Android

BlackBerry Z10 in Italia da oggi a 699 euro

Da oggi è disponibile in Italia il Blackberry Z10, uno dei due nuovi terminali presentati alla fine di gennaio, con i quali Blackberry vuole rilanciarsi e recuperare la posizione di leader che ricopriva fino a poco tempo fa nel settore della telefonia mobile.

Lo Z10 è il primo smartphone con BlackBerry 10, il nuovo sistema operativo, e sarà disponibile in Italia attraverso Telecom Italia, Vodafone Italia, Wind e 3 Italia, e presso le principali catene della grande distribuzione, entro la fine di febbraio, nelle versioni bianca e nera. Il prezzo ufficiale è pari a 699 euro senza abbonamento.  

"Siamo entusiasti di poter lanciare la nostra nuova piattaforma insieme al nuovo smartphone BlackBerry Z10 sul mercato italiano. BlackBerry 10 offre un'esperienza più veloce e intelligente, che si adatta continuamente alle esigenze di ogni utente, sia in ottica lavorativa che social. Ogni funzione, ogni gesto, ogni dettaglio di BlackBerry 10 è progettato per essere sempre connessi in movimento", ha commentato Alberto Acito, Managing Director South East Europe di BlackBerry.

Il BlackBerry Z10 ha un processore dual-core da 1.5 GHz, 2 GB di RAM, 16GB di memoria interna e uno slot di memoria espandibile, fino a 64GB. Lo schermo ha una diagonale pari a 4,2 pollici, e la batteria è rimovibile. Non mancano un'uscita micro HDMI e il sensore NFC.

Come abbiamo visto nel nostro primo incontro con BlackBerry 10 (BlackBerry, pronti a conquistare il mondo?) il nuovo sistema è dotato di molte nuove funzioni che strizzano l'occhio ai consumatori generici, senza però tradire l'anima professionale che contraddistingue questo marchio.

###old1407###old

Gli utenti che sceglieranno il Blackberry Z10 potranno quindi contare su Blackberry Hub, Flow, Messenger, Balance, il Browser, Time Shift (per la fotocamera) e altre applicazioni pensate per usare lo smartphone tanto per fini personali quanto per scopi lavorativi.

Quanto alle applicazioni, Blackberry World conta già su circa 70.000 titoli, oltre che su un vasto catalogo di video e musica. Basteranno queste caratteristiche a convincere il pubblico?