoria per i portatili di Apple e produce i system on chip usati in iPhone, iPad e altri prodotti. La casa di Cupertino è il primo cliente per fatturato dell’azienda sud coreana e diversi osservatori pensano che la causa faccia parte di una strategia di pressione che Apple ha messo in campo per strappare sconti nell’ambito della produzione.

Secondo Dan Burk, professore di legge all’Università della California, Samsung potrebbe difendersi affermando che le analogie riscontrate da Apple sono presenti per necessità funzionali oppure potrebbe mettere in dubbio la validità dei brevetti. Apple dovrà quindi avere prove inoppugnabili per spuntarla.

In altre occasioni, per i casi che vedevano coinvolta Apple e le aziende che usano Android, abbiamo parlato di attacco indiretto a Google. Stavolta non ci sembra il caso, perché il riferimento è all’intera linea di prodotti Galaxy e ad aspetti disparati. Samsung personalizza il sistema operativo open con l’interfaccia TouchWiz e al momento il nome di Android è lontano dal poter essere accostato a questa vicenda.

Una portavoce di Samsung ha dichiarato che l’azienda sud coreana si basa da sempre sulle proprie tecnologie e proprietà intellettuali per realizzare i prodotti che presenta sul mercato. Il colosso asiatico promette battaglia contro le accuse di Apple.